Ultime recensioni

venerdì 19 febbraio 2016

Blogtour "Shadowhunters": Città di cenere. Le tematiche

Buongiorno, miei cari lettori! ^^
Oggi su Coffee&Books una tappa dedicata alla serie Shadowhunters, di cui la Mondadori ha lanciato un fantastico blogtour, nell'attesa della pubblicazione di Signora della Mezzanotte, il nuovo romanzo di Cassandra Clare, in uscita il 15 Marzo. Con questo blogtour ripercorriamo tutti gli avvenimenti di questa famosa serie, in 18 imperdibili tappe. Per ogni libro avrete tre diversi approfondimenti, su tre blog diversi, che riguarderanno trama, personaggi e tematiche. Tenete d'occhio il calendario dell'evento e viaggiate con noi attraverso questa esaltante rilettura di una delle serie più amate di sempre. Per l'occasione, troverete in libreria le nuove ristampe di tutti i libri. Non perdetele!

Shadowhunters. Città di cenere
di Cassandra Clare


Titolo originale: City of Ashes
Serie: The Mortal Instruments #2
Genere: young adult, urban fantasy, paranormal
Editore: Mondadori (collana Chrysalide)





Clary vorrebbe che qualcuno le restituisse la sua vecchia, normalissima vita. Ma cosa può esserci di normale quando tua madre è in un coma indotto con la magia e tu sei una Shadowhunter, una cacciatrice di demoni? Valentine: l'unica speranza che Clary ha per salvare la madre. Un uomo pericoloso, probabilmente pazzo, sicuramente spietato, che, fra l'altro, è suo padre. Jace: è il fratello che Clary non sapeva di avere. Bellissimo, magnetico ed esasperante, è disposto a tradire tutto ciò in cui crede, pur di aiutare il padre? E mentre a New York si moltiplicano gli omicidi, nella Città di ossa scompare la Spada dell'Anima. Il sospetto è che dietro i delitti ci sia Valentine. E Clary si trova costretta a scelte che mai avrebbe voluto compiere?

<<Ma è proprio questo il punto - disse Clary - Quando ami qualcuno, non hai scelta.>>


In questa tappa del blogtour mi soffermerò a parlare delle tematiche affrontate dall'autrice Cassandra Clare nel secondo romanzo della serie Shadowhunters. Nell'ambito dell'urban fantasy, credo si tratti di una delle più belle saghe mai scritte, non solo per i personaggi che ne fanno parte, ormai entrati di diritto nel nostro cuore dove credo rimarranno per sempre, ma anche per la fantastica ambientazione creata dall'autrice, uno scenario urbano e moderno, in cui lottano bene e male senza esclusione di colpi. I protagonisti della serie sono messi a dura prova anche in questo secondo capitolo. Gli Shadowhunters, cacciatori di demoni, si ritrovano a dover affrontare il nemico Valentine, che con astuzia riesce ad essere sempre un passo avanti a loro. Dopo le tante rivelazioni del primo romanzo, molti altri colpi di scena ci aspettano ne La città di cenere, che si dimostra un libro ancora più avvincente e ricco di azione. I nostri protagonisti sono degli adolescenti che lottano contro il male, contro un destino più grande di loro, ma continuano a farlo con coraggio, continuano a crescere insieme, a formarsi nel corso di queste dure battaglie e di tutto ciò che ne consegue. Cassandra Clare non si smentisce e ci regala ancora una volta una storia complessa e densa di dettagli e avvenimenti. Sono davvero tante le tematiche che riescono ad emergere, che penso, tra l'altro, siano emblema di tutta la serie. Sicuramente un posto d'onore lo occupa il tema dell'amicizia, molto presente in questo romanzo come negli altri. C'è un profondo legame che unisce i protagonisti, un legame forte e sincero capace di spingere tutti loro a mettere a repentaglio la propria vita per l'altro. Clary è cresciuta con Simon, i due condividono un'infinità di ricordi insieme e il loro rapporto è sempre in bilico, tra amicizia e qualcosa di più. Mai nessuno potrebbe separarli. Poi ci sono Jace, Alec e Isabelle, cresciuti come fratelli nell'istituto che addestra Shadowhunters. Anche il loro rapporto, tanto solido e sincero, subirà degli scossoni, ma nulla potrebbe metterlo davvero in discussione. Loro sono abituati da sempre a combattere fianco a fianco, a difendersi a vicenda, ad affrontare ogni genere di sfida, anche le più imprevedibili. Ho apprezzato proprio questo di loro, come siano sempre pronti ad ogni evenienza, impavidi, inarrestabili, disposti a tutto pur di assolvere al loro dovere di paladini, di guerrieri con un preciso scopo nella vita: eliminare le forze demoniache che infestano New York.
Questi fantastici eroi, però, non sono invincibili. Anche a loro toccherà vedersela con i propri fantasmi, con le proprie paure, con le proprie debolezze. Si troveranno di fronte a delle scelte difficili da compiere, scelte che potrebbero compromettere il loro futuro. Dovranno scegliere da che parte stare, quando tutto sembrerà farsi buio e incerto. Dovranno affrontare non solo creature infernali che sembrano uscite dai peggior incubi di ognuno, ma anche quei demoni che si portano dentro. La Clare ama molto vestire i suoi protagonisti di segreti e misteri e neanche in questo secondo romanzo mancheranno, ci terranno col fiato sospeso fino all'ultima pagina. Un'altra caratteristica fondamentale di questa serie, capace anche di farci sospirare ed entusiasmare, è l'amore, che non è preponderante, bisogna ammetterlo, ma costituisce uno dei temi più importanti. Seguiamo con passione le vicende di Clary, che dopo aver scoperto di non essere una ragazza qualunque, bensì una Shadowhunters con davanti un grande destino, si metterà in gioco per salvare le persone che ama e per compiere il suo dovere insieme ai compagni. Nelle sue mani è racchiuso un dono prezioso, lei è un'arma fondamentale nella lotta contro il male. Ma più di tutto, è assolutamente preziosa per Jace e Simon, che provano per lei lo stesso forte sentimento. Quello di Simon abbiamo già avuto modo di conoscerlo nel primo libro. Lui è un ragazzo timido, ma anche dolce e simpatico, che ha sempre avuto una cotta per Clary e non ha mai trovato il coraggio di rivelarglielo, se non nel momento più sbagliato. Ciò che invece Jace prova per Clary è ben altra cosa, un sentimento devastante e improvviso, totalizzante, che però è costretto a tenere a bada, dopo la rivelazione della verità più amara di tutte. E qui subentra un altro tema, un tema caro alla Clare e trattato nelle forme più controverse, il tema della famiglia. Non pensate all'accezione più consueta della parola, perché in questo libro si parla di famiglia in termini molto più complicati. C'è il padre folle e c'è quello sostituivo, c'è la madre vendicativa, quella bugiarda, e anche quella severa. Ci sono genitori e storie familiari intense per ogni personaggio, percorsi che li hanno formati in un determinato modo, cambiandoli in maniera decisiva, lasciandogli addosso delle cicatrici indelebili. Ma c'è anche quel tipo di famiglia che è l'unica che può definirsi tale, quella che ha saputo dare amore, a dispetto di qualunque difficoltà e parentela, famiglie non di sangue, ma molto più vere di altre. Infine, vi ricordo che già da questo libro, inizia a definirsi un altro tema, molto delicato ma anche molto intrigante, che l'autrice tratta con particolare sensibilità e competenza. Mi riferisco all'inizio di una relazione omosessuale tra due personaggi, che nulla ha da invidiare alla storia d'amore principale del romanzo. E' un elemento che mi ha incuriosita, che mi ha spinto a volerne sapere di più, anche perché si tratta di due personaggi tra i miei preferiti.
Shadowhunters. Città di cenere è un libro davvero meraviglioso, ricco di attrattiva, suspense e temi interessanti. La Clare ha uno stile magistrale, riesce a tenere sempre viva l'attenzione del lettore, grazie ad una narrazione vivida, dettagliata e, a tratti ironica, che non manca di creare la giusta atmosfera per una lettura che trascina e che conquista. Sopra ogni cosa, ho adorato il modo in cui ogni protagonista vada alla ricerca del suo posto nel mondo, del suo destino, e voglia affrontarlo con dignità e coraggio. Non si lascia mai sopraffare dagli eventi, trovando il modo di sopravvivere ad ogni situazione. Questi ragazzi diventano dei veri e propri eroi agli occhi del lettore. E l'eroismo che esprimono con le loro scelte, le scelte dettate dai loro impavidi e passionali cuori, non fa che rendere questo romanzo qualcosa di unico, di assolutamente indimenticabile.

ASPETTANDO "SHADOWHUNTERS. SIGNORA DELLA MEZZANOTTE", DI CASSANDRA CLARE...

Partecipando al Blogtour avrete la possibilità di vincere una copia di "SIGNORA DELLA MEZZANOTTE". Per vincere la copia vi basterà compilare il form Rafflecopter (link sotto).
Dovrete lasciare un vostro indirizzo email (in modo da potervi contattare in caso di vittoria) e commentare le varie tappe del Blogtour.
Non è obbligatorio commentare tutte le tappe, ma più tappe commenterete e più punti accomulerete e, di conseguenza, aumenteranno le vostre possibilità di vittoria.
Non è obbligatorio seguire i blog come lettori fissi ma sarebbe gradito.
Il Giveaway è partito il 15 Febbraio e terminerà il 14 Marzo a mezzanotte.
Il vincitore sarà rilevato sul post del 15 Marzo di Shadowhunters Italia ~www.shadowhunters.it che presenterà in anteprima la recensione di Signora della Mezzanotte.
Il form da compilare lo trovate al seguente link: https://www.rafflecopter.com/rafl/display/806853e845


Non perdete l'appuntamento con personaggi e trama di Città di Cenere! Trovate le tappe su Cibo della mente e Atelier dei Libri!

A presto!
xoxo



37 commenti:

  1. La Clare tratta delle tematiche delicate ed importanti con grande maestria nel corso di questi libri. Il tema che ho sempre apprezzato di più è stato quello dell'amicizia, specialmente quella che lega Isabelle, Alec e Jace.
    Anche il tema dell'omosessualità è stato trattato magistralmente, anche perchè i due personaggi tra i quali si sviluppa questa storia d'amore li ho adorati dall'inizio alla fine - uno in particolare poi, con tutto quel glitter, come si fa a non amarlo? XD-.
    Complimenti per la tappa, e a presto!

    RispondiElimina
  2. Adoro l'amicizia tra Simon e Clary e quella tra Isabelle, Alec e Jace. Legami talmente forti e profondi che forse vanno anche oltre la "semplice" amicizia. Devo ammettere che mi sarebbe piaciuto vedere Clary e Isabelle amiche/alleate dall'inizio ma va bene così. Anche il tema dell'amore è stato trattato egregiamente: le coppie sono tutte meravigliose per un motivo o per l'altro, ho particolarmente apprezzato il fatto che si sviluppino tutte diversamente. Per quanto riguarda i personaggi, presi individualmente, si fanno sicuramente "volere bene" per il loro coraggio e determinazione ma anche per le loro insicurezze e paure.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Queste tematiche sono dominanti in tanti di quei libri per ragazzi ma la Clare ha saputo renderle profonde e non banali, mai scontate. In questi libri i sentimenti (che siano amore, amicizia, coraggio e odio e chi più ne ha più ne metta) sono veramente elevati a potenza da avermi tenuto incollata alle pagine, fino all'ultimo rigo! questo libro mi è persino piaciuto più del primo perché vengono approfondite tante questioni, amorose e non e mi piace che il romanticismo ci sia ma non troppo, è ben bilanciata la saga. E' perfetta *-* starei qui a parlarne per ore! Grazie mille e complimenti per la recensione! :3

    RispondiElimina
  5. Ciao Franci! Quanti ricordi. Shadowhunters è un must. Peccato che sia stato un po' martoriato dai registi che ne hanno voluto a tutti i costi sconvolgere la trama... Uff.

    RispondiElimina
  6. Complimenti per il blog e soprattutto per la recensione, hai saputo spiegare tutte le tematiche senza togliermi il piacere di gustarmi il libro (spero di iniziarlo quanto prima). Sono una nuova seguace e avendo anche io un blog prendo il tuo banner, se ti va di ricambiare mi trovi qui http://libroquandounavitanonbasta.blogspot.it ;)

    RispondiElimina
  7. Certo che ne è passato di tempo ^^ Proprio oggi, per via della serie tv, ne stavo parlando con mia sorella. Ci sono alcune scene che ricordo con estrema chiarezza

    RispondiElimina
  8. I vari legami che legano i personaggi del libro (della saga) sono qualcosa di magico, di unico! Penso che la Clare sia stata immensamente brava a descrivere e a portare avanti ciascuna relazione.

    RispondiElimina
  9. Città di Cenere penso sia il peggiore libro di questa serie, ahimè, pur rimanendo sempre magico e avvincente, ovvio, ma gli altri sono decisamente migliori a mio parere...

    RispondiElimina
  10. Molto bella la recensione, e mi piace che sia incentrata sui personaggi e i loro rapporti:)

    RispondiElimina
  11. La Clare tratta temi quotidiani anche difficili da affrontare ma sembra farlo con maestria e io la adoro! Recensione molto dettagliata. (:

    RispondiElimina
  12. Non è il mio libro preferito della saga (forse rileggendolo potrei anche cambiare idea), ma la Clare riesce a incantarmi comunque. Adoro il modo in cui riesce a rendere profondi i suoi libri, inserendo tematiche importanti a prescindere dall'elemento urban fantasy. La grande famiglia che sono tutti loro l'uno per l'altro si sente in ogni libro. Comunque ora che ci penso poche volte ho amato una coppia secondaria quanto la prima.

    RispondiElimina
  13. adorooooooooooo non vedo l'ora di finire la saga **

    RispondiElimina
  14. Penso che in questo libro una delle tematiche più importanti sia quella che riguarda i confini, talvolta confusi, talvolta netti, da non attraversare.. Il confine dell'amicizia tra Simon e Clary, che non sarebbe mai potuta diventare qualcosa di più, il confine tra giusto e sbagliato, sul quale Jace e Clary si ritrovano durante tutto il libro...

    RispondiElimina
  15. Mi è piaciuto leggere tutto quanto!
    Personalmente penso che questa saga ha più spessore di quanto si possa dire. Insegna tante cose!

    RispondiElimina
  16. Post molto interessante! Questa saga è bellissima <3

    RispondiElimina
  17. Una saga fantastica, un'autrice che crea delle stupende ambientazioni, anche le tematiche di cui hai parlato sono molto interessanti!bella anche questa tappa :)

    RispondiElimina
  18. Cassandra Clare è diventata la mia scrittrice preferita in un attimo, per i motivi che hai elencato tu. I temi in questa saga sono molti e tutti trattati con il massimo riguardo. Mi piace il fatto che l'amore ci sia ma che non sia predominante, pur sapendo che le scelte dei protagonisti sono solo frutto dell'amore che sono capaci di provare e che provano, volenti o nolenti.
    E il fiato sospeso ad ogni pagina è solo un punto in più, non puoi fare a meno di andare avanti e meno male che ero in vacanza quando l'ho letta tutta d'un fiato!

    RispondiElimina
  19. Finalmente in questo libro della serie ci concentriamo sul rapporto di Alec e Magnus :)

    RispondiElimina
  20. Lebtematiche trattate dalla Clare possono essere difinite da molti banali o comunque già trattate da centinaia di autori prima di lei, fatto sta che il modo in cui lei le ha trattate è speciale, delicato e lascia il segno in ogni uno di noi! Senza contare la storia d'amore tra Magnus e Alec che sa spiegare molte sfaccettature di quella che può essere la più grande lotta che un ragazzo/a debba affrontare prima di tutto con se stesso/a! Amo questa saga e i suoi personaggi, la Clare non poteva fare di meglio! <3

    RispondiElimina
  21. Ho trovato davvero innovative le tematiche di famiglia non convenzionale. L'idea che tutti gli Shadowhunters fossero una grande famiglia, ma che all'interno di questa enorme famiglia ce ne siano di sottostanti. Jace è stato adottato dai Lightwood, ma questo non lo rende meno figlio loro di quando non lo siano Isabelle, Alec e Max. I tre fratelli Lightwood amano Jace come uno di loro, se non di più.
    Clary è cresciuta senza un padre biologico ma è stata amata e cresciuta come una figlia da Luke.
    Simon non è solo il migliore amico ma è anche un fratello per Clary.
    Un altra tematica davvero trattata in modo magistrale è stata quella dell'omosessualità. La paura di un figlio di fare coming out con i propri genitori per paura di deluderli o allontanarli è molto attuale. Alec ha rispecchiato i comportamenti di molti ragazzi di oggi, dando un buon esempio.

    RispondiElimina
  22. Questo secondo libro mi lasciò col fiato sospeso più di una volta. La Clare mette molte situazioni in ballo che non lasciano al lettore nemmeno un attimo di respiro. Soprattutto qui si vede più Magnus *^*

    RispondiElimina
  23. Temi davvero importanti che sembrano molto curati, proprio come la tua recensione!
    M'interessa approfondire i legami familiari e le varie sfaccettature dell'amore, anche quello omosessuale m'incuriosisce.
    Non l'ho ancora letta ma questa serie mi sta già appassionando *_*

    RispondiElimina
  24. Penso che era difficile andando sempre più avanti non stare con il fiato sospeso, ancora una volta devo dire che la Clare è straordinaria (sono ripetitiva lo so but it's true)

    RispondiElimina
  25. Amo Shadowhunters.. Non può mancare questo libro alla mia collezione <3

    RispondiElimina
  26. Città di cenere è il volume della prima trilogia che mi è piaciuto meno. Forse perché Jace perde spessore, forse perché in realtà succede poco e niente... non saprei. Mi ha dato l'impressione di voler essere un ponte fra l'inizio e la fine.

    RispondiElimina
  27. Per città di cenere sono impazzita, maledicendo a destra e manca sia Clary che Jace ma sopratutto la prima. Mi sto innamorando sempre di più Jace, per non parlare di Izzy, Magnus e Alec che ho rivalutato tanto! :D

    RispondiElimina
  28. Le tematiche che affronta la Clare sono perfette, nei suoi romanzi c'è di tutto, famiglia amore amicizia odio mistero!
    Io non ho ancora finito di leggere la saga e ho paura che con questa ristampa non ci sarà più quella prima in brossura, per caso hai idea se continuerà anche l'altra?
    Comunque la copertina di Lady Midnight a piace moltissimo*^*

    RispondiElimina
  29. Ciao! Adoro la Clare perché ha uno stile di scrittura meraviglioso, tratta tematiche che sono ancora un tabù nella nostra società con estrema naturalezza e soprattutto molto tatto.
    Non vedo l'ora di leggere questo splendido libro!Sono letteralmente innamorata di tutti i personaggi!! Grazie mille per questo bellissimo Blog Tour!!

    RispondiElimina
  30. Le tematiche della Clare sono sempre molto attuali e descritte in modo semplice ma che cattura e grazie a questo riescono ad essere capite proprio da tutti.. non si può non amare i suoi libri!!

    RispondiElimina
  31. La Clare nei suoi romanzi affronta di tutto,ha uno stile di scrittura fantastico ed è tutto sempre scorrevole mai noiso, è per questo che mi sono innamorata di questa saga!

    RispondiElimina
  32. Amo le tematiche che vengono affrontate in questa saga, ma, soprattutto, amo il modo in cui la Clare le affronta. :)

    RispondiElimina
  33. le tematiche sono davvero interessanti e mi piacciono molto

    RispondiElimina
  34. Bella ed accurata recensione o meglio approfondimento sulle tematiche!
    Il bello dei libri di Cassy è che non sono mai scontati e non cadono nel banale. Veritieri fin quanto un libro fantasy può spingersi, accurati ed emozionanti.
    Quello che mi ha colpita particolarmente è la maestria con cui ha inserito una relazione omosessuale senza forzare o smielare il tutto, cosa che segue fino la fine della saga, non ne parla con troppa delicatezza e nemmeno la erige su un piedistallo differente e questo non può che farmela apprezzare sempre più.
    Questo suo tocco incantevole si estende ovunque nelle varie tematiche di cui scrive e per fortuna riesco a leggere una saga dove non debbo respingere cuoricini e coriandoli d'amore in ogni pagina che leggo! Per quanto in questo secondo libro sia solo accennato mi fa piacere che per quanto sia un amore combattuto non scada come succede in molte altre storie d'amore e che non diventi la tematica principale, o meglio, l'intera saga si basa sull' "amore" ma più come sentimento in generale che si può associare sia all'amicizia che alla famiglia. Cassy riesce a rendere credibile l'amore che una persona prova verso l'altra tramite il sacrificio e il non sapersi arrendere che è pressoché meraviglioso <3

    RispondiElimina
  35. Ciao Franci! Finalmente sto riuscendo a recuperare le tappe del BlogTour.
    Inizialmente ero scettica quando ho sentito parlare di questa saga.
    I trailer del film non mi avevano convinta,ma le tante recensioni online mi hanno convinta a dare una chance ai libri.
    Dal leggiucchiare le prime pagine a consigliare a tutti i miei amici lettori i romanzi della Claire il passo è stato breve.
    Più piacciono molto i suoi personaggi, umanissimi con pregi e difetti.
    Adoro Simon, il nerd che tutti vorremmo avere al proprio fianco. Tifavo sfacciatamente per lui, lo ammetto.
    Ale è carino e coccoloso, ma non dire in giro che l'ho definito in questo modo, potrebbe rovinargli la reputazione di Parabatai bello e tenebroso.
    E' meraviglioso leggere come siano sempre pronti a scendere in battaglia a fianco dei compagni, ad aiutarsi anche nei momenti più difficili.
    Valentine è come il prezzemolo, spunta ovunque.
    Mi ha fatto venire l'ansia.
    Un salutone e grazie per il bel Post
    Leryn

    RispondiElimina
  36. Io amo l'amicizia che c'è fra Alec e Isabelle. Credo sia un amore fraterno che in realtà non è così scontato da trovare. Li adoro nelle loro interazioni e anche in un semplice sguardo.
    Così come adoro Magnus e Alec. Credo insieme siano una bomba, e le scene che li vedono protagonisti sono le mie preferite!!
    Insomma, mi sciolgo <3

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)