Recensioni

venerdì 14 giugno 2013

Rubrica: Parola di Alex #4

Buonasera a tutti e benvenuti ad un nuovo appuntamento con "Parola di Alex"! :) Eravate impazienti, eh?
Parola di Alex è una rubrica settimanale di consigli letterari. Due libri letti da Alex finiranno sulla sua bilancia, ma solo uno sarà quello che l'ha convinta davvero, mentre l'altro un enorme delusione. Scopriamo insieme cosa consiglia e sconsiglia oggi la nostra amica! ;)

Buon venerdì amici 
Eccomi pronta a parlare delle mie letture consigliate e non.
L'arrivo dell'estate e il maggiore tempo a mia disposizione,mi permettono di leggere senza sosta (finalmente direi!).
Oggi voglio parlarvi di due letture molto diverse: "Ti lascio una canzone" di Sarah Dessen e 
"Forever" di Maggi Stiefvater.

LIBRI LETTI




Ti lascio una canzone di Sarah Dessen
e
Forever di Maggie Stiefvater


LIBRO CONSIGLIATO

Ti lascio una canzone
di Sarah Dessen


Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 355
Genere: Narrativa, Romance
Editore: Mondadori (collana Chrysalide)

Owen non ama la musica, Owen vive per la musica. Lavora con la musica, cammina con la musica, parla attraverso la musica. E dopo la musica, nella "religione" di Owen, c'è la verità: lui crede che negarla o semplicemente nasconderla non serva a nulla. Annabel invece è una di quelle ragazze che apparentemente hanno tutto: bellezza, bravura, popolarità, amicizia. Ma a lei sembra di non avere più niente da quando la sua migliore amica la evita. E il perché è una verità scomoda che non ha il coraggio di tirare fuori. Una verità sepolta come i desideri che non riesce a esprimere, le decisioni che non riesce a prendere. Fino a quando in questo mondo ovattato e triste, pieno di bugie di cristallo, arriva Owen, per insegnarle a non giudicare, ma solo ad ascoltare: ad ascoltare la musica, ad ascoltare se stessa, a far esplodere il suo cuore.


LA MIA OPINIONE

Ti lascio una canzone di Sarah Dessen è stata una dolcissima sorpresa, in quanto pur non avendo mai letto nulla di questa autrice, sono stata stuzzicata dalla trama.
Una storia semplice, una famiglia apparentemente perfetta ed una ragazza, che agli occhi degli altri ha tutto!
Il messaggio di fondo è chiaro, come quello che la Dessen ribadisce in ogni pagina del libro: ognuno di noi mostra solo ciò che vuole che gli altri vedano di sè...
Annabel è una ragazza gentile e incline ad omettere la verità su ciò che pensa, per non ferire gli altri. In realtà, lei è una ragazza splendida, altruista e generosa, ma l'amicizia con Sophia l'ha resa tutto ciò che Annabel non è. Segreti e bugie sono l'unica costante per Annabel, che adesso si trova sola, isolata da quelli che riteneva amici. Ostenta sicurezza quando in lei tutto è incerto... Solo Owen, un ragazzo apparentemente fuori dal mondo, riesce a rendere meno difficile dire quello che prova e pensa. Lui che ama due cose: la musica e dire sempre la verità!
Una storia che riesce a coinvolgere subito per via dello stile diretto e incalzante della Dessen. Spesso l'errore che commettiamo è proprio quello di giudicare senza conoscere, di etichettare senza permettere agli altri di svelarsi...
Non pensare, ne giudicare: ascolta e basta!

VERDETTO FINALE

Consigliato perché riesce a trattare argomenti attuali e difficili con semplicità e chiarezza.


LIBRO DELUDENTE

Forever
di Maggie Stiefvater


Serie: I lupi di Mercy Falls #3
Prezzo: 17,00 euro
Pagine: 465
Genere: urban-fantasy, paranormal
Editore: Rizzoli (collana 24/7)

È arrivata una nuova primavera a Mercy Falls. Grace, che per sopravvivere ha dovuto cedere al suo animo di lupo, continua a mutare forma. Sam, saldo nella sua pelle di umano, la cerca. Perché la ama e conosce il dolore delle metamorfosi. Quando nel bosco viene ritrovato il cadavere di una ragazza la situazione precipita: il branco è in pericolo, Grace è in pericolo, e Sam deve tentare di salvarli, deve salvare Grace, a qualunque costo...

LA MIA OPINIONE

Premetto che non sono mai stata fan delle storie di lycan, perciò potete immaginare quanto fui piacevolmente sorpresa da ShiverIn Shiver, la Stiefvater aveva unito la dolcezza della poesia ad una storia di lupi e fantasia. Tutto di quel libro mi era piaciuto, Sam e Grace sono rimasti nei miei pensieri di lettrice per molti giorni. Anche Deeper non fu da meno, pur mantenendo una sorta di romanticismo malinconico, aveva uno stile più veloce e ricco d'azione. Ma Forever no. Per carità, ho apprezzato il tentativo (mal riuscito) della Stiefvater di unire gli stili di entrambi i libri precedenti in questo, ma tutta la storia non funziona, come non funzionano i protagonisti. Sembra una trama scritta in corso d'opera o in continua mutazione non voluta.
Grace sembra una pazza senza un briciolo di buon senso... Sam ha perso la sua adorabile e malinconica personalità, per diventare musone e scontroso.
Cole è l'unico che riesce a dare una continuità realistica al suo personaggio (ho veramente apprezzato il suo personaggio!)
Il finale è pessimo perché, pur avendo una conclusione plausibile, rimane troppo aperto, come qualcosa che l'autrice voglia far finire al lettore stesso.
Ennesima saga sulla quale avevo riposto grandi aspettative, che mi ha puntualmente delusa!
Magari ho maturato ideali troppo alti, attendere un libro un anno o quasi non giova per davvero alla mia scarsa pazienza!


VERDETTO FINALE

Sconsigliato perché un finale di saga deve chiarire e concludere situazioni in maniera esauriente.



Per questa settimana è tutto! Alla prossima con "Parola di Alex" ;)

xoxo








4 commenti:

  1. MI segno "Ti dedico una canzone" non conoscevo questo libro e se devo essere sincera non conoscevo neanche l'autrice, però le tue parole e la trama mi hanno incuriosita!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary "Ti lascio una canzone" è una bella lettura e la Dessen ha uno stile incantevole!

      Elimina
  2. "Ti lascio una canzone" non lo conoscevo, mi sembra molto carino, ci farò un pensierino =) Mentre per "Forever" concordo in pieno con te! Anche io non vado pazza per i licantropi (o come chiamare quelli della Stiefvater) però i primi due libri non erano male. Il terzo invece...no no no! Quello non è un finale! E poi quella benedetta cura a cui Cole non smette un attimo di lavorare dov'è finita?! Comunque anche a me l'unico ad essermi piaciuto veramente è stato proprio Cole, l'ho adorato =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valy sono assolutamente d'accordo con te,avrei preferito un finale già in Deeper,perché la storia stava diventando un po' sconclusionata ;)
      Cole è stato splendido,al contrario di Sam che un po' mi ha deluso.
      La Dessen è tutt'altro genere,ma se ami la narrativa la troverai molto brava!

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)