coffee_books

Ultime Recensioni

venerdì 29 giugno 2018

Recensione: "Ti ho trovato fra le stelle" di Francesca Zappia

Miei cari lettori caffeinomani,
finalmente vi parlo di un romanzo che ho amato come pochi. Si tratta di "Ti ho trovato fra le stelle", di Francesca Zappia, una storia davvero speciale, piena di significato, che mi ha riempito il cuore e mi ha anche commossa. Sono contentissima di aver avuto l'opportunità di leggerla. Ringrazio per questo la casa editrice che mi ha omaggiato del romanzo, in cambio di una mia onesta opinione.

Ti ho trovato fra le stelle
di Francesca Zappia


Titolo originale: Eliza and her monsters
Prezzo: 12,00 euro (cartaceo), 6,99 euro (eBook)
Pagine: 352
Genere: contemporary, young adult
Editore: Giunti Editore (collana Link)
Data di pubblicazione: 7 Marzo 2018


Nel mondo reale, Eliza Mirk è una ragazza timida, poco socievole e solitaria. Online, è Lady Constellation, autrice anonima di «Monstrous Sea», un webcomics adorato da milioni di followers in tutto il mondo. Eliza non si sente mai sola, la sua comunità digitale la fa sentire amata e parte di qualcosa di importante. Poi a scuola conosce Wallace, un ragazzo che non parla con nessuno ma decide di aprirsi proprio con lei, ed Eliza comprende che anche la vita offline vale la pena di essere vissuta. Ma quando accidentalmente la sua identità segreta di Lady Constellation viene svelata al mondo, tutte le sue certezze e i suoi punti fermi - online e offline - vanno in frantumi...


Ti ho trovato fra le stelle è, tra tutti i libri letti quest'anno, forse uno di quelli che ho apprezzato di più. Francesca Zappia si è rivelata un'autrice straordinaria, capace di raccontare una storia unica, originale, con una raffinatezza indescrivibile. Mi sono innamorata sin da subito di questa storia, che sicuramente mi ha preso così tanto perché, parlando di fumetti e fanfiction, mi ha permesso di muovermi in un mondo che conosco bene e adoro. Così come mi avevano affascinata Fangirl di Rainbow Rowell e Fandom di Anna Day, anche questo romanzo, che su per giù verte su argomenti simili, mi ha conquistata, anche più degli altri! Lo stile è fresco, moderno, si alternano parti narrate a conversazioni in chat, messaggi e illustrazioni. In realtà, le illustrazioni sono, in un certo senso, una storia parallela a quella che racconta la Zappia, la storia a fumetti che la protagonista, Eliza ha creato. Eliza è un'adolescente con la passione per il disegno e una particolare avversione alla socializzazione, ad aprirsi al mondo esterno. Il suo mondo è il suo fumetto, Mare di Mostri, così come il suo incredibile fandom e tutto quanto ruoti intorno a quello. Mare di Mostri è un wecomic di grande successo, nemmeno Eliza credeva, quando ha iniziato a crearlo, che avrebbe ottenuto tanta fama e le avrebbe permesso di mettere da parte tanti soldi per il futuro. Le sue giornate trascorrono quasi sempre alla sua scrivania, dietro allo schermo del computer, o con la testa immersa nel suo album da disegno, nonostante i genitori, fanatici dell'attività fisica, cerchino di invogliarla a uscire, a staccare un po' la spina, a farsi degli amici nella vita reale. Ma Eliza preferisce fare quello che ama, disegnare, anche se questo la rende una ragazza solitaria e invisibile. Non vuole deludere i suoi fan, il fandom che la segue costantemente, che crede in lei e aspetta con impazienza l'uscita di un nuovo capitolo di Mare di Mostri. E poi, per lei, gli amici online sono amici reali.
Quando a scuola conosce il nuovo arrivato Wallace, appassionato di fanfiction, ne resta colpita, soprattutto quando scopre che lui è un fan del suo fumetto, uno dei più accaniti, addirittura. Questo li porta a diventare amici, ma Eliza gli tiene nascosto che lei è la creatrice di Mare di Mostri. La sua vera identità è un segreto per il mondo intero e vuole che continui ad essere così. Lei e Wallace sono molto simili, entrambi sanno cosa vuol dire vivere online, avere degli amici al di là dello schermo di un computer, ma in particolare condividono il disagio di non essere compresi dalle proprie famiglie. Wallace vorrebbe dedicarsi alla scrittura creativa, mentre Eliza vorrebbe solo disegnare. Le loro passioni crescono e li inglobano, diventando per loro l'essenziale. Eliza è talmente presa dal suo fumetto che non si rende nemmeno conto del tempo che passa, non ha interesse per le attività dei fratelli, non ascolta i genitori. Finché, un giorno, questa precaria realtà in cui vive non le crolla addosso come un castello di carta, lasciandola completamente esposta, spiazzata, terrorizzata. Sarà il momento esatto per riesaminare la propria vita, i propri valori e quanto di più conti. Vale la pena sacrificare ogni cosa per la tua più grande passione? Perdersi, isolarsi, arrivare a toccare il fondo per qualcosa che non è tutto? La Zappia ci porta a riflettere su quello che davvero conta di più, in un mondo in cui la tecnologia e la realtà virtuale hanno ormai preso il sopravvento. Eliza è una ragazza come tante altre che, assorbita dal suo webcomic e tutto ciò che si è creato intorno ad esso, non si rende conto di lasciare indietro la vita vera. E quando questa le bussa prepotentemente alla porta, Eliza sarà costretta ad accoglierla.
Il romanzo della Zappia ha davvero una marcia in più, rispetto a tutti gli altri che ho letto in cui venivano affrontati questi argomenti, perché ti mette davvero di fronte ai problemi reali che comporta una dipendenza dal mondo di internet o qualunque altra passione ti assorba al punto da escludere tutto il resto. L'autrice usa un linguaggio affascinante e moderno, che ti fa divorare il romanzo in men che non si dica. L'ironia non manca, ma ad un certo punto cambia il mood e ti ritrovi con le budella attorcigliate e le lacrime agli occhi per la piega che prendono gli eventi. Eliza è una protagonista in cui è facile rispecchiarsi, a cui vuoi bene da subito, anche quando le cose si complicano e si ritrova con le spalle al muro e devastata. La bellezza di questo romanzo sta nel modo in cui l'autrice riesce a parlare con sensibilità ai giovani, attraverso una storia intensa e toccante. Ho apprezzato i parallelismi con il fumetto, la presenza dei disegni che danno al libro ancora più valore e significato. Eliza, creatrice di Mare di Mostri, si ritroverà ad affrontare realmente dei mostri, i mostri che ha dentro. Dovrà lottarci e diventare un'eroina al pari dei suoi personaggi, dovrà salvare se stessa e trovare il modo di non annegarci di nuovo, in quel mare di mostri. Una storia appassionante e imprevedibile, capace di regalare ogni genere di emozione. Una storia che tutti dovrebbero leggere, per capire quanto sia importante nella vita dedicarsi sì a ciò che amiamo, ma senza mai staccarci dalla realtà.

Voto: 5 tazzine pienissime di caffè, per questo romanzo che mi ha trafitto il cuore!

A presto!
xoxo

Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...