Ultime recensioni

martedì 17 giugno 2014

Recensione: "L'estate nei tuoi occhi" di Jenny Han

Buon pomeriggio!
Eccomi con una nuova recensione per voi! :D
E' approdata in Italia, da poco più di un mese, l'acclamata Summer Trilogy di Jenny Han. Conosco l'autrice per altri suoi romanzi, ma non potevo lasciarmi sfuggire l'occasione di scoprire questa trilogia young adult edita da Piemme Freeway. L'ho trovata molto carina, una lettura perfetta per la stagione estiva, una serie che saprà catturarvi per la sua semplicità, spontaneità e leggerezza.
Ringrazio la casa editrice, in particolare la carinissima Lucia, per avermi inviato una copia del romanzo, in cambio di una recensione onesta.

L'estate nei tuoi occhi
di Jenny Han



Titolo originale: The Summer I Turned Pretty
Serie: The Summer Trilogy #1
Prezzo: 12,90 euro
Prezzo ebook: 6,99 euro
Pagine: 306
Link utiliIl blog di Belly
Genere: young adult
Editore: Piemme (collana Freeway)






Due fratelli. Un vero amore. Belly misura il tempo in estati. Tutto ciò che di bello e magico è accaduto nella sua vita, è accaduto fra giugno e agosto. L'inverno è solo il periodo che la divide dalla prossima estate, dalla casa sulla spiaggia, da Susannah e i suoi due figli, da Conrad e Jeremiah. Loro sono gli amici con cui è cresciuta: Jeremiah è il ragazzo su cui contare, Conrad quello che ti fa battere il cuore. E quest'estate si rivela ancora più speciale, perché sta accadendo ciò che Belly sta aspettando da tempo e che sembrava non sarebbe mai accaduto...




<<Quella fu un'estate indimenticabile. Fu l'estate in cui tutto ebbe inizio. Fu l'estate in cui diventai bella. Perché, per la prima volta, mi sentii così. Bella, intendo. Ogni estate precedente, avevo sperato che le cose cambiassero. Che la mia vita cambiasse. Quell'estate, finalmente, tutto cambiò. E cambiai anch'io.>>

Non so cosa mi aspettassi esattamente da questo romanzo, ma di sicuro è riuscito a sorprendermi e a lasciarmi un tenero ricordo, a lettura conclusa. E' vero che la mia prima passione sono i fantasy e i new adult, ma non disdegno nemmeno un romanzo leggero e un po' frivolo come questo della Han, che ha saputo tenermi incollata alle pagine e farmi passare delle piacevolissime ore. Mi sono trovata talmente immersa nella storia, da sentire addosso le estati di Belly, quelle giornate vissute senza troppi pensieri, fatte di prime cotte, primi baci, amicizie intense e tanti ricordi. Ho fatto un viaggio nel passato, riassaporando quelle piccole cose capaci di rendere speciale l'estate di una giovane adolescente. Ed è stata una bella sensazione. Strana.. ma bella, forse anche un po' nostalgica. Sono certa che questa trilogia rappresenterà per me un'ottima distrazione dalle noiose giornate lavorative che mi attendono. Il primo volume me ne ha dato la dimostrazione. Attendo di leggere gli altri per averne la conferma :D
Quello che mi ha intrigato maggiormente del romanzo della Han è stato il rapporto di amicizia che lega i tre protagonisti: Belly, Jeremiah e Conrad. I due ragazzi sono i figli della migliore amica della madre di Belly, ed entrambe trascorrono, da tutta la vita, le estati nella loro casa al mare, a Cousins Beach. Per Belly gli inverni contano poco. Contano solo le estati. Quelle che passa con i fratelli Fisher a divertirsi, lontano da tutto e da tutti, a godere semplicemente del sole, del mare, della loro compagnia. Ma c'è ben altro che la tiene legata a quel luogo e a quei ragazzi. E' il CUORE. Lei li ama tutti e due. Li ama in modo diverso e, anche se non dovrebbe, è convinta che le appartengano. Li sente suoi, in un certo senso, ne è gelosa e vorrebbe passarci insieme ogni secondo, anche quando loro preferiscono stare tra ragazzi, insieme a suo fratello Steven, e la ignorano. Ma Belly è dolce e testarda e sa come prendersi ciò che desidera. Adorabile questo lato di lei. Quando punta i piedi fa una certa tenerezza. In fondo, vuole vivere appieno le sue estati, vuole fare tutto quello che fanno i ragazzi, vuole essere in tutto e per tutto una di loro. Ma quello che non sa è che lo è da sempre... Lei è speciale, sia per Jeremiah, che per Conrad.
La narrazione è in prima persona. Attraverso la voce di Belly scopriamo ogni sfumatura delle sue emozioni. Andiamo alla scoperta del suo passato, delle giornate trascorse da bambina a Cousins Beach, le corse sulla spiaggia, le nuotate, gli scherzi. Ogni evento vissuto, anche quelli più duri da ricordare.
Belly è una protagonista che spicca poco, però, accanto alle figure di Jeremiah e Conrad, secondo me, molto meglio delineate e più credibili. Jeremiah è il classico ragazzo bello e dal cuore d'oro, sempre disposto ad aiutare, consolare, mettere a proprio agio le persone. E' un ragazzo intelligente e profondamente sensibile, molto legato a Belly e pronto a difenderla in qualunque situazione. Conrad, invece, all'opposto di suo fratello, ha un carattere più chiuso e scontroso, ha una battuta sarcastica per tutti - soprattutto per Belly - e fa di tutto per non lasciar trapelare le sue emozioni, i suoi sentimenti. Eppure, nonostante tutto, Belly ha sempre saputo che era lui. Lui è quello che le fa battere il cuore più di chiunque altro, quello che, anche se non lo da a vedere, è attento ad ogni dettaglio, quello capace di stordirti con i suoi sguardi cupi e intensi, quello impossibile da dimenticare, anche quando trascorri il tempo lontano da lui. Ma far breccia nel suo cuore è difficile, specialmente quando lui non ti ritiene altro che la sorellina piccola e immatura dell'amico Steven, una ragazza con cui non ci potrà mai essere nulla, se non amicizia. Ma ogni estate l'amicizia diventa più unica, più speciale. Ogni estate i sentimenti si intensificano e si rinnovanoBelly si riscopre più bella, con il trascorrere del tempo e, forse, pronta a fare una scelta che le cambierà per sempre la vita. Che potrebbe cambiare per sempre il rapporto con i fratelli Fisher...
La storia di Belly si legge in un soffio. Le sue avventure/disavventure sono narrate con uno stile semplice e scorrevole, piacevole anche grazie alla leggera ironia e all'ambientazione suggestiva. E' impossibile non trovare carino questo romanzo, non riuscire ad immedesimarsi nella protagonista e non desiderare, come lei, vivere solo le estati, che significano più di tutto il resto. Ma l'ultima estate, per Belly, sarà forse la più indimenticabile. E' l'estate dei cambiamenti, della crescita, delle sfide. Delle delusioni. In fondo, crescere significa anche questo: abbandonare la spensieratezza e affrontare le sfide della vita. Basta nascondersi dietro la gonna della mamma, basta giochetti da bambini, basta bugie. Crescere significa affrontare la realtà, aprirsi alla verità, dimostrarsi capaci di sopportare anche i fallimenti, i sacrifici e le insoddisfazioni. Diventare donna in tutto e per tutto.
Belly è solo all'inizio del suo "viaggio", ma so che la porterà lontano e sono curiosa di scoprire cosa accadrà durante il tragitto.
L'estate nei tuoi occhi è una lettura per ragazzi, di poche pretese, quindi non aspettatevi un capolavoro. Però, ci sono teneri momenti fatti di piccoli gesti indimenticabili, ci sono sospiri e sogni ad occhi aperti. Ci sono facili innamoramenti e un'amicizia forte e speciale. Anzi, due amicizie forti e speciali. La mamma di Belly e dei fratelli Fisher, Susannah, hanno un legame unico, che è riuscito a farmi sorridere ed emozionare. Le due donne, oltre a dimostrare di essere delle fantastiche migliori amiche, sono anche delle splendide madri, capaci di dare ai propri figli affetto e consigli come solo le grandi madri sanno fare.
Ho apprezzato la delicatezza con cui sono stati affrontati anche i temi più difficili nel romanzo. Non ci sono pagine impregnate di dolore e dialoghi alla John Green, ma emozioni sottili, palpabili tramite la sensibilità dei protagonisti (oltre una predisposizione d'animo del lettore), che sentono sulla loro pelle il peso dei problemi che li investono all'improvviso e che li porta ad accettare una dura realtà, a meditare sul futuro, su ciò che sono, a maturare in fretta e abbandonare per sempre l'età dell'infanzia. Dovranno tutti dire addio ai giorni spensierati delle vecchie estati, perché l'estate che hanno davanti è un'estate di novità, non necessariamente belle. E' probabilmente l'ultima estate che trascorreranno tutti insieme e, dunque, bisogna prendere il coraggio a due mani e fare in modo che non si dimentichi...
L'estate nei tuoi occhi è una lettura perfetta da leggere in estate, per viverla al meglio, per apprezzare quanto abbiamo e quanto potremo avere, se vivessimo con naturalezza e coraggio le nostre giornate. E' una storia che parla di crescita, che affronta il tema delicato dell'adolescenza, in cui dei giovani protagonisti si ritrovano davanti a quel bivio tra la gioventù e l'età adulta. Ma parla anche di amore, di amicizia, di famiglia. E' tutto trattato con garbo, poche righe, dialoghi brevi e incisivi, ma arriva a trasmettere ciò che deve: un senso di libertà, di freschezza, di genuinità.
Faccio i miei complimenti (quando ci vuole ci vuole) alla casa editrice che ha già pubblicato anche il secondo volume della serie, intitolato "Non è estate senza te" e che pubblicherà anche il terzo il 1° Luglio, "Per noi sarà sempre estate". Tre volumi che arrivano nelle nostre librerie a distanza di poco tempo e che potremo goderci nell'estate che ci aspetta. Bellissime anche le copertine, di cui la casa editrice ha mantenuto le immagini delle cover originali e che mi piacciono da impazzire! Non vedo l'ora di leggere i seguiti, di ritrovare Jeremiah e Conrad, così teneri nei loro sentimenti per Belly, uno così esplicito e l'altro così restio. E poi lei, Belly, una ragazza che spero di ritrovare un po' più grande, più donna, ma sempre con quello stile genuino che la contraddistingue.



Voto: 4 tazzine! Romanzo carino e appassionante, consigliato soprattutto ad un pubblico giovane, ma anche a coloro che ricercano una lettura leggera e spensierata.



A presto!
xoxo






4 commenti:

  1. che bella recensione, sono contenta che ti sia piaciuto questo libro, io lo devo ancora leggere ma è lì pronto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Chiara! :D Sì, in effetti, l'ho trovato proprio carino... ;)

      Elimina
  2. Come dico ormai ovunque, a me questa trilogia non ispira affatto..

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)