Ultime recensioni

domenica 11 settembre 2016

Recensione: "Tra due mondi" di Jennifer L. Armentrout

Buongiorno, cari lettori! ^^
Oggi recensisco Tra due mondi di Jennifer L. Armentrout, uscito questa estate per Harper Collins Italia. Abbiamo tanto desiderato in Italia questa serie della Armentrout e, finalmente, una casa editrice è riuscita ad accontentarci. Ho desiderato ardentemente leggerlo, conoscendo già l'autrice e avendo letto altri suoi romanzi. Le mie aspettative erano altissime. Se in un primo momento sono rimasta un po' delusa dalla storia, che mi ricordava troppo altri romanzi, poi finalmente si è ripresa e sono riuscita a divorare il romanzo nel giro di qualche ora. Nonostante il rapporto contrastante che ho avuto con questo romanzo, la mia opinione finale è positiva, perché una volta girata l'ultima pagina, non desideravo altro che avere i seguiti - TUTTI - tra le mani. 
Ringrazio immensamente la casa editrice per avermi permesso di leggere il romanzo, in cambio di una mia onesta opinione.

Tra due mondi
di Jennifer L. Armentrout


Titolo originale: Half-Blood
Serie: Covenant #1
Prezzo: 16,00 euro
Pagine: 331
Genere: urban-fantasy, paranormal, young adult
Editore: Harper Collins Italia
Data di pubblicazione: 7 Luglio 2016


Gli Hematoi discendono dall'unione di dei e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall'unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece... be', non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt'altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e... Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia.

Jennifer L. Armentrout è una delle autrici young adult che più stimo. Mi ha fatto innamorare con le sue storie e continua a farlo, riesce a creare dipendenza nel lettore e sono sempre stata convinta che anche con la serie Covenant sarebbe successo. Il primo impatto con il primo capitolo di questa saga, devo confessarlo, non è stato da subito esaltante. Mentre leggevo avevo un continuo senso di dejavù che si è protratto fino a metà libro. Se avete letto la serie Vampire Academy, della Mead, allora capirete di cosa parlo. Ho fatto un po' fatica, mi annoiavo e non la trovavo né avvincente né originale. Ma superata la prima parte, devo dire che il romanzo inizia a scorrere meravigliosamente e a diventare tanto intrigante da far divorare le pagine. Capire le dinamiche del mondo creato dall'autrice può sembrare, inizialmente, un'impresa ardua, ma presa confidenza con esse tutto vi sembrerà più familiare e facile da recepire. La storia trae spunto dalla mitologia greca, con dei e quant'altro a fare da sfondo alla vita dei protagonisti, dei che però se ne stanno in disparte da un po'. La Armentrout rielabora il mito in una maniera del tutto personale e dà vita a Puri, Mezzosangue e daimon. Gli Hematoi sono figli di dei e mortali, mentre i figli di due Hematoi sono Puri e hanno dei poteri divini, il controllo sugli elementi. L'unione di questi con i mortali, però, crea i Mezzosangue, che non hanno i poteri dei Puri, ma hanno comunque delle caratteristiche speciali, come forza e velocità, ma anche la capacità di vedere dietro la magia degli elementi usata dai daimon. Questi ultimi rappresentano la minaccia più grande per i Puri. Sono delle creature spietate, assetate dell'etere che scorre dentro di loro. Assorbendolo possono uccidere i Puri o trasformarli in daimon, una sorte davvero terribile per loro, peggiore della morte stessa. Al Covenant, che è l'istituto in cui vivono e si allenano Puri e Mezzosangue, vigono tante regole. Alex si ritrova in fuga da questo luogo con la madre, ma dopo un attacco improvviso dei daimon, la sua vita viene completamente sconvolta. La madre resta uccisa e lei viene ritrovata dalla Sentinella Aiden e riportata al Covenant. La sua sorte, per colpa della fuga e delle sue conseguenza, potrebbe essere quella di diventare schiava a vita dei Puri, ma grazie all'intercessione di Aiden, che promette di addestrarla e rimetterla in pari con il livello dei compagni, viene graziata. Alex ha un carattere impulsivo e ribelle. E' molto coraggiosa, ma è anche tremendamente incosciente. Sottostare alle regole non è di certo il suo forte, ma deve provarci, se vuole evitare un triste destino. E così si lascia allenare, con la speranza di diventare un'eccellente Sentinella e riuscire a sconfiggere i daimon, gli stessi che hanno ucciso sua madre e che continuano, fuori dalle mura del Covenant, a uccidere Puri, Mezzosangue e umani.
Questa non è che la prima parte del romanzo, quella che ho trovato meno coinvolgente, forse per via delle troppe informazioni da assimilare in una volta, oltre che per gli elementi che l'accomunano alla serie della Mead. Ma da questo momento in poi iniziano a entrare in gioco nuovi fattori e ad ogni capitolo troviamo un colpo di scena che ci attira inesorabilmente verso il finale. Le cose presto si complicano e saranno tante le rivelazioni che sconvolgeranno la vita di Alex, più di quanto non sia già stata sconvolta. L'istinto di fuggire da tutta questa follia è sempre molto forte in lei, fino a quando non si renderà conto di avere delle responsabilità che vanno oltre ciò che è giusto, oltre le regole. Lei è puro istinto e anche se è consapevole di sbagliare, non riesce proprio a frenarsi. Saranno proprio il suo coraggio e la sua immensa vitalità a colpire Aiden, il Puro che l'addestra e da cui Alex non dovrebbe sentirsi tanto attratta. Nel loro mondo una relazione tra Puri e Mezzosangue è assolutamente vietata. Ma quel coraggio sfocia nell'incoscienza, a volte, e questo la porterà a delle soluzioni che la metteranno irrimediabilmente nei guai. E' giovane, sfacciata, ha perso la madre e scoprirà anche delle cose che riguardano il suo futuro che la lasceranno allibita. Alla fine si riesce anche a giustificare certi suoi atteggiamenti sconsiderati. Mi sono fatta un'opinione del tutto diversa del romanzo, una volta finito. Sono riuscita a entrare pienamente nella storia, a comprenderne gli aspetti più profondi e a sorridere di quelli più leggeri. La Armentrout dimostra ancora una volta il suo talento e ci regala una storia capace di ammaliare. Superati i primi capitoli e presa confidenza con le varie razze, regole e con il coro di personaggi, vi assicuro che apprezzerete il romanzo e ogni suo risvolto. Sono convinta che la serie possa regalarci davvero tanto e che questo primo capitolo rappresenti solo un preambolo di ciò che ci aspetta realmente. Il romanzo ci presenta il mondo creato dall'autrice, dandoci una piccola anticipazione delle esaltanti avventure in cui Alex si imbatterà in futuro, con al fianco il bellissimo Aiden, per cui il suo cuore batte di un amore proibito, e il misterioso Seth, l'Apollyon, un Mezzosangue nelle cui vene scorre più etere che nei Puri e che è capace di controllare tutti gli elementi più uno. La vita di Alex è legata a loro per motivi diversi e sono davvero curiosa di scoprire come andrà a finire. 
Un grande apprezzamento devo farlo anche per altri personaggi che hanno preso parte alla storia. Devo dire che la Armentrout ci regala sempre splendidi cori di personaggi, riuscendo a farne emergere difetti e pregi e a farci affezionare ad ognuno di loro. Ho trovato molto intrigante la figura di Marcus, zio di Alex e rettore del Covenant, un uomo tutto d'un pezzo e ligio alle regole ma che pare abbia particolarmente a cuore le sorti della nipote. E non posso che menzionare anche Caleb, il migliore amico di Alex, senza cui la storia non sarebbe stata la stessa. Un amico dolce, premuroso e sempre disponibile, che spero di ritrovare anche negli altri libri (non voglio credere che quella profezia sia vera!) Non so davvero cosa aspettarmi dai prossimi capitoli, visto quanto l'autrice è riuscita a sorprendermi con questo. Avevo iniziato a leggerlo creandomi un'opinione ed è riuscita a farmi completamente cambiare idea. E' la magia dei suoi romanzi, ma è anche merito della sua immensa bravura. Una cosa è certa: la dipendenza me l'ha creata (anche se, devo confessare, che forse è merito di Aiden, del suo incredibile sex-appeal, della sua gentilezza, delle sue premure... della sua assoluta perfezione! E anche delle sue fossette). Mi sono innamorata poco alla volta del suo personaggio e, alla fine, ne ero completamente assuefatta. E' molto diverso dagli altri personaggi della Armentrout, ha un animo veramente sensibile e tiene ad Alex in una maniera commovente e inaspettata. Non la fa mai sentire diversa da lui. Spero proprio che tra loro possa funzionare, anche se sono curiosissima di scoprire cosa succederà tra lei e Seth. Anche lui l'ho amato molto, come resistere alle sue battutine taglienti e al suo incredibile potere, capaci di renderlo interessante e mooolto affascinante? Insomma, c'è davvero tanto da apprezzare in questo romanzo, che seppure non prende dal primo momento, riesce poi a rifarsi e a travolgere il lettore. Azione, romanticismo e colpi di scena sono elementi chiave dei romanzi della Armentrout e anche qui non mancheranno. Forse non è una lettura originalissima, ma sa come tenere avvinti alle pagine. Adesso non resta che aspettare Cuore Puro, che uscirà a novembre. Manca poco, ma sembra un'attesa lunghissima. Aiuto!

Voto: 4 tazzine! Una storia che entra lentamente nel vivo, ma che poi non riesci più a lasciar andare.

A presto!
xoxo

6 commenti:

  1. Ciao :), sono molto incuriosita da questo romanzo, anche perché conosco anche io l'autrice grazie alle serie Lux (che ho amato tantissimo) e so di cosa è capace^.^ Credo che lo leggerò non appena termino le letture in programma... che sono davvero tante ahah

    RispondiElimina
  2. Concordo pienamente con te, Jennifer Armentrout è davvero una scrittrice bravissima ed ogni volta mi stupisce sempre di più

    RispondiElimina
  3. A me è piaciuto tanto però mi è rimasto l'amaro in bocca proprio perché le somiglianze con Vampire Academy son troppe!

    RispondiElimina
  4. Questo è uno di quei romanzi che leggerò sicuramente, non appena smaltisco un po' dei libri che ho acquistato. :)

    RispondiElimina
  5. Quando riusciro' a recuperarlo sara' sempre troppo tardi lo so ma ho tantissime letture arretrate, spero di leggerlo prima possibile ^_^

    RispondiElimina
  6. Io ancora ho gli occhi a cuoricino...non vedo l'ora già che esca il continuo

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)