Ultime recensioni

sabato 24 novembre 2012

Le Recensioni di Alex: "Warm Bodies" di Isaac Marion

Carissimi followers,
oggi Alex ha recensito per voi Warm Bodies, dopo essersi innamorata del protagonista del film che uscirà al cinema a breve:) Ecco il suo punto di vista sul romanzo...

Warm Bodies
di Isaac Marion

Prezzo: 14,50 euro
Pagine: 269
Editore: Fazi (collana Lain)


R è uno zombie in piena crisi esistenziale. Cammina per un'America distrutta dalla guerra, segnata dal caos e dalla fame dissennata dei morti viventi. R, però, è ancora capace di desiderare, non gli bastano solo cervelli da mangiare e sangue da bere. Non ha ricordi né identità, non gli batte più il cuore e non sente il sapore dei cibi, la sua capacità di comunicare col mondo è ridotta a poche, stentate sillabe, eppure dentro di lui sopravvive un intero universo di emozioni. Un universo pieno di meraviglia e nostalgia. Un giorno, dopo aver divorato il cervello di un ragazzo, R compie una scelta inaspettata: intreccia una strana ma dolce relazione con la ragazza della sua vittima, Julie. Un evento mai accaduto prima, che sovverte le regole e va contro ogni logica. Vuole respirare, vuole vivere di nuovo, e Julie vuole aiutarlo. Il loro mondo però, grigio e in decomposizione, non cambierà senza prima uno scontro durissimo con...


Guarda il trailer del film


 
Ebbene si l’ho ammetto ho iniziato a leggere Warm bodies solo dopo aver visto il trailer del film!
Beccata in pieno lo sò... avevo per diverso tempo “snobbato” questo libro, colpa anche dell’orrenda cover e storcendo il naso all’improbabile coppia zombie-umana. Errore Alex, mai giudicare un libro o qualsiasi altra cosa dalle apparenze.

“Hai saputo, o Gilgamesh,
cosa mi interessa,
bere dal pozzo dell’immortalità.
Ovvero far si che la morte
risorga dalle tombe
e i prigionieri dalle loro celle
I peccatori dai loro peccati.
Penso che il bacio dell’amore uccida il nostro cuore di carne.
E’ l’unica strada per la via eterna.
Insostenibile fintanto che è vissuta 
tra i fiori sfioriti e addii strillati.
Dalle braccia troppo tese delle nostre anime vuote.”

Sin dalle prime pagine l’universo post apocalittico di Warm bodies rappresenta una vera e propria incognita, perchè a differenza di altri distopici, in questo caso le cause della distruzione della società non sono chiare. Un virus misterioso, una guerra o un’epidemia battereologica possono essere state le cause del tracollo sociale che ha obbligato i “sani” o barricarsi in città stadio  di cemento e lamiere, per non farsi infettare dagli mostri che arrancano nelle periferie in cerca di carne e ricordi!
R, il nostro protagonista, non deve essere morto da molto perchè ancora sente la nostalgia di quella che una volta doveva essere la sua vita, il suo lavoro, i suoi sogni ma nonostante tutto non ricorda più il suo nome... soltanto una singola lettera. Il suo essere uno zombie sembra essere un incubo nel quale annaspa alla ricerca di se stesso... i suoi ricordi sono frammentari come una vaga coscienza di sè, lui e gli altri zombi riconoscono edifici distrutti, carcasse arrugginite di auto, ovvero ciò che rimane del mondo annientato, ma nessuno di loro ha una storia individuale.
Vivono dentro un aereoporto abbandonato alla periferia di quella che una volta doveva essere una metropoli, escono insieme alla ricerca di “cibo” e tutto scorre lento ma inesorabile senza un obbiettivo da realizzare.
Unica scintilla di vita è rappresentata dal rubare i ricordi alle vittime... mangiare il loro cervello accende la loro mente come un cinescopio e per una manciata di secondi profumi, musica, esperienze altrui, fluiscono nella mente di R per poi scomparire lasciando il nulla completo. Ma nonostante ciò, R ha pensieri eloquenti e una vivace immaginazione che purtroppo quando apre bocca collassa... non riesce a formulare più di quattro sillabe!
La svolta per R arriva inaspettata nella sua non-vita, un giorno durante una delle sue escursioni alimentari in città si imbatte, insieme al suo migliore amico M, in un piccolo manipolo di umani intenti a raccogliere scorte di medicine.....

 <<Perry Kelvin la sua ultima vittima......la svolta di R>>.

I ricordi di Kelvin saranno fondamentali per R... la sua natura verrà stravolta per sempre... la vita di un giovane soldato e la non vita di una zombie intrecciate in un solo filo... e in mezzo Julie la ragazza della vittima, ultima tessera del puzzle di questa storia che un pò splatter e molto intensa... mi ha stregata letteralmente!
R fa una scelta: porta Julie con sè all’aereoporto, la protegge anche da se stesso... tutto cambia, piccoli impercettibili cambiamenti irreversibili ma radicali sulle note di Frank Sinatra, tra cibo surgelato e ricordi dolorosi.... l’amore schiude i suoi petali con una dolcezza infinita e orgogliosa!

"La sai qual’è la cosa più folle R?
A volte fatico a credere che tu sia uno zombie... a volte credo che il tuo
sia un costume teatrale, perchè quando sorridi... è difficile crederti!"

Lui salva lei... lei lo cambia, no questo non è il solito clichè, non è la classica storia della bella e la bestia, è il desiderio di cambiare, di migliorare, di cercare una soluzione, di sognare la propria felicità, nonostante il mondo intorno a loro si stia sgretolando tra orrore e dolore!
Tre passi: VOLERE, PRENDERE E VIVERE... l’anima e la coscienza di Perry unita a qualsiasi cosa sia rimasta di R daranno il via alla svolta, alla speranza per persone che non hanno avuto una scelta prima d’ora e che adesso la reclamano.
L’amore antidoto e cura... non esiste forza al mondo più potente di esso.

Ironia e dolore
scene splatter e la dolcezza più assoluta
umanità e mostruosità
vita e non-vita
<SOGNI>

La trama sin da subito risulta scorrevole e interessante, fluida e a tratti più lenta per culminare negli ultimi capitoli in un crescendo di azione ed emozioni forti.
Isaac Marion riesce a incuriosire il lettore con una storia d’orrore e d’amore con uno stile narrativo originale e ricco di ironia... l’amore, l’amicizia e la morte assumono un significato ancora più forte in un contesto fatto di zombie... per nulla banale.
Le voci narranti sono due, quella di R e il suo alter ego (chiamiamolo così) Perry che alternandosi in pensieri e ricordi raccontano passo dopo passo i cambiamenti e le svolte della storia.
I personaggi assolutamente diversi uno dall’altro, proprio questo è uno degli aspetti più interessanti del libro.
R uno zombie con una notevole capacità di introspezione mentale che si rifiuta di essere ciò che è; odia uccidere anche se questo gli permette di continuare ad esistere. Le poche sillabe che con rabbia riesce ad articolare sono insufficienti in confronto al turbinio di pensieri che affollano la sua mente  ed il suo cuore fermo contiene sentimenti ed emozioni che non vedono l’ora di trovare un varco!
Julie una ragazza problematica e forte, scontrosa e tenace come i sogni che vuole realizzare;
non è la classica protagonista indifesa e lagnosa, Julie riesce a tenere in riga R  con la sua dolcezza e fragilità sveglia in lui qualcosa di nuovo e bellissimo.
Perry un protagonista solo nella mente di R ma fondamentale per il ruolo che svolge nella storia, anche lui ha un passato fatto di perdite e dolore e i suoi ricordi attecchiranno in R con una grande prepotenza!
M lo zombie migliore amico di R, ironico e coraggioso, fidato e rivoluzionario. Chi dice che gli zombie non hanno carattere, M ne ha da vendere ;)
Nora amica del cuore di Julie è come M per R la costante... l’amicizia e il sostegno.
Un finale non scontato, anzi tutt’altro che tale!

Un romanzo che ho snobbato e adesso mi trovo ad amare, per una volta la forza delle immagini di un trailer hanno ispirato la mia immaginazione e mi sono lasciata trasformare da questo adorabile zombie <3

Unica pecca, secondo me, è la mancanza del pov di Julie che avrebbe sicuramente reso più dinamici alcuni capitoli, dando al lettore il punto di vista di una umana in mezzo a tanti carnuti e concedetemi in un libro scritto e narrato da uomini... le idee pungenti  di Julie sarebbero state interessanti!
Io che sono una grandissima fan dei libri auto conclusivi mi trovo a desiderare un continuo di Warm bodies... e contare i mesi che dovrò aspettare per vedere i protagonisti di questo libro al cinema ;)

Voto: 4 stelline Goodreads <3

Questa recensione partecipa alla "Hogwarts Reading Challenge" sul blog "Reading is Believing". Fa parte della casa "Serpreverde".

E alla "Challenge da fine del mondo", sul blog "Se taci mi piaci".


13 commenti:

  1. Interessante ..molto interessante.

    RispondiElimina
  2. Allora prima di tutto complimenti per la recensione!!
    Io ho letto questo libro l'anno scorso, l'avevo proprio cercato, mi aveva incuriosito della trama!!
    Non avevo mai letto nulla sugli zombie, infatti quello è stato il primo!! :)
    Non sapevo cosa aspettarmi, ma non avevo mai immaginato che mi sarei affezionata cosi tanto ad un personaggio, soprattutto ad uno zombie!! libro bellissimo!!
    il trailer non la'avevo ancora visto, visto proprio adesso!
    non vedo l'ora di vedere il film! :)
    Concordo con te per i fatto dei Pov di Julie!!! mi sarebbe piaciuto leggere i suoi pensieri!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary anche io non avrei mai e poi mai potuto immaginare di affezionarmi a R <3
      inoltre devo dire che ho apprezzato proprio il sapore dolce-amaro della storia e come te non avevo mai letto nulla sugli zombie!
      Ora aspetteremo insieme l’uscita del film per confrontarci anche su quello ;)

      Elimina
    2. Si aspetteremo insieme, poi ci "vedremo" qui per commentare!!!!
      speriamo bene, dal trailer sembra ben fatto!! :)

      Elimina
  3. anch'io mi sono avvicinata a questo libro dopo aver visto il bellissimo trailer anche perchè anche a me la copertina italiana non mi aveva convinto, ce l'ho in lista e non vedo l'ore di leggerlo!!! bella recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta allora il tuo la tua opinione ;)

      Elimina
  4. Fantastico!! *_* assolutamente da iniziare!!! Segnato.. si si!!! Grande socia ottima recensione, come sempre! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deb muoviti e leggilo....non vedo l’ora di sapere quello che pensi di R <3
      zombie rulez ;)

      Elimina
    2. Ale di sicuro lo leggo entro l'uscita del film!! Conto di farlo fuori durante le vacanze ;)

      Elimina
  5. Sempre più voglia di leggerlo!
    Che tipino questo R! :)

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Penelope si xd R un bel tipetto.... Ma sono certa che ne rimarrai affascinata❤❤❤

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)