coffee_books

Ultime Recensioni

lunedì 19 marzo 2018

Pensieri di Dramanti: "Secret"

Buongiorno cari lettori e buon inizio settimana! ^^
Eccoci ad un nuovo appuntamento con la rubrica dedicata ai drama :) La scorsa settimana Patty ci ha parlato di "Beautiful mind", un medical drama molto bello e toccante. Oggi sarà, invece, Angy a parlarci di un altro bel drama da non perdere, "Secret". Vi lascio alla sua recensione e non dimenticate di commentare! ;) A presto!

Secret


Episodi: 16
Anno: 2013
Cast principale: Ji Sung, Hwang Jung-Eum, Bae Soo
Bin, Lee Da-Hee
Genere: drammatico
Regia: Lee Eung-Bok, Baek Sang-Hoon
Network: KBS2
Paese d'Origine: Sud Corea 
Disponibile su: Viki


Se l’amore nascesse dalla vendetta, cosa succederebbe? Questo è il leit motif del drama Secret (conosciuto anche come Secret Love) interpretato da Ji Sung nel ruolo del passionale Jo Min Hyuk e da Hwang Jung Eum nel ruolo della combattiva Kang Yoo Jung. Un drama che ho visto da poco per la seconda volta e, non vi nascondo, avrei visto anche per una terza volta subito dopo averlo finito. Forse il mio drama preferito in assoluto o, di certo, pari ad altri che considero nel mio personale olimpo. E non è che io sia una di quelle che se li fanno piacere proprio tutti. Ho gusti piuttosto particolari. Perché un drama mi piaccia deve possedere delle qualità da cui mi è impossibile prescindere: Passione. Intrigo. Angst. Inutile dire che il melodramma, solitamente, possiede tutti e tre questi aspetti. Oltre a queste caratteristiche, Secret possiede anche la magistralità e la bravura di due attori straordinari che, molti di voi, conosceranno anche come la coppia del drama Kill me, Heal me. Non aspettatevi scene comiche in questa storia, non sentirete pance che fanno rumori molesti per la fame. Questa è una storia che vi trascinerà in un vortice di passione e vendetta. Ma soprattutto amore. La regia è pressoché perfetta, come perfetti sono il soggetto e la sceneggiatura. Ho trovato diverso il canovaccio su cui, di solito, viene costruito il melodramma, nonostante, come ho detto prima, gli aspetti imprescindibili restano. Per questo Secret, ai tempi della sua messa in onda, emerse in maniera brillante fra tutti i melodramma, tanto che riuscì a vincere numerosi premi.
Ma veniamo al dunque. Min Hyuk è un giovane rampollo, bello, ricco, con un fascino che straborda e una faccia tosta che ve la raccomando. Ha tutto e quindi può permettersi di essere sopra le righe il più delle volte. Vive alla giornata, tra donne compiacenti e festini, da quando, a causa dell’opposizione della sua famiglia, ha dovuto interrompere la sua relazione con Ji Hee, una ragazza di bassa estrazione sociale. Yoo Jung è la figlia di un panettiere, lavora al casello autostradale e ha un sogno: sposare il suo storico fidanzato Ahn Do Hoon, (Bae Soo Bin), promettente, giovane procuratore con un futuro radioso in tribunale. Tutto molto bello, direte voi, tranne per il fatto che, a un certo punto, dopo la fatidica proposta di matrimonio, Ahn Do Hoon e Kang Yoo Jung rimangono coinvolti in un incidente stradale che, per loro fortuna, li lascia illesi. Loro. Il destino mette sulla traiettoria dell’auto proprio Ji Hee, l’amante di Min Hyuk, la quale perde la vita. Yoo Jung si prende la colpa nonostante non fosse lei a guidare e giuro, la capisco. Se ami tanto una persona vuoi solo salvarla, al punto da sacrificarti. E Yoo Jung lo fa, sostenuta dal fatto che, essendo proprio Ahn Do Hoon a occuparsi del caso (gli autori coreani sono malefici, sì), riuscirà a tirarla fuori dai guai. Invece è proprio lui a tradirla e, alla fine del processo, a spedirla in galera per 5 anni. 5 anni in gattabuia sono una vita per chiunque, figurarsi per chi non ha colpa di nulla. Ma Yoo Jung è una donna che non rinuncia alla sua decisione di aiutare l’uomo che ama, nonostante in lui cominci a emergere l’“Infamità” e la “viscidosità” tipica del verme che sbuca di nascosto da una fessura nel terreno melmoso. E sono stata generosa. Sul serio, Ahn Do Hoon è, al momento, il villain dramoso più incredibilmente schifoso che abbia mai visto e di villain di tutto rispetto nei drama ne ho conosciuti a iosa. Lui è di quelli che negano anche davanti all’evidenza e che vorresti stirare con un caterpillar. Poi fare marcia indietro e stirare di nuovo. È vero che Yoo Jung, con la sua decisione di parare il culo al promesso sposo ed evitargli la galera, dà il via a un circolo vizioso che sconvolgerà la vita di tutti i protagonisti di questa storia, ma è anche vero che con il senno di poi, siamo tutti bravi a dire: se non lo avessi fatto sarebbe andata meglio.
Di Yoo Jung mi piace la coerenza, almeno fino a quando non capisce che Ahn Do Hoon si merita solo sputi in faccia e ceffoni. E lei gliene assesta un paio niente male perché quest’uomo le toglie tutto, ma proprio tutto, anche ciò che non si dovrebbe mai togliere a una donna. No, non parlo di violenza sessuale. Non c’è ombra di cose simili in questo drama, per fortuna. Min Hyuk in tutto questo è roso dal desiderio di vendetta. Passa i successivi 5 anni dall’incidente, sognando di veder soffrire Yoo Jung, la donna che crede abbia ucciso la sua Ji Hee. Non gli basta che sia andata in galera, le rende la vita un inferno anche quando esce. La stalkerizza per sapere dove sia in ogni ora del giorno, cosa fa, se è triste e piange abbastanza e nel mentre fa tutto questo, il loro rapporto assume un aspetto curioso e improvvisamente spaventoso per entrambi: l’odio sta diventando qualcos’altro ed è proprio questo qualcos’altro a spingere Min Hyuk a indagare su quel vecchio incidente perché, imparando a conoscere Yoo Jung e la sua bontà d’animo, la sua onestà, la sua lealtà, dubita che possa essere stata capace di compiere il reato di omissione di soccorso davanti a una persona morente per strada. Min Hyuk non si fida del verme Ahn Do Hoon. Min Hyuk non è convinto che voglia vedere davvero soffrire Kang Yoo Jung. Min Hyuk è stra-deciso a non voler sposare Shin Se Yeon, la donna che la famiglia ha scelto per lui e che non si fila di striscio, un’altra che la “vermitudine” le scorre nelle vene e che ordisce piani malefici per spodestare la giovane innocente Yoo Jung dal cuore di Min Hyuk. Sì, perché nel frattempo lui si è innamorato come un ragazzino della donna che, fino a quel momento, fino a quando il sospetto che fosse innocente non ha cominciato a urtarlo, ha creduto colpevole. La ama di un amore immenso. Un amore che mi ha fatto palpitare il cuore ogni volta che la guardava di nascosto e sorrideva.
È lui che resta con lei per sostenerla nei momenti peggiori. Lui, il nemico, è l’unico che le sta accanto. Il passo dall’odio all’amore con una come lei è breve. Yoo Jung è debole e forte al tempo stesso, piange, piange e piange, ma diamine, se sapeste quello che le succede piangereste anche voi. Nonostante le lacrime però, si rialza sempre, ogni volta, e non si vergogna di chiedere aiuto proprio a lui, il nemico. È una donna che ha fatto del sacrificio uno stile di vita, almeno fino a un certo punto quando, stanca dell’avidità e delle bugie del suo ex (perché poi lo molla, ovviamente U_U), deciderà di fargli pagare tutto con gli interessi. In questo drama non c’è un attimo di respiro, perciò se siete abituate a un altro genere di storia, quelle che filano via lisce come limpide acque di ruscello, come brezze leggere che non smuovono una foglia, lasciatelo perdere. Se non siete abituati alle emozioni forti o non le sapete affrontare, non guardatelo. Ma se vi piacciono i terremoti emotivi, quelli che fanno battere il cuore all’impazzata, che vi fanno trattenere il fiato, saltare su dal divano e desiderare di entrare nel televisore e che alla fine vi lasciano stremati ma pieni di soddisfazione, allora è il drama perfetto. Secret racconta di un segreto difficile da svelare. Racconta di una donna che grazie al suo sacrificarsi per l’uomo che ama, incontrerà l’uomo giusto per lei. Racconta di un uomo che vedrà nascere l’amore vero nel suo cuore, e lo vedrà germogliare dal terreno della vendetta. Racconta di un amore che va oltre l’odio. Secret racconta tutto questo. Lo ha raccontato a me. Lasciate che lo racconti anche a voi.


***Angela***

Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...