Ultime recensioni

lunedì 27 novembre 2017

Pensieri di Dramanti: "Uncontrollably Fond"

Buongiorno miei cari e buon inizio settimana! ^^
La scorsa settimana, per Pensieri di Dramanti, abbiamo letto la recensione di Marika Bovenzi del carinissimo Shopping King Louie. Oggi la rubrica ospita Gina Laddaga con la sua opinione su Uncontrollably Fond, un drama intenso e drammatico, ma anche molto romantico. La "dramite" si sta diffondendo sempre di più e fa piacere leggere i commenti positivi di tante ragazze che si sono appassionate a queste serie veramente speciali, che in qualche modo hanno cambiato la loro vita. Una volta entrati nel tunnel, si sa, non se ne esce più :P Buona lettura, buona visione di drama e continuate a seguirci!!

Uncontrollably Fond


Episodi: 20
Anno: 2016
Cast principale: Kim Woo-Bin, Suzy Bae, Lim Ju
Han
Genere: romance, melodramma
Regia: Park Hyun-Suk
Network: KBS2
Paese d'origine: Corea del Sud
Disponibile su: Viki


Ciao ragazze, come new entry del gruppo di Dramanti non potevo non esordire con un drama che le altre mie colleghe non hanno ancora visto. Io sono abbastanza masochista per quanto riguarda i drama e le serie tv in generale, quindi quando lessi la trama di questo ne rimasi affascinata, ma anche spaventata eppure… l’ho amato. Sto parlando di “Uncontrollably Fond” con il bel tenebroso Kim Woo Bin (antagonista del bellissimo Lee Min-Ho in “The Heirs”) e la famosissima Suzy Bae.
Andato in onda da luglio a settembre 2016, inizialmente in patria gli ascolti furono deludenti ma nel resto dell’Asia ebbe un grande successo. Non spaventatevi da questa piccola premessa, perché secondo me questo kdrama è una piccola perla.
Shin Joon-Young è un giovane e famoso attore, ma ha una reputazione non delle migliori: infatti è sfacciato, lunatico e alcune volte anche maleducato… scopriremo immediatamente ad inizio prima puntata che il suo essere è dovuto al peso che porta nel cuore: è un malato terminale di cancro, più precisamente al tronco cerebrale, e ha solamente 4 mesi di vita. Ed ecco che - BAM! - sappiamo già che questo drama non avrà un lieto fine e sarà il festival del “Mai una gioia” perché (tranquille, non è uno spoiler in quanto è palese ad inizio drama) lui morirà. Eppure tu vuoi lottare insieme a lui e sperare che in qualche modo possa guarire, o comunque vivere il più a lungo possibile. No Eul è la nostra protagonista femminile. Ex compagna di scuola di Joon-Young, lavora come produttrice televisiva freelance e da ormai 10 anni bada al fratello minore dopo la morte del padre a causa di un’auto pirata. Quando i nostri due protagonisti si incontreranno, anzi forse dovrei dire “scontreranno”, accadrà per volere di lui: visto che ha pochi mesi da vivere, ed è reticente a provare qualsiasi cura palliativa che il medico di fiducia gli propone, vuole ritrovare la ragazza di cui era innamorato a scuola, ovvero No Eul. Ma No Eul non è una ragazza semplice: dopo aver perso il padre è diventata corrotta, quasi senza scrupoli, e con il suo lavoro è disposta ad accettare tangenti per insabbiare notizie scomode e riuscire così a pagare i debiti che il padre ha lasciato. Un giorno però verrà scoperta e così sarà licenziata.
Cercando un altro lavoro viene a conoscenza che una rete televisiva vuole realizzare un documentario proprio su Shin Joon-Young e la ragazza, sapendo che questa potrà essere una grande occasione per riavere il suo lavoro, si autoincarica di convincere il bad boy ad essere intervistato. Nonostante i due si conoscano già, la “convivenza” non sarà semplice: Joon-Young è innamorato ma è anche egoista, quindi si ritrova a volere accanto a se No Eul, ma al tempo stesso vuole allontanarla per non farla soffrire. Per un veloce susseguirsi di avvenimenti, il cuore gelido di lei verrà scaldato dalla dolcezza di lui ed entrambi non potranno che non vivere il proprio amore, diventando incontrollabilmente affezionati. Attorno a loro troviamo altri personaggi che non renderanno facile la loro storia d’amore: Shin Young-ok è la madre del nostro protagonista, con il quale non ha un ottimo rapporto visto che il ragazzo ha lasciato la possibile carriera nell’ambito giuridico per diventare una star. Lei proprio non può perdonarlo, ma sarà straziante quando verrà a scoprire – quasi troppo tardi – che il figlio è destinato a morire. Choi Hyeon-joon è il padre biologico di Joon-Young, ex procuratore corrotto ora è un parlamentare (sempre corrotto). Ha abbondato il proprio primogenito per diventare un uomo in carriera e si è costruito un’altra vita, con moglie e due figli. Choi Ji-tae è il fratellastro di Joon-Young, il quale dopo aver scoperto che il padre ha coperto l'incidente stradale in cui è morto il papà di Eul, si avvicinerà a lei con un altro nome e se ne innamorerà. Farà, anche, di tutto per dividere i nostri due protagonisti dopo aver scoperto che Joon-Young è il suo fratellastro. Yoon Jeong-eun è la promessa sposa di Ji-Tae ed è stata aiutata da Choi Hyeon-joon a non essere punita dopo aver causando un incidente stradale.
Saremo spettatori dell’evoluzione di entrambi i personaggi principali, che si ritrovano a dover vivere esperienze troppo grandi per dei giovani adulti, e assisteremo alla trasformazione dei loro sentimenti. Scopriremo due giovani appassionati, dolci, ma estremamente forti. Mi ha stupito la caratterizzazione di No Eul, la quale affronta la malattia del ragazzo che ama con forza e maturità: io al suo posto non credo sarei stata in grado di comportarmi così, dando molta forza a chi sa di dover morire. Io mi sarei rannicchiata in posizione fetale e avrei pianto, e pianto… Tutta la storia non gravita solo attorno a Joon-Young e No Eul, ma potremo vedere anche le vite di chi ha distrutto in parte l’esistenza dei due protagonisti, come il padre biologico di lui e il pirata della strada che ha ucciso il padre di lei. Prima di morire il nostro Joon-Young farà un enorme regalo alla sua amata, un regalo che cercherà di rimediare un pochino al vuoto che la sua scomparsa lascerà… eh sì, perché quando Joon-Young morirà spezzerà il cuore a molte persone, nonostante sia sempre stato un bad boy. La vita di una persona è sempre importante. La vita purtroppo ti sbatte in faccia con inaudita violenza il senso di vuoto quando perdi qualcuno a te caro. 
Perchè mi è piaciuto questo drama e vi consiglio di guardarlo? Perchè è drammatico, ti prende il cuore e te lo stritola senza lasciarti respirare, ma è anche estremamente dolce e poetico. Io avrò visto una decina di drama e non mi sono mai imbattuta nella morte del protagonista… nonostante questo, voi dovete assolutamente guardarlo! Oltre alle interpretazioni di Kim Woo Bin & Suzy, le quali sono assolutamente toccanti, un punto in più lo ha la colonna sonora, quasi del tutto americana, con le canzoni dei New Empire - “Across the Ocean” e “A Little Braver”. Sappiate che se deciderete di dare una possibilità a questo kdrama, dovrete armarvi di pacco Cleenex formato famiglia perché le lacrime non mancheranno! Personalmente per riprendermi da questo drama ci ho messo quasi 2 settimane, un po’ come mi successe per la morte di Jack Dawson in “Titanic” e per quella di George O’Malley in “Grey’s Anatomy”… eppure ne vale davvero la pena guardarlo, anche perché vi affezionerete al caro Kim Woo Bin che sta lottando nella realtà con la malattia, ed è un esempio per tutti! 
Alla prossima recensione! xoxo


***Gina***

3 commenti:

  1. Per una volta un drama che ho vistoxD Questo però non mi ha fatta impazzire. Ho amato moltissimo i due protagonisti - bravissimi entrambi - e la partenza mi aveva presa un sacco. Ma poi, non so, mi è calato. Un po' troppa carne al fuoco forse, ma è stato comunque una bella visione :)

    RispondiElimina
  2. Nonostante la buona recitazione dei due attori ho abbandonato questo drama a metà. In generale dopo un po' non mi coinvolgeva più e poi ho cominciato a trovare pesante il fatto della malattia, forse a causa di un drama precedente dove anche lì la situazione era tragica e finiva tragicamente come questo ...e ho pianto T.T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai dirmi il nome del dramma che hai visto prima di uncontrollably fond?

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)