Recensioni

mercoledì 22 novembre 2017

Segnalazione Made in Italy: "Buonanotte a chi non c'è" di Angela White

Visto che nel post precedente vi ho nominato "Buonanotte a chi non c'è", romanzo che è approdato nel mio kindle e ho intenzione di leggere presto, adesso ve ne parlo meglio in questo post. Si tratta dell'ultimo lavoro di Angela White, autrice già conosciuta per alcuni romance pubblicati con Mondadori. Buonanotte a chi non c'è è edito Amazon Publishing e promette sicuramente forti emozioni. Una storia intensa che, sulle note di uno splendido violino, saprà appassionarvi e riempirvi il cuore. Io, personalmente, non vedo l'ora di iniziare questa lettura, ha una trama bellissima! 

Due ali d’angelo tatuate sulla schiena e un inseparabile violino. Nicholas e le sue passioni contrastanti troveranno pace tra le braccia di Alice?

Buonanotte a chi non c'è
di Angela White


Prezzo eBook: 3,99 euro
Prezzo cartaceo: 9,99 euro (al momento, in offerta a 6,99 euro)
Pagine: 300
Genere: romance, narrativa
Editore: Amazon Publishing (collana Angeli Caduti)
Data di pubblicazione: 21 Novembre 2017


Nicholas Payne è uno dei più grandi violinisti di sempre quando, all’apice del successo, qualcosa nella sua vita va storto. Le sue grandi ali d’angelo, tatuate sulla schiena, sembrano non riuscire a sostenerlo nel suo volo. A ventisei anni, Nicholas decide quindi di cambiare vita, suonando Rumpelstiltskin, il suo Stradivari, per le strade di Londra. Ed è nella capitale inglese che Alice lo ritrova, attratta da un’incantevole melodia alla fermata della metro. È proprio lui: il ragazzo che anni prima aveva conosciuto a New York, in occasione delle seconde nozze dei rispettivi genitori e del quale si era innamorata in maniera tanto maldestra quanto indimenticabile. Alice, che ora è diventata una chineur, un’esperta collezionista di oggetti di valore, sa riconoscere le virtù nascoste nelle persone, soprattutto in quel giovane bellissimo e dannato per il quale il suo cuore batte ancora. Chissà se la sua tenacia basterà a risollevare l’angelo caduto, affinché torni a volare in alto sulle note del suo Rumpelstiltskin...

L'autrice

Angela White è nata e vive in una città che si affaccia sul mare. Ama il sole, la luna, la pioggia, i profumi, gli scogli, la sabbia, le luci di Natale, i cristalli, i fiori e il teatro. Vive di numeri e scrive di emozioni. Per lei iniziare un nuovo romanzo è come innamorarsi.
Come Lorena Bianchi ha pubblicato Il profumo dell’oro (Rizzoli, 2016).
Come Angela White ha pubblicato, per I Romanzi Mondadori, i cinque romance medievali che compongono la serie “Le profezie della strega scalza” (Il castello dei sogni; Di ghiaccio e d’oro; La rosa del drago; La luna dei desideri; Cuore di ghiaccio) e il paranormale Qualcosa di stregato, tutti reperibili su Amazon.
Sui social si possono trovare le ultime notizie sulle sue pubblicazioni.
https://www.facebook.com/AngelaWhiteAutrice/

******
Che ve ne pare di questo romanzo? Vi ispira?
Avete già letto qualcosa di Angela White?


A presto!
xoxo

Rubrica: WWW Wednesday #28

Buongiorno, miei cari lettori caffeinomani!^^
Ritorna l'appuntamento settimanale con una delle mie rubriche preferite. Adoro parlare delle mie letture e mi piace conoscere le vostre e scoprire nuovi, interessanti romanzi da aggiungere alla mia infinita wishlist. 
WWW Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading e riguarda le mie letture attuali, passate e future. Prevede che io risponda a tre domandine, ovvero:

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)
What do you think you'll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Sto finendo di leggere "Neve come Cenere", di Sara Raash, un fantasy veramente carino e originale e non vedo l'ora che esca il seguito. E ho iniziato "The Last Girl" di Joe Hart, un distopico veramente particolare, che sono certa riserverà belle sorprese.

WHAT DID YOU RECENTLY FINISH READING?

Ho riletto nei giorni scorsi "The Midnight Sea", di Kat Ross, ed entro un paio di giorni vi posterò la recensione. E niente... è così bello che lo rileggerei altre cento volte!

WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?

Finalmente, è arrivato "Rebel. La nuova alba" di Alwyn Hamilton, il capitolo conclusivo di una saga fantasy che amo tantissimo. Prevedo di leggerlo molto presto, anche perché è stata una faticosa attesa. E poi mi incuriosisce moltissimo il nuovo romanzo di Angela White, "Buonanotte a chi non c'è", che è approdato nel mio kindle e a cui mi ci dedicherò subito dopo Rebel ;)

******
Queste le mie letture presenti/passate/future.
E le vostri quali sono? Fatemelo sapere con un bel commento ;)

A presto!
xoxo

lunedì 20 novembre 2017

In libreria: novità La Corte Editore

Tra le novità più interessanti in libreria, ci sono alcune proposte de La Corte Editore che hanno parecchio attirato la mia attenzione. Oltre "Wolfheart. La ragazza lupo", di Alessia Coppola (di cui vi ho già parlato QUI), vi consiglio di non perdere nemmeno i libri che vi presento oggi, di cui due made in Italy, "Il Settimo Giorno" di Luca Centi e "Twizel" di Francesca Caldiani. Inutile dirvi che non vedo l'ora di leggerli tutti! *-*

Il Settimo Giorno
di Luca Centi


Prezzo: 16,90 euro
Pagine: 302
Genere: fantasy
Editore: La Corte Editore (collana Labyrinth)
Data di pubblicazione: 9 Novembre 2017



Alexander è un sedicenne che da mesi è rinchiuso in un ospedale psichiatrico, ovvero da quando ha cominciato a vedere i primi “abomini”, come li chiama lui. Persino i genitori l’hanno abbandonato e solo Ella, la sua amica, continua a fargli visita di tanto in tanto. Alexander se ne sta sempre lontano dagli specchi. È infatti convinto che riflettano uno strano essere androgino dai lunghi capelli biondi e due paia di ali bianchissime. Le cose cambiano quando viene avvicinato da due strani medici dalle iridi scarlatte, uomini che vogliono sapere dove si trovi la “Porta” e quale sia il segreto della città di Acalia. Alexander riuscirà a salvarsi solo grazie all’aiuto di Helis, una ragazza spuntata dal nulla e di Ella, coinvolta suo malgrado nella fuga dall’ospedale psichiatrico. Alexander scoprirà presto di essere l’ultimo Veggente rimasto sulla Terra e di essere in pericolo. Ezechiel infatti, l’Arcangelo protettore dei Veggenti e dei Profeti, è sparito. Da allora tutti i suoi “figli” sono visibili agli occhi dei Demoni, bramosi di conoscere il futuro. Ma gli Angeli non possono permetterlo, per questo stanno “epurando” tutte le persone speciali. Con la morte. Compreso Alexander. Riuscirà il ragazzo, con l’aiuto dei suoi nuovi amici, a salvarsi e a evitare l’Apocalisse?

L'autore

È nato a L'Aquila nel 1985. Laureato in Culture per la Comunicazione, è un grande appassionato
di letteratura storica e fantastica. Per Piemme ha già pubblicato Il silenzio di Lenth e Il sogno della
bella addormentata. IL SETTIMO GIORNO è il primo romanzo pubblicato con LA CORTE EDITORE

*******

Twizel. L'altra parte
di Francesca Caldiani


Prezzo: 16,90 euro
Pagine: 288
Genere: fantasy
Editore: La Corte Editore (collana Labyrinth)
Data di pubblicazione: 12 Ottobre 2017 


Twizel, Nuova Zelanda. Tutti si conoscono sin dalla nascita. Per Carly Brooks, sedici anni, il villaggio rappresenta l’inferno in cui è costretta a vivere, vittima del bullismo dei compagni. Eppure ha un segreto: la sua migliore amica è stata Lauren Brydon, ragazza molto popolare morta misteriosamente due anni prima in un incidente sul lago Pukaki. Da allora Carly progetta di risolvere il mistero, ma per farlo è costretta a coinvolgere il fratello gemello di Lauren, Bentley e Oliver Riley, da sempre suo carnefice. La ricerca della verità porta i tre ragazzi sulle sponde del lago, dove tutto è cominciato, che farà loro scoprire che dietro a quelle acque cristalline è nascosta un’altra dimensione, un’altra Twizel. Scopriranno inoltre che la loro vita non è quella che ricordano, che la loro memoria è stata in realtà inculcata da qualcun altro e che ci sono più segreti di quanti ne avrebbero mai immaginati.

L'autrice

Avvocato e scrittrice di Bergamo, appassionata di fantascienza, si è fatta conoscere al grande pubblico con Jonas Grinn, romanzo per ragazzi pubblicato da Watson Edizioni.
Twizel è il primo romanzo con La Corte Editore.

******

The Last Girl
di Joe Hart


Prezzo: 16,90 euro
Pagine: 397
Genere: dispotico
Editore: La Corte Editore (collana Labyrinth)
Data di pubblicazione: 9 Novembre 2017



Una misteriosa epidemia ha ridotto il numero di donne sulla terra a meno di 1.000. Le sopravvissute sono state isolate e tenute rinchiuse in un centro scientifico e, da oltre vent'anni, vengono trattate come cavie. Zoey, che ha sempre vissuto da prigioniera è determinata a fuggire prima di essere sottoposta a dei successivi test dai quali nessuna è mai tornata. La fuga sembra essere un'impresa impossibile e, in più, anche se avrà successo, Zoey non sa cosa la potrà aspettare fuori da quelle mura, in quel nuovo e inospitale mondo di cui non sa assolutamente nulla, se non le bugie con le quali è stata cresciuta. Zoey, che potrebbe essere una delle ultime speranze di salvare l'umanità, sarà costretta così a tirare fuori una forza e una brutalità che non pensava di avere per salvare innanzitutto se stessa e provare a conquistarsi quella famiglia che non ha mai avuto.

******
Allora, che ne pensate di questi romanzi?
Ce n'è qualcuno che vi ispira più degli altri? 
Io li trovo tutti molto belli e ho intenzione di non perderne nessuno. Vi consiglio di fare lo stesso! ;)


A presto!
xoxo

Pensieri di Dramanti: "Shopping King Louie"

Buongiorno, carissimi! ^^
Oggi la settimana inizia con uno spicchio di sole - che fa ben sperare, dopo i diluvi di questi giorni - e una nuova recensione per la rubrica Pensieri di Dramanti, che seguite in tante. La scorsa settimana Corinne Savarese ci ha deliziati con la sua opinione sul bellissimo Descendants of the Sun, uno dei drama più belli in assoluto, al Top di tutte le classifiche. Oggi invece tocca a Marika Bovenzi, che ha visto Shopping King Louie e lo ha adorato. Godetevi la sua splendida recensione e lasciate i vostri commenti ;) 

Shopping King Louie


Episodi:16
Anno: 2016
Cast principale: Seo In Guk, Nam Ji-hyun, Joon Sang
hyun
Genere: Romance, Comedy
Regia: Lee Sang Yeob
Network: MBC
Paese d'Origine: Sud Corea
Disponibile su: Viki


Da mesi ormai, sono affetta da dramite acuta, una vera e propria passione\ ossessione che ha colpito me ed altre cinque matte. Così, consce di questa nuova “malattia”, per frenare (si fa per dire!) il desiderio pressante di preparare una valigia veloce e trasferirci in Corea del Sud, abbiamo accettato la proposta della admin Franci di recensire per tutti i suoi lettori diversi drama di cui abbiamo discusso (sclerato) durante gli ultimi mesi. Oggi ho deciso di parlarvi di Shopping King Louie che ha come protagonista nientepopodimeno che Seo In Guk. Questo drama anche se apparentemente può mostrarsi come una commedia ricca di ironia, ha altre mille sfaccettature che vi porteranno ad amarlo follemente.
Non è soltanto la solita storia di un ricco chaebol di terza generazione che incontra la ragazza sempliciotta di campagna, al contrario, è una vera e propria favola moderna in cui troverete umanità, amore, dolcezza, sensibilità ed altruismo. Il primo episodio vi trasporterà nelle lande francesi e precisamente in una tenuta che assomiglia ad un vero e proprio castello in cui vive un ragazzo molto ricco, ma anche tanto solo (e tanto bello). Quest’ultimo trascorre le sue giornate occupandosi della sua più grande passione: lo shopping sfrenato e lussuoso (e beato lui mi verrebbe da dire! Ma non cincischiamo). È il nipote, nonché erede della Presidentessa del Gold Group, un’impresa famosissima per la vendita di una vasta gamma di prodotti all’ultimo grido. La nonna, un po’ per l’età avanzata, un po’ per una sorta di superstizione, un po’ perché - diciamocelo - è una donna iper apprensiva, decide di rinchiudere il suo “precious Louie” in una gabbia d’oro, escludendolo automaticamente da vita sociale, mondo reale e realtà opprimente. Ma la presidentessa è anziana e gli “acciacchi”, si sa, ci sono per tutti. Così dopo un malore della cara, carissima nonnina, Louie si ritrova a dover ritornare a Seoul. E fin qui direte: beate ‘ste coreane che hanno tutte le botte di culo del mondo. Peccato però che il bel principe interpretato da Seo In Guk appena atterra nella madrepatria, finisce coinvolto in una serie di sfortunati eventi che culminano con la perdita della sua memoria, e l’esplosione dell’auto che stava guidando verso casa. Apriti cielo! Louie viene dato per morto e i familiari piombano in uno stato di depressione - angoscia con tanto di ritiro a vita privata.
Parallelamente, su montagne sperdute della Corea del Sud, vive una giovane ragazza che del mondo, dei suoi pericoli e delle sue cattiverie, non conosce nullaGo Bok Sil, interpretata magistralmente da Nam Ji-hyun (per intenderci l’attrice che ha avuto la fortuna di spupazzarsi non solo il suo co-protagonista nel drama di cui vi sto parlando, ma anche Ji Chang Wook in Suspicious Partner. Poi dice che uno non deve scomodare tutte le divinità del mondo!), sopravvive grazie al suo istinto naturale per le erbe, e tutti i doni che la terra e le foreste possono offrire. Nella sua umile dimora (una baracca tenuta su da quattro pietre, per intenderci) lo stile di vita è praticamente allo stato brado: mancano acqua corrente, elettricità, riscaldamento, frigorifero, e cibi sostanziosi. Per uno strano scherzo del destino, si ritroverà a lasciare le montagne per andare alla ricerca del fratello minore, Bok Nam, scappato di casa e diretto a Seoul. Ma la grande metropoli l’accoglie con il furto dei suoi pochi averi e un lavoro misero.
Un giorno, durante le ricerche del fratello, difronte ad un edificio pubblico nota qualcosa tra la folla: un ragazzo con indosso i vestiti di Bok Nam. Lo sconosciuto sembra apparentemente un mendicante, ma ha una bellezza mozzafiato, dei lineamenti non proprio tipici dei comuni mortali, e per di più non ricorda niente del suo passato, né come sia finito lì indossando i vestiti di qualcun altro. Bok Sil animata da compassione, dal forte desiderio di ritrovare suo fratello che sembra strettamente connesso allo sconosciuto (e perché, anche lei avrà pensato che lasciare Seo In Guk solo, fosse un abominio), decide di accogliere il Senza Nome nella sua vita e nell’unica stanza sul tetto che ha per casa. Comincia così una strana, ma semplice e naturale convivenza, fatta di promesse, fiducia, piccoli gesti, sorrisi e abitudinarietà. Il mondo oscuro e annebbiato di Louie comincia a colorarsi dell’allegria e della meticolosità di Bok Sil che, dal canto suo, per la prima volta nella sua vita può avere fiducia nel prossimo. Tra corse sotto la pioggia, ombrelli fucsia, sgridate colossali, truffe e vicini rumorosi, i due protagonisti cominceranno a vivere una nuova esistenza e a coltivare un timido sentimento nato tra le pareti di una stanza troppo piccola e profumata di rameyon ( Ma chi direbbe di no ad incollarsi a Seo In Guk a mo’ di koala?). Il destino non mancherà di fare le sue perfette entrate in scena, disseminando il cammino dei protagonisti di ostacoli, piccoli indizi, collegamenti alla vecchia vita di Louie, malintesi riguardo Bok Nam, e chi ne ha, più ne metta. E proprio quando Louie comincerà ad accettare la sua strana, ma confortevole e anonima esistenza, costellata di piccoli piaceri, dal calore di Bok Sil e dall’affetto delle persone del suo quartiere, la sua vecchia e lussuosa vita tornerà a bussare forte e prorompente, piombandogli addosso con tutti i pro e i contro che un’esistenza del genere può comportare.
Personalmente la cosa che ho apprezzato moltissimo è la crescita che entrambi i personaggi affrontano dal primo episodio fino al sedicesimo. Da un lato troviamo Louie che imparerà a fare a meno degli agi a cui era abituato, e della sofisticatezza di una vita fatta di nuvole e oro; dall’altro, Bok Sil si affezionerà a qualcuno capace di prendersi cura di lei nelle giornate in cui anche i fulmini, i tuoni e la pioggia battente, potrebbero trasformarsi in mostri insormontabili. Inoltre, non posso non citarvi la loro favolosa storia d’amore fatta di baci mozzafiato (non potrete non notare quel popò di labbra che si ritrova Seo In Guk e sognare di essere al posto di Bok Sil), sospiri, sorrisi da batticuore forte e tanto pathos. Con Shopping King Louie vi divertirete ad assistere agli atteggiamenti buffi e a tratti fanciulleschi di Louie, alla sua gelosia mascherata da piccoli dispetti, ai milleuno guai che procurerà la sua non-conoscenza del mondo reale, alla nota di disperazione che proverà ogni qualvolta dovrà allontanarsi da Bok Sil e al suo affannarsi per conformarsi alla costumanza sociale. Non mancheranno scene in cui vi si presenterà davanti agli occhi in tutta la sua beltà, mettendo in mostra addominali scolpiti e braccia tornite (Hello pure a voi!). In conclusione è un drama che vuole insegnarci quanto i gesti (anche se piccoli), a volte, siano mille volte più efficaci delle parole; che la ricchezza materiale, potrà riempire le tasche, ma mai comprare quell’affetto e quell’amore che un sorriso genuino può donare; che l’altruismo non è una moda, né una forzatura, ma va sentita nel profondo del cuore; ed infine che al mondo esistono persone la cui dolcezza disarmante può scardinare qualsiasi pregiudizio e dissapore della vita. 
E come direbbe Louie, questo drama è: PERFECT!



*** Marika ***

mercoledì 15 novembre 2017

Rubrica: WWW Wednesday #27

Buonasera, miei cari lettori!^^
Ritorna l'appuntamento settimanale con una delle mie rubriche preferite. Adoro parlare delle mie letture e mi piace conoscere le vostre e scoprire nuovi, interessanti romanzi da aggiungere alla mia infinita wishlist. 
WWW Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should Be Reading e riguarda le mie letture attuali, passate e future. Prevede che io risponda a tre domandine, ovvero:

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)
What do you think you'll read next? (Quale libro pensi sarà la tua prossima lettura?)

WHAT ARE YOU CURRENTLY READING?

Ho ripreso la lettura di Wonder Woman, di Leigh Bardugo, che il mese scorso avevo interrotto per via di altre letture più urgenti, ma procedo comunque a rilento perché sto finendo di leggere Neve Come Cenere, di Sara Raash, in previsione dell'imminente uscita del secondo volume. 


WHAT DID YOU RECENTLY READING?

La settimana scorsa ho finito di leggere Caraval, di Stephanie Garber, e potete trovare la mia recensione QUI. Una storia magica, affascinante e misteriosa che vi consiglio di non perdere. E poi ho finito da pochissimo La partita vincente, di Kristen Callihan, che mi aspettava da tempo e a cui mi ci sono dedicata per staccare un po' e cambiare genere. Devo dire che mi ha sorpresa, mi è piaciuto un sacco, decisamente uno dei new adult più belli letti quest'anno! E, infine, Al cuore... si comanda, di Lexie Nicholls, una commedia rosa molto carina e divertente, fatta fuori in una giornata.

WHAT DO YOU THINK YOU'LL READ NEXT?

Vorrei riuscire a leggere presto La battaglia delle tre corone, di Kendare Blake, che avevo intenzione di iniziare questa settimana, ma poi non ci sono riuscita. E, sicuramente, rileggerò The Midnight Sea, di Kat Ross, visto che l'8 Dicembre uscirà il seguito e mi sono resa conto di non averlo ancora recensito, nonostante lo abbia letto prima dell'estate (fustigatemi!)

******
Queste le mie letture presenti/passate e future.
Quali sono le vostre? ^_^

A presto!
xoxo

martedì 14 novembre 2017

Anteprima: "Rebel. La nuova alba" di Alwyn Hamilton

Miei cari lettori,
ormai manca solo un giorno all'uscita di Rebel. La nuova alba, il volume conclusivo della bellissima saga di Alwyn Hamilton, portata in Italia da Giunti. Una serie affascinante e sensuale, dalle atmosfere esotiche e suggestive. Ho letto e amato i precedenti due capitoli (di cui potete leggere le recensioni QUI e QUI) e non vedo l'ora di avere tra le mani anche quest'ultimo romanzo e conoscere le sorti di Amani e degli altri ribelli. Una storia ricca di avventura e suspense, assolutamente da non perdere!

Rebel. La nuova alba
di Alwyn Hamilton


Titolo originale: Hero at the Fall
Serie: Rebel of the Sands #3
Prezzo: 16,00 euro
Pagine: 384
Genere: high-fantasy, young adult
Editore: Giunti (collana Waves)
Data di pubblicazione: 15 Novembre 2017

Fuggendo dal suo sperduto paesino nel deserto, mai Amani avrebbe immaginato di unirsi a una ribellione e tanto meno di prenderne da sola il comando. Ma quando il sanguinario Sultano del Miraji imprigiona il Principe Ribelle nella mitica città di Eremot, non le rimane altra scelta. Armata solo della sua infallibile mira, della sua intelligenza e dei suoi poteri Demdji, Amani guida lo sparuto esercito dei ribelli in una missione attraverso le distese implacabili del deserto, per soccorrere i compagni. Ma quando vede proprio coloro che più ama mettere a repentaglio le proprie vite per affrontare Gul e soldati nemici, si chiede se davvero è lei la leader di cui hanno bisogno o se invece non li stia guidando tutti alla morte. Amore, vita, morte, queste le parole chiave delle scelte che la aspettano.

L'autrice
(fonte: https://rebelofthesandsitaliasite.wordpress.com) 

Nata a Toronto, ha passato la sua infanzia girovagando tra l’Europa e il Canada, fino a quando i suoi genitori hanno deciso di stabilirsi in Francia. Qui cresciuta in una piccola cittadina, pareva decisa a lanciarsi nel mondo musicale con la canzone di apertura della Bella e la Bestia, se non fosse stato per la sua mancanza di orecchio musicale. Nell’ultimo periodo francese ha lavorato come commessa in un negozio di libri, è qui che, per la prima volta, si è avvicinata ai romanzi young adult. Successivamente, ha lasciato la Francia per l’università di Cambridge dove ha studiato storia dell’arte al King’s college, e poi si è trasferita a Londra (dove attualmente vive) e ha lavorato per una casa d’aste. Fortunatamente, nel corso degli anni ha trovato la sua strada grazie alla lettura e alla scrittura e ha sviluppato un debole per il fantasy e le eroine mascherate. Ciò, l’ha portata ad avere la “cattiva abitudine” di acquistare più libri del dovuto per una persona che cambia casa molto spesso.
Ha una grande passione per i social media e potete seguirla qui:
Twitter
Tumblr

cover originale 
******
Anche voi state aspettando con ansia questa uscita?
In quanti avete già prenotato la copia in libreria? :P 


A presto!
xoxo

Segnalazione Made in Italy: "Come un dio immortale" di Maria Teresa Steri

Buongiorno, carissimi lettori! ^^
Oggi vi propongo un altro romanzo self, davvero molto intrigante. Si tratta di un thriller soprannaturale, dell'esordiente Maria Teresa Steri, già al suo terzo romanzo. La copertina è molto bella, la trama anche, quindi non esitate e provate a dare un'opportunità a questo misterioso e senz'altro appassionante romanzo.

Come un dio immortale
di Maria Teresa Steri


Prezzo eBook: 2,99 euro
Prezzo cartaceo: 15,00 euro
Pagine: 500 ca.
Genere: thriller soprannaturale
Editore: self publishing
Data di pubblicazione: 7 Novembre 2017


Aggredito in un parco cittadino, Flavio si risveglia nella baracca di una giovane senzatetto, Lyra. Dopo essersi presa cura di lui per tre giorni, la donna lo manda via in modo brusco. Tornato a casa, per Flavio nulla è più come prima. Il rapporto con la fidanzata va a rotoli, mentre crescono la passione e l'ossessione per la misteriosa Lyra. Indagando, Flavio apprende che a sei anni è scomparsa da casa senza lasciare tracce. Il suo caso però non è l’unico in città. Negli ultimi vent’anni, altre sei persone sono sparite nel nulla, e tutte erano collegate a un noto scrittore dell’occulto. Convinto che Lyra sia scappata da una setta, Flavio è deciso a liberarla dal suo oscuro passato. Ma quando scopre che dietro la sua storia si cela una verità del tutto diversa, comincia a capire di essere anche lui una pedina di un gioco più grande, iniziato cinquant’anni prima. Un gioco che si fa sempre più pericoloso e che lo costringerà a mettere in dubbio tutto ciò che sa della sua vita e della realtà che lo circonda.

L'autrice

Maria Teresa Steri è nata nel 1969 e cresciuta a Gaeta. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia si è trasferita a Roma, dove vive attualmente con il marito. Ha collaborato come giornalista pubblicista nella redazione di quotidiani e riviste per la scrittura di articoli, la revisione di testi e l’impaginazione.
Cura il blog Anima di carta (http://animadicarta.blogspot.it/) dedicato a chi ama scrivere e leggere. Si interessa di scrittura creativa e antroposofia. È un’appassionata di Alfred Hitchcock. I suoi autori di narrativa preferiti sono Ruth Rendell e Boileau-Narcejac.
Ha pubblicato nel 2009 il suo primo romanzo “I Custodi del Destino”, un thriller basato sull’idea della reincarnazione. Nel 2015 è uscito “Bagliori nel buio”, un noir con elementi sovrannaturali. “Come un dio immortale” è il suo terzo romanzo.

******

A presto!
xoxo

lunedì 13 novembre 2017

Pensieri di Dramanti: "Descendants of the Sun"

Buongiorno, carissimi lettori e buon lunedì! ^^
Eccoci ad un nuovo appuntamento con la rubrica dedicata ai drama <3 La scorsa settimana Alessia Litta ci ha deliziati con la recensione di Kill me, Heal me, un drama incredibile che spero abbiate avuto modo di recuperare, oggi invece Corinne Savarese ci parlerà di Descendants of the Sun, uno dei drama più belli e spettacolari di sempre (anche dei più visti in assoluto). Una storia ricca di suspense, di azione e di amore, che tra l'altro è stata galeotta per i due protagonisti, che si sono conosciuti e innamorati proprio su questo set. Se non avete ancora visto Descendants of the Sun non siete delle vere kdrama lovers, perciò vi consiglio di non perdere questo vero gioiello!

Descendants of the Sun


Episodi: 16
Anno: 2016
Cast principale: Song Joon Ki, Jin Goo, Song
Hye Kyo, Kim Jin Won
Genere: romance, comedy, medical drama
Network: KBS2
Paese d'origine: Sud Corea
Disponibile su: Viki


Song Joong Ki e Song Hye Kyo. Loro sono la coppia del momento. Il 31 ottobre scorso sono convolati a nozze facendo impazzire il web e tutto il fandom Kpop. La rete era praticamente invasa da immagini di loro due che si guardavano teneramente negli occhi. Immagini che, per chi come me ha visto Descendants of the sun, sono il vero coronamento di una storia che abbiamo shippato fin dalle prime scene del drama. Un drama che ho adorato e che è entrato di diritto sul mio podio. Le emozioni potenti che mi ha suscitato hanno forzato il mio cuore e ci hanno fatto casa dentro in maniera dirompente. Non è di quei drama che ti prende piano piano, tutt’altro. Fin da subito Yoo Si-jin (Song Joong-ki) e Seo Dae-young (Jin Goo), nomi in codice Big Boss e Wolf, mi hanno catturata con il loro cameratismo, il forte legame che li unisce fatto di fedeltà e onore e l’ironia con cui affrontano ogni sorta di situazione. I due, rispettivamente Capitano e sergente Maggiore dell’Unità di forze speciali della Korea del sud, si ritrovano a placcare e poi soccorrere un giovane borseggiatore che, a loro insaputa, nel mentre li deruba.
Raggiuntolo poi in ospedale per recuperare la refurtiva si imbattono nella dottoressa Kang Mo-yeon. Per Big Boss è colpo di fulmine e senza troppi giri di parole la invita a uscire. La vita è fugace, per uno come lui. Esiste l’oggi, e domani chi lo sa. Oggi è qui, domani in una missione suicida. Non può perdere tempo, deve cogliere le occasioni quando si presentano e una come la dottoressa Kang Mo Yeon non è decisamente un’occasione da perdere. Provano a uscire insieme qualche volta, ma non è facile per nessuno dei due. Lei chirurgo, soggetta a imprevisti e urgenze ospedaliere, lui sempre in bilico tra una missione e l’altra, e gli appuntamenti non superano mai la prima mezz’ora, lasciando la povera dottoressa con mille quesiti senza risposta. “Quando ci rivedremo?” “Dove stai andando?” “Sarai al sicuro?” ma soprattutto “Tornerai vivo?”
I loro mondi sono agli antipodi. Una, lotta per salvare vite, l’altro per salvarne alcune, deve ucciderne altre. Per la dottoressa Kang Yeon tutto questo diventa troppo e sceglie di chiudere la loro relazione. Passerà quasi un anno prima che si ritrovino in circostanze alquanto insperate.
Kang Yeon viene spedita insieme a un’équipe di medici del suo ospedale a prestare servizio a Urk, nei Balcani, dove Yoo Si Jin era in missione già da diversi mesi, a sua insaputa. Ritrovarlo lì, per lei, è un colpo. Nessuno dei due aveva mai dimenticato veramente l’altro e per quanta reticenza la dottoressa faccia, per quanta paura di soffrire abbia, non riesce proprio a resistere al fascino di Yoo Si Jin. La loro storia sarà travolta e stravolta da mille pericoli, tra disastri ambientali, traffici di diamanti, di armi, crisi diplomatiche e quarantene per malattie epidemiche. Entrambi rischieranno di morire più volte e il loro rapporto ne sarà a volte distrutto, a volte rafforzato. 
Le parole di un personaggio in particolare, per la dottoressa Kang Yeon, saranno un tormento:
Big boss… è intelligente, simpatico, misterioso... ma ha molti segreti. 
Sparirà di tanto in tanto, sarà difficile da contattare, 
e poi un giorno... puff, non farà più ritorno.” 
La paura continua che queste possano un giorno avverarsi la perseguitano e tengono altissimo il livello di angst. Del resto è comprensibile. Come si può vivere serenamente salutando il proprio uomo, sapendo a quali missioni va incontro? Missioni pericolose, segrete, dalle quali lo Stato stesso prenderebbe le distanze se qualcosa dovesse andare male. Per la dottoressa Kang questo è l’ostacolo più difficile da accettare e che mette continuamente in bilico la loro relazione. Del resto lei stessa è stata vittima innocente, rischiando la vita più volte, solo standogli accanto a Urk. 
Al loro fianco c’è un’altra coppia che ho amato moltissimo. Quella tra il Sergente Seo Dae Young (Jin Goo) e il Primo luogotenente Yoon Myeong-joo (Kim Ji-won). I due innamorati sono continuamente separati dal padre di Yooun Myeong, il generale Yoon Gil-joon (Kang Shin) che non vede in Seo Dae Young un compagno all’altezza della figlia e soprattutto non vuole che questa si ritrovi a soffrire per un uomo il cui futuro è costantemente incerto e in pericolo di vita. Seo Young cerca di guadagnarsi il rispetto del generale seguendo ogni suo ordine, per quanto sbagliato, ma la loro storia ne risentirà e il loro amore sarà molto travagliato.
Ho trovato tutto perfetto, in questo drama: la scenografia spettacolare, le ambientazioni indimenticabili, la fotografia favolosa. Con una OST meravigliosa, parole che arrivano dritto al cuore con le scene giuste al momento giusto, questo drama porta dei messaggi forti, tra i quali l’onore di un soldato, il suo coraggio, il non aver paura di morire per la propria nazione servendola e servendo i suoi cittadini, con la mano sul cuore, certo che sia la cosa giusta da fare. Tutto questo è Yoo Shin Ji. Lui che farebbe da scudo col proprio corpo quando si tratta di anziani, bambini o belle donne. Il disastro ambientale che i protagonisti dovranno affrontare, un terribile terremoto, per chi come me lo ha vissuto in prima persona, è reso in maniera così realistica da sentirsi stringere in una morsa ed è meraviglioso vedere la forza di medici e militari all’opera nei soccorsi di salvataggio, il loro gran cuore, il coraggio, il sacrificio che troppo spesso dimentichiamo di fronte a queste tragedie. È bello che vengano invece qui riconosciuti, dando loro il giusto tributo. 
Altri personaggi fanno da contorno e ognuno ha una storia a cui ci si affeziona. Tutti, con le proprie debolezze, le paure e le sofferenze, troveranno nel volontariato a Urk la risposta: quella scintilla per rinascere più forti, e imparare ad affrontare la vita con una nuova consapevolezza, quella di chi ha visto la morte in faccia e sa non c’è nulla che possa fare più paura. Ci saranno altri momenti terribili, non lo nascondo. Momenti in cui farà così male che vi sentirete lacerare la gola dal dolore per la voglia di piangere. Non vi basteranno i fazzoletti. Niente vi darà sollievo, se non andare avanti e vedere come va a finire. Non è un drama leggero, questo. È un drama che ti riempie il cuore e poi te lo stritola, lo strizza lasciandolo in fin di vita, per poi ricolmarlo e coccolarlo di nuovo, cullandoti alla fine in un dolce tepore. 
Un drama assolutamente da guardare!




*** Corinne ***