Recensioni

martedì 29 maggio 2012

Recensione: "Cinder. Cronache Lunari" di Marissa Meyer


Leggere "Cinder. Cronache lunari" è stato come leggere una fiaba senza tempo, come leggere una storia che avevi nel cuore e che speravi prima o poi qualcuno avrebbe scritto.
Grazie Marissa Meyer!




Scheda tecnica

Titolo: Cinder. Cronache lunari
Autore: Marissa Meyer
Prezzo: 17,00 euro
Pagine: 394
Editore: Mondadori (collana Chrisalide)

Trama

Cinder è abituata alle occhiate sprezzanti che la sua matrigna e la gente riservano ai cyborg come lei, e non importa quanto sia brava come meccanico al mercato settimanale di Nuova Pechino o quanto cerchi di adeguarsi alle regole. Proprio per questo lo sguardo attento del Principe Kai, il primo sguardo gentile e senza accuse, la getta nello sconcerto. Può un cyborg innamorarsi di un principe? E se Kai sapesse cosa Cinder è veramente, le dedicherebbe ancora tante attenzioni? Il destino dei due si intreccerà fin troppo presto con i piani della splendida e malvagia Regina della Luna, in una corsa per salvare il mondo dall'orribile epidemia che lo devasta. Cinder, Cenerentola del futuro, sarà combattuta tra il desiderio per una storia impossibile e la necessità di conquistare una vita migliore. Fino a un'inevitabile quanto dolorosa resa dei conti con il proprio oscuro passato.



Recensione

Non avrei mai voluto smettere di leggerlo. Mai. Sarebbero dovute essere almeno 1000 pagine, se non di più!!!
Vi rendete conto di come mi sia combinata leggendo Cinder??
Cinder-Cronache lunari mi ha letteralmente conquistata. Dalla prima all'ultima pagina. Dalla prima all'ultima parola. Dalla prima all'ultima scena. Uno dei più bei romanzi YA che abbia mai letto!

La storia si basa sulla fiaba di Cenerentola e da essa prende alcuni elementi fondamentali (non mancano la matrigna e le sorellastre - anche se una è buona - né il principe, né il famigerato ballo con tanto di fuga rocamblolesca), eppure non potrebbe essere più originale, grazie ad aggiunte che hanno fatto di questo romanzo un capolavoro, secondo me.
Quando ho comprato Cinder, ci ho impiegato un po' prima di prenderlo in mano e leggerlo. L'idea che la protagonista fosse un cyborg mi faceva un po' strano. Non sapevo se mi sarei abituata all'idea e avrei apprezzato la storia fino in fondo. Per fortuna che ho dato ascolto al mio istinto. Qualcosa mi diceva che prima avrei dovuto leggerlo e poi fare tutte le dovute supposizioni.
Cosa buona e giusta!

Cinder lavora in un mercato di Nuova Pechino come meccanico. Un terribile incidente, quando aveva undici anni, l'ha resa ciò che è: un cyborg, ovvero in parte umana e in parte macchina. La gente non vede di buon occhio quelli come lei, nonostante siano parte integrante della popolazione. Eppure, grazie alla sua fama di bravo meccanico, un giorno il bel principe Kai si presenterà da Cinder per un lavoro. Un incontro, questo, che sorprenderà entrambi...


- Tu sei Lihn Cinder?
- Sì, Vostra Alt... - si morse le labbra.
- Il meccanico?
Lei annuì. - Come posso aiutarvi?
Invece di rispondere, il principe si chinò, piegando il collo così tanto che lei non ebbe altra scelta che gaurdarlo negli occhi, e le sorrise. Il suo cuore fece un balzo.
Il principe si raddrizzò, costringendola a seguirlo con lo sguardo.
- Non sei esattamente come mi aspettavo.
- Bè, anche voi non siete proprio... come io... ehm.


Inizia così la storia di Cinder, ma ci sono così tanti elementi a condirla e a renderla originale che non saprei quasi da dove iniziare a parlare.
Abbiamo la peste, una piaga tremenda che sta decimando la popolazione  e alla quale non si riesce a trovare una soluzione. Tutti gli esperimenti scientifici, fatti proprio su dei cyborg, sembrano non portare a nulla. Finché, un giorno, Cinder non conoscerà il dottor Erland. Lui si renderà subito conto di quanto lei sia speciale e insieme cercheranno una cura per la malattia.
Peccato che ogni sforzo sarà vano...
E qui entrano in gioco i lunari. Chi sono i lunari? Beh, vi giuro che non ho potuto fare  a meno di sorridere quando ho letto di questa gente proveniente dalla Luna, con relativa Regina, perfida e manipolatrice: Levana. Ho sorriso perché ho pensato che non c'entrasse nulla, che fosse un'idea assurda e, invece...
Una volta presa confidenza con i lunari, che vengono descritti molto bene (esseri bellissimi, il loro fascino è magnetico, soprattutto quello della regina), ho cominciato a leggere con una foga che non avete idea. La storia mi stava travolgendo.
Levana detiene un potere fuori dal comune: può manipolare le menti degli umani, costringerli a fare, a pensare ciò che vuole lei. Brrrr, brividi!
E in più, è l'unica in possesso di una cura per la peste.
Questo mette in subbuglio l'integerrimo principe Kai che, dopo la morte del padre, colpito dalla malattia, si trova ad essere Imperatore e a decidere le sorti del regno. E, naturalmente, lui pretende il meglio per il suo regno. Ma Levana vuole essere imperatrice ed è disposta a tutto...

 La storia è così bella ed intrigante arrivati a questo punto che la notte già non riesco più a dormire e penso a come andrà a finire. Che ne sarà di Cinder, innamorata del principe costretto a sposare un'ambigua regina della Luna?
Se pensavate che le sorprese fossero finite, vi sbagliavate, perché  la nostra Meyer non ha ancora finito di scioccarci. Una verità sulla protagonista, cambierà le carte in tavola e probabilmente oltre la sua sorte, anche quella di tutti gli altri. Ma, per saperlo, dovremo aspettare il seguito.
E spero non sarà una lunga attesa, perché non voglio impazzire!

Mi sono ricreduta su tutto, leggendo Cinder. Nonostante non amassi le ambientazioni orientali, questa volta l'ho adorata.
I protagonisti, tutti ben definiti, era impossibile non amarli o non odiarli.

Cinder = amore sconfinato! Forte, decisa, coraggiosa, sicura di sè. Una con le palle, insomma. Le avrei voluto fare un applauso quando è spuntata al ballo non vi dico in che condizioni. Oppure ogni volta che rispondeva per le rime alla matrigna. Fantastica!

Kaiprincipe del mio cuore! Bello, dolce, leale e caparbio. Un sogno, in carne ed ossa praticamente. Il modo in cui corteggia Cinder è da manuale! Vi dico solo che è uno che non molla.

Ikosimpaticissimo robot:) Come si fa a non sorridere tutte le volte che entra in scena, è impossibile.

Peony = tenera sorellina. Delle due figlie di Adri, lei è quella buona. In più, è amica di Cinder, il che me la fa piacere per forza.

Adri = odio profondo! Si sa che la matrigna è perfida, ma Adri è molto di più. Le escono dalla bocca parole tremende nei confronti della povera Cinder. Fortuna che lei è forte...

Levana = Regina glaciale! L'ho trovata inquietante oltre ogni dire. L'antagonista perfetta di Cinder, un personaggio spettacolare in una storia fuori dal comune.

Per chi ancora non l'ha letto, consiglio vivamente di rimediare in fretta. Cinder è un romanzo che fa innamorare, che fa urlare, che fa piangere! Proverete un sacco di emozioni leggendolo e poi... non per fare la guastafeste, ma avete idea di quello che ci aspetta nei prossimi libri? Incontri molto, molto speciali. E dai, qualcosa lasciatemela dire, non me ne vogliate!
Questi  sono i titoli dei libri che seguono Cinder:
- Scarlet
- Cress
-Winter
E gli incontri speciali di cui vi parlavo, riguarderanno personaggi di altre famose fiabe: Cappuccetto Rosso, Raperonzolo, Biancaneve.

Mamma mia, che intruglio! Ma ci credete che muoio dalla voglia di leggerli?
E voi?
Vi ho convinti un pochetto a leggere questo fantastico romanzo?

Voto: 10/10




1 commento:

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)