Ultime recensioni

lunedì 29 giugno 2015

Recensione: "Puoi fidarti di me" di Leisa Rayven

Sono davvero entusiasta all'idea di parlarvi di Puoi fidarti di me, il romanzo che segue Cancella il giorno che mi hai incontrato, di Leisa Rayven. L'autrice ha fatto davvero un bel passo in avanti con questo libro, regalandoci una storia più toccante e intensa, ancora più passionale, ancora più bella.
L'ho letto d'un fiato e quasi non volevo smettere. Mai tira e molla di una coppia libresca mi aveva preso così! Mi sono ritrovata completamente assorbita dai problemi d'amore di Ethan e Cassie. Spero proprio che la Rayven ci regali molto presto una nuova storia altrettanto appassionante!
Ringrazio immensamente la casa editrice per l'ebook inviatomi in cambio di una recensione onesta.

Puoi fidarti di me
di Leisa Rayven


Titolo originale: Broken Juliet
Serie: Bad Romeo #2
Prezzo: 15,90 euro
Pagine: 334
Genere: new adult, contemporary romance
Editore: Fabbri Editori (collana Life)
Data di pubblicazione: 11 Giugno 2015



La forza dell’amore vince sempre. Tranne quando manda in pezzi tutto. Cassie e Ethan si sono conosciuti, poco più che ventenni, all’Accademia d’Arte di New York: elettrizzanti ed esplosivi sulla scena, complicati e riservati dietro le quinte. Travolti da un’attrazione che li ha avvicinati sin dal primo istante. Si sono amati. Si sono spezzati il cuore. È passato qualche anno e Ethan di nuovo ha mandato al l’aria tutto: ora deve convincere Cassie di essere cambiato, di essere finalmente l’uomo che lei merita. Cassie, però, non ha dimenticato, e alle sue orecchie le promesse di Ethan suonano come minacce. Lui per convincerla è disposto a tutto: le offre uno sguardo sulla sua parte più nascosta, permettendole di leggere i suoi diari scritti all’epoca del college. Ma come può Cassie concedergli un’altra possibilità sapendo che potrebbe distruggerla di nuovo? Come se non bastasse, i due si ritrovano a recitare insieme in uno spettacolo romantico e sensuale, che mette a dura prova i loro istinti più inconfessabili, annullando ogni razionalità. Il copione sembra ripetersi: se Romeo e Giulietta li ha fatti avvicinare, questa nuova pièce rischia di distruggerli una volta per tutte. Shakespeare una volta ha scritto: “Mai è stato liscio i l corso del vero amore”. Sembra proprio che quella frase sia stata pensata per Ethan e Cassie…

<<In passato credevo di poter essere ciò di cui avevi bisogno. Ma credere ed essere sicuri sono due cose molto diverse. Adesso ne sono sicuro. Permettimi di dimostrarti che posso amarti come meriti.>>

Ebbene sì, non credevo fosse possibile, ma la Rayven mi ha proprio stupita stavolta. 
Il primo libro della serie Bad Romeo era stato per me un "nì", mi era piaciuto per alcuni aspetti, ma per altri decisamente no (QUI la mia recensione). La protagonista l'avevo trovata irritante e infantile e tanti suoi atteggiamenti non avevano fatto altro che appesantire una storia molto intrigante e promettente. Mi aspettavo dal seguito qualcosa di meglio e posso dire che, fortunatamente, l'ho trovato. Leisa Rayven affina il suo stile e approfondisce ancora di più i caratteri dei suoi protagonisti, facendoci entrare meglio nelle loro menti e facendoci esplorare i loro sentimenti in maniera totale. Le domande rimaste in sospeso nel primo libro troveranno finalmente delle risposte, perché avremo modo di indagare molto più a fondo la psiche di Ethan e Cassie. Credo di essermi presa una bella sbandata per questi due personaggi, soprattutto per Ethan e i suoi infiniti, assurdi, affascinanti complessi. Dire che mi è piaciuto questo libro sarebbe riduttivo, perché l'ho proprio adorato. La Rayven ci ha regalato una storia più matura e profonda, una storia che non riesci a smettere di leggere, una storia fatta di passi indietro, ma anche di passi avanti, di rinunce e di riavvicinamenti. La storia tra Ethan e Cassie nasce da una passione comune, quella per la recitazione. Dopo averli visti intraprendere con orgoglio i primi passi nel mondo del teatro, un mondo nel quale sembrano muoversi alla perfezione, li ritroviamo ancora lì, alle prese con sfide più grandi, con prove ancora più importanti. La narrazione continua a vagare tra passato e presente, esattamente come nel primo libro, e ci fa seguire le vicende dal punto di vista di Cassie. C'è la vecchia Cassie, quella perdutamente innamorata di Ethan, disposta a tutto pur di stare con lui, e la nuova Cassie, quella che ha conosciuto il dolore e che ha deciso di ricominciare da zero, di costruirsi una nuova esistenza senza Ethan. Ma lui sarà sempre una costante nella sua vita, che lei lo voglia o no, perché anche se le fa male ammetterlo,  non riesce a stargli lontano nemmeno un minuto.

<<Voglio lui, eppure è sbagliato. Ho bisogno di lui, ma detesto l'idea.>>

E' una relazione davvero complicata la loro. L'amore che provano è palese, così come l'indiscutibile attrazione, ma c'è sempre qualcosa che impedisce loro di stare insieme come vorrebbero. Paure, troppe paure. E incertezze. Ethan teme di non essere abbastanza per Cassie e che lei un giorno potrebbe spezzargli il cuore. Stare insieme è bellissimo, ma lui non riesce ad essere fino in fondo se stesso e si rintana in un silenzio e in un comportamento che non gli appartengono. Per quanto Cassie provi a farlo ragionare e a fare in modo che si fidi di lei e dell'amore che prova, Ethan non si sente mai realmente pronto a vivere con lei una vera e duratura relazione, una relazione normale, non riesce ad essere l'Ethan che lei vorrebbe, quello che lei merita. E' costantemente vittima dei suoi complicati stati d'animo che gli fanno vedere tutto o nero o bianco. Solo il destino e il tempo riusciranno a rimettere a posto le cose, a farlo riflettere sui sui errori e a fargli compiere le scelte giuste. Ma Cassie sarà disposta, dopo tanta sofferenza e rifiuti, a perdonarlo? Riuscirà a dargli ancora una chance? Quello che ho adorato, oltre il contesto teatrale che mi ha conquistata sin dal primo momento, è stata anche l'alchimia che l'autrice riesce a trasmettere tramite i suoi due protagonisti. Fanno letteralmente scintille e sono capaci di far venire le farfalle allo stomaco, tanto è intenso il loro amore. I dialoghi, come sempre, sono riuscitissimi. Fervore, trepidazione e sofferenza riescono a emergere in maniera distinta e a creare intorno ai protagonisti un'aura speciale che ai nostri occhi li rende ancora più magnifici. Cassie, in questo libro, sembra apparentemente rimasta la stessa di sempre, una ragazza con tanti sogni, amante delle provocazioni e ossessionata da Ethan Holt, il ragazzo che ha rappresentato per lei TUTTO e che continua ad essere il suo tallone d'Achille. Ma quando la narrazione si sposta al giorno d'oggi, Cassie dimostra di essere cresciuta, di aver imparato ad essere meno impulsiva e di avere dei problemi, di aver bisogno d'aiuto per guarire. Una consapevolezza che il lettore non può che apprezzare, soprattutto perché rappresenta un bel cambiamento per un personaggio che ha imparato a conoscere e che pareva avere più difetti che pregi. 
Ma più di Cassie, è stato Ethan a lasciare il segno. Bello, bravo e... terribilmente tormentato, questo ragazzo di grande talento deve fare i conti con una parte di se stesso oscura e impenetrabile, logorata da un terrore che lo costringe a fuggire dai sentimenti, ma che allo stesso tempo lo rende incapace a rassegnarsi e pronto a fare la guerra a chiunque si avvicini a Cassie. Incoerente, impetuoso e lacerato fino in fondo, ecco l'Ethan che farà impazzire Cassie e tutte le lettrici. Nonostante le sue debolezze e i suoi continui errori, non sono proprio riuscita a non amarlo, la sua anima afflitta ha toccato la mia e mi ha emozionata in una maniera indescrivibile. E quando poi Ethan torna a cercare Cassie, anni dopo, beh.. quello è il vero colpo di grazia, perché oltre il suo cuore le consegnerà pagine e pagine di tutte le sue paure e i suoi segreti... Il nuovo Ethan è un ragazzo davvero diverso, quasi fosse una fenice rinata dalle proprie ceneri. Tutto il dolore che ha causato e quello che ha subito non l'hanno abbattuto irreparabilmente, ma gli hanno dato la forza di risollevarsi, di riprendere in mano la propria vita e renderla migliore. Gli hanno dato la lucidità di comprendere cosa fosse davvero importante per lui e la grinta per lottare ed ottenerlo. Il personaggio di Ethan, la sua versione guarita e migliorata, è un personaggio che risplende sulle pagine, capace di far provare tanta tenerezza con le sue dichiarazioni d'amore e i tentativi di riappropriarsi di quella parte di vita che le sue tante angosce gli hanno impedito di godersi in passato. E Cassie, che non ha fatto altro che soffrire e perdonarlo anche quando aveva tutto il diritto di non farlo, sarà pronta a riaverlo accanto, a riconciliarsi a lui, la fonte di tutto il suo dolore? 
Questa è la storia di un amore tormentato e intenso, la storia di due ragazzi che ne passeranno tante prima di riuscire a comprendere di cosa hanno bisogno davvero. E' una storia in cui la passione e il desiderio sono protagonisti, ma in cui gioca un ruolo fondamentale anche il perdono. Dopo aver dato tante possibilità a chi si ama, è possibile continuare a farlo? La risposta la troverete tra le pagine di Puoi fidarti di me, Ethan e Cassie vi mostreranno quanto può essere potente la forza dell'amore, un amore che li ha portati a provare ogni gamma di emozione, ma che, alla fine, forse, ha regalato loro quella più grande...

Voto: 4,5 stelline! La storia di un amore impetuoso e tormentato, ricca di scene "hot", ma anche di incredibile romanticismo. Ammaliante!

A presto!
xoxo






2 commenti:

  1. Così su due piedi direi che questo genere non fa per me ma in questo periodo sto provando a spaziare, voglio provare a scoprire i generi letterari che ho sempre scartato a priori e.. visto quanto sta piacendo a te questa serie ci farò un pensierino!

    RispondiElimina
  2. come sono contenta di sentirlo! Ho avuto paura a leggere questo libro. Cancella il giorno... mi è piaciuto molto e temevo che il proseguo mi deludesse. Ora che ho un parere così mi ci tuffo! Grazie

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)