Ultime recensioni

domenica 29 novembre 2015

Recensione: "L'amore non è mai una cosa semplice" di Anna Premoli

Oggi vorrei parlarvi di un romanzo che ha visto da poco la luce. Si tratta dell'ultimo lavoro di Anna Premoli, autrice diventata famosa in Italia grazie a Ti prego lasciami odiare e che scala ogni classifica con qualsiasi romanzo pubblichi. A breve distanza dall'uscita di Un giorno perfetto per innamorarsi (QUI la mia recensione), l'autrice torna in libreria con "L'amore non è mai una cosa semplice", edito Newton&Compton.
Ringrazio immensamente la casa editrice per avermi dato la possibilità di leggere il romanzo inviandomene una copia, in cambio di una mia onesta opinione.

L'amore non è mai una cosa semplice
di Anna Premoli


Prezzo ebook: 4,99 euro
Prezzo cartaceo: 9,90 euro
Pagine: 314
Genere: contemporary romance
Editore: Newton&Compton
Data di pubblicazione: 19 Novembre 2015



E se per ottenere un buon voto all'università dovessi fare amicizia con qualcuno che proprio non ti piace? Lavinia pensava che nella vita avrebbe insegnato e invece, dopo la maturità, si è lasciata convincere dai genitori a iscriversi a Economia. E ormai al suo quinto anno alla Bocconi, quando si trova coinvolta in un insolito progetto: uno scambio con degli ingegneri informatici del Politecnico. Lo scopo? Creare una squadra con uno studente mai visto prima, proprio come potrebbe capitare in un ambiente di lavoro. Peccato che Lavinia non abbia alcun interesse per il progetto. E che, per sua sfortuna, si trovi a far coppia con un certo Sebastiano, ancor meno intenzionato di lei a partecipare all'iniziativa. E così, quando la fase operativa ha inizio e le sue amiche cominciano a lavorare in tandem, Lavinia è sola. Ma come si permette quel tipo assurdo - a detta di tutti un fuoriclasse dell'informatica - di piantarla in asso, per giunta senza spiegazioni? Lavinia non ha scelta: non lo sopporta proprio, ma se vuole ottenere i suoi crediti all'esame, dovrà inventarsi un modo per convincerlo a collaborare... Ma quale?

<<Ma quando sto con te a me pare di impazzire. Del tutto. Non riesco più a ragionare. E fino a prova contraria era l'unica cosa in cui eccellevo veramente. Io con te non sono mai a mio agio, perché sento di non controllare niente, sento di volere cose che sono più grandi di me e te. Qui e ora.>>

Anna Premoli è diventata rapidamente una delle mie autrici romance italiane preferite. Mi sono perdutamente innamorata del suo precedente romanzo e ho atteso con trepidazione questa nuova storia, leggendo e rileggendo la trama e sospirando al pensiero delle emozioni che l'autrice mi avrebbe regalato. Rispetto al suo ultimo lavoro, qui non siamo di fronte ad una commedia in stile chick-lit, ma abbiamo un romanzo tenero e piacevole in cui viene raccontata la storia di un primo amore, il grande amore, quello per cui si è disposti a rinunciare a tutto, anche ai propri sogni, pur di viverlo completamente. Ancora una volta, l'autrice mette in ballo due protagonisti molto diversi tra loro, talmente diversi che viene difficile in un primo momento immaginare in che modo riusciranno a rapportarsi, a superare le loro discrepanze. Ma l'autrice ci stupisce e ci dimostra come tutto è possibile, soprattutto se si ha una volontà di ferro, come la nostra protagonista Lavinia.  Lei è una laurenda alla Bocconi di Milano. Ha scelto la facoltà di Economia spinta dall'incoraggiamento e dal volere dei suoi genitori, ai quali permette di condizionarle la vita, perché troppo buona e poco sfrontata per dare voce ai suoi reali desideri. In realtà, Lavinia non ha ben chiaro cosa vuole dalla vita, quindi le loro scelte per lei vanno più che bene. Un giorno le si presenta la possibilità di deviare da questo percorso prestabilito, affiancandosi ad uno studente di un'altra facoltà per un progetto universitario comune, un lavoro che garantirebbe ad entrambi un bonus di crediti non indifferente. Stare a stretto contatto con un ingegnere informatico è quanto di più assurdo Lavinia possa immaginare, soprattutto considerando quanto lei e le sue amiche trovino strani gli studenti di quella facoltà, una "razza" con cui è difficile trovare punti in comune. Sebastiano, effettivamente, si dimostra da subito un ragazzo molto particolare, chiuso, lunatico, scostante. Lavinia, abituata ad essere benvoluta da tutti, non riesce a comprendere il suo comportamento e si metterà in testa di abbattere a tutti i costi quel muro immenso che il ragazzo ha innalzato intorno a sé, dovesse anche affrontare tutte le stranezze che fanno parte della vita di Sebastiano. La sfida si rivelerà senz'altro ardua - Sebastiano è uno che non molla e che le tiene testa - ma saprà anche sorprenderla.
Lui è così diverso dagli altri ragazzi, così intelligente e profondo, che è impossibile non lasciarsi affascinare, non rimanere vittima della sua personalità, per quanto strana e complicata. Ma Sebastiano sembra sempre inavvicinabile, sempre più intenzionato a tenerla lontana, a non aprirsi, a non lasciarsi scoprire da lei. Lui non intende esserle amico (la loro è un'amicizia a senso unico :P) ma solo portare a termine il compito per poi laurearsi e realizzare, finalmente, i suoi sogni, mettendo a frutto tutte le sue potenzialità. Lavinia, nonostante la ritrosia di Sebastiano, non si lascerà mettere da parte - per una volta sicura di ciò che desidera - e farà di tutto per riuscire a farsi spazio nella sua vita, a fargli ammettere ciò che lui si ostina tanto a negare. Farà davvero qualsiasi cosa per conquistare il suo affetto e per dimostrare che splendida persona si celi dietro quel suo pessimo carattere. Inconsapevolmente, la loro vicinanza riesce a compiere dei piccoli miracoli, portando Lavinia a diventare più sicura di sé, più sfacciata e ribelle, e Sebastiano a sciogliersi un po', ad ammettere le sue debolezze e le sue mancanze e a divertirsi come mai aveva fatto prima di conoscere Lavinia. Sono l'uno la rivoluzione dell'altro, il cambiamento di cui avevano bisogno per crescere, per vivere appieno una delle fasi più complesse della loro vita e per comprendere di cosa hanno bisogno nel loro futuro. E' davvero facile perdere la testa per questa nuova coppia di Anna Premoli, che dà vita ogni volta a personaggi unici e indimenticabili, così veri e credibili da suscitare una quantità infinita di emozioni. Sebastiano è così lontano dagli stereotipati protagonisti romance che l'ho amato a priori. Immediatamente. E follemente. Schivo eppure presente e attento, pieno di passione sotto quell'armatura che porta addosso (così come la definirebbe Lavinia). E' bello in una maniera insolita e semplice, intelligente oltre la norma, indisponente ma mai troppo irritante. E' il ragazzo ideale per cui prendere una bella cotta, misterioso quanto basta e dolce più di quanto non voglia ammettere. Di Lavinia mi ha colpito il suo percorso mentale. Non si è mai fermata a riflettere quanto nella sua vita ci fosse di stonato, perché più comodo così, molto più facile. Ma Sebastiano le insegna a non dare peso alle apparenze, a non lasciarsi trasportare dalla massa, a fregarsene del mondo e delle conseguenze, ad essere se stessa in ogni momento e non ciò che gli altri si aspettano lei sia. A fare le scelte che preferisce non quelle che le impongono gli altri. Ed eccola così fare suo quel prezioso insegnamento e intraprendere, inaspettatamente, strade nuove, anche più rischiose. Eccola mettersi, finalmente, in gioco. E' un personaggio che ispira subito simpatia, per i suoi modi di fare, per la sua solarità, per la sua folle determinazione. Una ragazza in cui rivedersi, perchè molti dei suoi difetti sono difetti comuni. Quante universitarie affrontano un percorso di studi senza sapere davvero cosa voler fare dopo, condizionati da scelte non proprie? E' una tematica molto interessante che l'autrice tratta con la sua immancabile sensibilità e grazia, riuscendo a suscitare opportune riflessioni nel lettore. E quanti ragazzi si lasciano soggiogare dai pregiudizi? Anna Premoli abbatte ogni barriera e ci regala una storia d'amore che unisce due mondi opposti ma fondamentalmente complementari, perché, in fondo, in ognuno di noi c'è un po' di stranezza...
Lo stile di Anna Premoli è sempre ineccepibile, accattivante e piacevole. La storia procede in maniera fluida e tra i due protagonisti si crea tanta di quella tensione che il lettore è portato a divorare ogni pagina, pur di mettere fine a una simile tortura. La storia di Sebastiano e Lavinia - o meglio, Seb e Lav - è una storia dolce e complicata al tempo stesso, caratterizzata da suspense, ironia e tanto batticuore. Ho letto questo romanzo tutto in una volta, perché non riuscivo proprio a staccarmene! Anna Premoli ha la capacità di tenerti incollato alle pagine, di regalarti emozioni indescrivibili, di farti sorridere e sospirare. L'amore non è una cosa semplice è stato un vero e proprio analgesico per la mia inquieta anima da lettrice. Molto apprezzati i riferimenti al mondo informatico (del quale anch'io, come Lavinia, capisco ben poco) ed economico, ma soprattutto a quella parte nerd della vita di Sebastiano, che ha contribuito a farmelo amare ancora di più (del merito l'hanno avuto anche tutte le magliette geek che indossa, la sua avversione per i social newtork e Apple, la sua passione per i giochi di ruolo e quella segreta per il cioccolato!) Se c'è una cosa di cui sono sicura è che Anna Premoli scrive magnificamente, scrive romanzi che desideri leggere ogni giorno della tua vita, ricchi di romanticismo, tenerezza e passione, senza rinunciare mai alla leggerezza di dialoghi ironici e realistici e al fascino di protagonisti caratterizzati con cura e originali. La prossima storia che la Premoli ci racconterà sarà quella di Giada, la migliore amica di Lavinia. Inutile dirvi quanto muoia dalla voglia di leggerla, vero?
Un altro successo per Anna Premoli che mi ha nuovamente conquistata, spiazzandomi con la sua storia semplice ma straordinaria. Vi straconsiglio questo libro! 


Voto: 4,5 tazzine! Un romanzo che regala belle sorprese e fa battere il cuore!

A presto!
xoxo


9 commenti:

  1. Splendida recensione!! Penso proprio che lo prenderò! Mi hanno parlato molto bene di quest'autrice e ho già un suo libro in attesa di lettura, ma penso di aggiungerci anche questo grazie a te! =D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con Anna Premoli vai sempre sul sicuro, tranquilla! Buona lettura ;)

      Elimina
  2. Bellissimo e concordo con ogni parola. Adorabile, dolcissimo, divertente. E vogliamo parlare di Seb? Io lo A.D.O.R.O. Ho un debole per i nerd. Ne ho sposato uno! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seb è un personaggio adorabile! Anch'io adoro i nerd, lui è proprio fantastico!

      Elimina
  3. che bella recensione. Mi piace questa autrice, la uso come copertina di linus quando ho voglia di qualcosa di semplice, leggero ma carino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, Anna Premoli è un porto sicuro <3

      Elimina
  4. Ciao compliementi per il blog e la recensione. Ho letto anche altrove di questo libro, ma tu mi hai proprio incuriosito.
    Se ti va passa a trovarmi nel mio blog, tra le altre cose sto organizzando anche una Reading Challenge per il 2016 :)
    http://www.emotionally.eu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille per i complimenti e anche per l'invito. Farò un salto con piacere;)

      Elimina
  5. Ciao compliementi per il blog e la recensione. Ho letto anche altrove di questo libro, ma tu mi hai proprio incuriosito.
    Se ti va passa a trovarmi nel mio blog, tra le altre cose sto organizzando anche una Reading Challenge per il 2016 :)
    http://www.emotionally.eu

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)