Ultime recensioni

lunedì 12 febbraio 2018

Pensieri di Dramanti: "Protect The Boss"

Buongiorno, miei cari lettori! ^^
La settimana inizia parlando di un nuovo drama, che oggi recensisce per noi la cara Angela. Si tratta di Protect the Boss, una commedia romantica veramente carina, che ha conquistato Angy e sicuramente conquisterà anche voi :) Buona lettura e buona visione! ^^

Protect the Boss


Episodi: 18 
Anno: 2011 
Cast principale: Ji Sung, Choi Gang-Hee, Kim Jae-Joong, Wang Ji-Hye
Genere: commedia romantica
Regia: Son Jung-Hyun
Network: SBS
Paese d'Origine: Sud Corea 
Disponibile su: Viki


Quando ho iniziato a vedere Protect the boss non mi aspettavo granché. Non so perché, la trama era interessante, il classico canovaccio del drama romantico, ma interessante. Eppure non sono partita con l’entusiasmo che mi aspettavo. Forse era la faccia della protagonista a non convincermi, perché lui, Ji Sung, che interpreta il protagonista maschile, mi convince eccome, come lo metti metti, mi convince sempre. Poi ho cominciato a vederlo, ed è stato un colpo di fulmine. Anche per la protagonista femminile sì. A fine drama ero così piena di emozioni, di serenità, di soddisfazione, che è diventata una delle mie storie romantiche preferite. La mia iniziale reticenza era dissolta già alla fine del primo episodio. No Eun Seol, interpretata da Choi Kang Hee, è cresciuta come un maschiaccio e ne conserva ancora gli atteggiamenti in alcune occasioni. Non si fa mettere i piedi in testa da nessuno e queste sono le protagoniste femminili che io amo. È una giovane in cerca di occupazione e la trova in una grande azienda dove il CEO, Cha Ji Heon interpretato da Ji Sung, è uno scansafatiche di prim'ordine. Chaebol di terza generazione, vive tra gli agi, fregandosene dell’azienda del padre, che lo piglia a ceffoni ogni due per tre, ma non temete, sono scene talmente divertenti che non potrete fare a meno di ridere dall’inizio alla fine. È un nerd senza speranza, infantile e con il problema dell’agorafobia che gli rende la vita piuttosto difficile. Un personaggio così non dovrebbe che stare sugli zebedei, ma Ji Sung lo interpreta in un modo che non si può fare a meno di amarlo. Il loro rapporto non comincia nel migliore dei modi, ma il bel CEO ci mette poco a perdere la testa per la sua segretaria, perché lui, in fondo, è ancora un ragazzino che ha bisogno di affetto e amore, soprattutto amore. No Eun Seol resiste al suo fascino, la ragazza è caparbia. 
Non vuole farsi coinvolgere, dopotutto lui è il suo capo, e quanto può fidarsi di uno che non riesce a portare a termine nessun lavoro, non si impegna in quello che fa, delega sempre agli altri e se ne infischia della poltrona di CEO? Ma non è forse questo il suo fascino? Non è forse questa sua spensieratezza che la attrae come una calamita? Non è la voglia di farlo uscire dal suo incubo che la porta verso di lui anche quando vorrebbe solo fuggire? Dimenticatevi un riccone tutto d’un pezzo, il classico tipo che non deve chiedere mai. Cha Ji Heon è esattamente il contrario. Ha mille dubbi su se stesso, mille paure che non sa come affrontare, a volte sembra un cucciolo ferito, altre volte un ragazzino impertinente che avresti solo voglia di prendere a schiaffi, ma allo stesso tempo ti viene voglia di abbracciarlo, perché come si fa a resistere a quegli occhioni dolci? Protect the boss è un drama che, a livello di sceneggiatura, è davvero scritto bene. Tutto funziona alla perfezione, la trama principale, le storie dei personaggi secondari che si intrecciano a quella della coppia protagonista, niente sembra lasciato al caso. È un drama che appassiona fin da subito e la parola che lo descrive perfettamente è “ironia”. È talmente divertente in alcune scene che ho riso di gusto come poche altre volte mi è capitato. Ma verso la fine ci sono anche momenti toccanti e un The End super romantico che farà palpitare molti cuoricini. Provare per credere.


*** Angela ***


Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)