Recensioni

martedì 28 febbraio 2012

Acquisti del mese - Febbraio 2012

Oggi è l'ultimo martedì del mese e la RUBRICA che creo per questo particolare giorno riguarda i nuovi acquisti che sono entrati a far parte della mia già numerosa libreria.

Il primo romanzo è stato "Firelight" di Sophie Jordan, di cui potete leggere tutte le informazioni che volete qualche post più indietro (http://leggendariamente.blogspot.com/2012/02/recensione-firelight-la-ribelle.html ). E, naturalmente, una recensione fatta da me.

E' una storia molto bella, che ha per protagonista una ragazza appartenente ad un clan che discende dai draghi. Può vivere in forma umana, ma è la forma draki quella in cui si sente pienamente se stessa.
Il romanzo fa sognare, grazie alla voglia di libertà che esprime il carattere di Jacinda e ad una love-story molto tenera.

Il secondo acquisto è "Afterlife" di Claudia Gray. Si tratta del quarto libro della saga di Evernight, in cui si continuano a complicare le vicende di Bianca e Lucas, ma non vi anticipo nulla, anche perché ho evitato di leggere la trama per non ricevere spoiler indesiderati.
Anzi, per i più temerari la pubblico. Fate un po' voi :)


Scheda tecnica

Titolo: Afterlife
Autore: Claudia Gray
Prezzo: 17,00 euro
Pagine: 319
Traduttore: Luca Fusari
Editore: Mondadori (collana Chrysalide)

Trama

Bianca e Lucas hanno superato qualsiasi ostacolo per difendere il loro amore, anche la morte. Non solo la morte. Bianca è diventata uno spettro e Lucas è stato trasformato in ciò che ha combattuto per tutta la vita: un vampiro. Ma sono ancora insieme. Mentre aspetta che Lucas riapra gli occhi per la prima volta da non-morto, Bianca pensa che nulla potrà ormai separarli, ma sa già che al risveglio dovranno fare i conti con la sua feroce sete di sangue. Non rimane che rifugiarsi a Evernight, la prestigiosa accademia dove i vampiri imparano a confondersi tra gli umani e dove è nato il loro amore. Ma, ancora una volta, tra i corridoi di Evernight niente è come semhra, e la spietata rivalità tra spettri e vampiri minaccia di esplodere. C'è di nuovo una posta in gioco, forse più alta di prima: qualcosa per cui combattere, qualcosa che vale più della vita.



Terzo acquisto. "Un giorno" di Nicholls David. Da questo romanzo è stato tratto un film bellissimo , "One Day", con protagonista Anne Hathaway. Non ho avuto ancora modo di sfogliarlo, ma mi hanno incuriosito tutti i commenti positivi che ho letto in giro. Diciamo che l'ho acquistato su fiducia.

Scheda tecnica

Titolo: Un giorno
Autore: Nicholls David
Prezzo:18,00 euro
Pagine: 487
Traduttore: Rossari M., Trevisan L.
Editore: Neri Pozza (collana Bloom)

Trama

È l'ultimo giorno di università, e per due ragazzi sta finendo un'epoca. Emma e Dexter sono a letto insieme, nudi. Lui è alto, scuro di carnagione, bello, ricco. Lei ha i capelli rossi, fa di tutto per vestirsi male, adora le questioni di principio e i grandi ideali. Si sono appena laureati, l'indomani lasceranno l'università. È il 15 luglio 1988, e per la prima volta Emma e Dexter si amano e si dicono addio. Lui è destinato a una vita di viaggi, divertimenti, ricchezza, sempre consapevole dei suoi privilegi, delle sue possibilità economiche e sociali. Ad attendere Emma è invece un ristorante messicano nei quartieri nord di Londra, nachos e birra, una costante insicurezza fatta di pochi soldi e sogni irraggiungibili. Ma per loro il 15 luglio rimarrà sempre una data speciale. Ovunque si trovino, in qualunque cosa siano occupati, la scintilla di quella notte d'estate tornerà a brillare. Dove sarà Dexter, cosa starà combinando Emma? Per venti anni si terranno in contatto, e per un giorno saranno ancora assieme. Perché quando Emma e Dexter sono di nuovo vicini, quando chiacchierano e si corteggiano, raccontandosi i loro amori, i successi e i fallimenti, solo allora scoprono di sentirsi bene, di sentirsi migliori. Comico, intelligente, malinconico, Un giorno cattura l'energia sentimentale delle grandi passioni: i cuori spezzati, l'intricato corso dell'amore e dell'amicizia, il coraggio, le attese e le delusioni di chiunque abbia desiderato una persona che non può avere.


Quarto e ultimo acquisto: "Damned" di Claudia Palumbo. E qui spendo qualche parolina in più, perché è uno dei libri che sto attualmente leggendo, con mia grande delusione, devo aggiungere.
Il fatto che fosse un romanzo Young Adult scritto da una ragazza italiana, con protagonisti i Vampiri, mi aveva entusiasmata all'inizio. Dopo aver letto un estratto (primo capitolo e parte del secondo), mi sono convinta a comprarlo, perché non mi sembrava male.
Il punto è che credo l'autrice si sia concentrata solo su quello perché, andando avanti, si capisce esattamente quanto la spesa fatta sia stata del tutto inutile. Devo ancora terminarlo e quindi non posso giudicare a fondo, ma posso sicuramente dire che, fino ad ora, lo stile e la trama mi hanno soltanto sconcertata. Banali, a volte senza alcun senso, sembra sia stato scritto da una dodicenne alle prime armi. E' vero che l'autrice è molto giovane, ma ciò che mi sorprende è perché, non essendo un romanzo competente, venga ugualmente messo sul mercato. Io avrei preferito che la Palumbo s'impegnasse a migliorare, a maturare un po', per poter scrivere, dopo aver fatto un percorso formativo decente, un romanzo che potesse definirsi tale.
Abbiamo un forte rimarcamento "twilightiano" e questo, al contrario di quanto si possa pensare, va a suo svantaggio. Una protagonista divisa tra l'attrazione per due fratelli (che a me ricordano molto Damon e Stephen di The Vampire Diaries della Smith) e che la porta a comportarsi in modo a dir poco contraddittorio. La narrazione è scritta da tre punti di vista diversi, di tutti e tre i protagonisti. Scelta sbagliatissima, secondo me, in quanto riesce solo a confondere il lettore. Addirittura, mi tocca andare sempre a rileggere chi sta parlando dei due fratelli perché si fa fatica a distinguerli.
Insomma, questa è qualche piccola info riguardo il libro, sicuramente negativa, ma è personalissima. Poi, se vi accontentate davvero di poco, potrebbe anche piacervi. A me non sta piacendo, ma siccome non lascio mai un libro a metà, ormai lo finisco e poi farò una Recensione più approfondita.
Vi posto qualche dato per saperne di più.
P.S.: sulla cover non si può dire assolutamente nulla, è l'unica cosa che si salva. Bellissima.
A presto!



Scheda tecnica

Titolo: Damned
Autore: Claudia Palumbo
Prezzo: 15,90 euro
Pagine: 401
Editore: Sperling & Kupfer (collana Pandora)

Trama

"Le canzoni non ti tradiscono", dice Ligabue. Ma le persone sì. Cathy, occhi blu e una ciocca viola che fa capolino tra i capelli nerissimi, lo ha scoperto quando Mirko, il suo primo amore, l'ha irrimediabilmente ferita. È per questo che ha messo in valigia la sua chitarra e i suoi diciott'anni, e ha lasciato la città dov'è nata, Napoli, per raggiungere la madre in Germania. E cercare, laggiù, di rimettere insieme i pezzi sparsi del suo cuore. Ma Cathy non sa che a Madenburg, cupa cittadina tedesca, l'aspetta il destino. Un destino che comincia quando, a un concerto nella nuova scuola, su di lei si posano gli occhi indagatori di Tristan e Konstantin Von Schaden, voce e basso della band del momento, i Damned. Due gemelli che non si assomigliano, se non per un particolare: la straordinaria bellezza. E il potere quasi ipnotico che i loro sguardi, e la loro musica, esercitano su Cathy. Tristan e Konstantin entrano così nella sua vita, sconvolgendo ogni certezza: perché custodiscono un antico segreto, e la loro è una storia maledetta, e maledettamente affascinante. Quando Cathy, attratta da entrambi, capirà di amare davvero uno solo dei due, scoprirà però che non sempre l'amore basta. A volte, s'intromette il destino, e quello di Cathy - anche se lei ancora non lo sa - è di lottare contro il Male. E contro le creature dell'ombra come i fratelli Von Schaden. Una scelta che solo il cuore può compiere, un duplice amore che sfida il tempo, una lotta epica tra Bene e Male.



Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)