Recensioni

domenica 15 aprile 2012

In lettura

Buon giorno e buona domenica amici Followers!
Oggi sembra una giornata d'estate, c'è un sole bello allegro che fa sentire anche me molto allegra, di buon umore ^_^

O forse il mio buon umore è dovuto al fatto che ieri sera, anzi sarebbe più esatto dire stanotte, ho terminato di leggere "Divergent", il romanzo di Veronica Roth. L'ho atteso con trepidazione e l'ho letto con bramosia. Presto posterò la mia recensione, ma posso già anticiparvi che non mi ha affatto deluso! Mi ha appassionato da morire, proprio com'era stata la lettura di "Hunger Games"(non l'ho buttato lì a caso, il paragone. Vi spiegherò...).

Le altre letture del momento sono, come potete vedere a lato, "Blood magic" di Tessa Gratton e "Damned" di Claudia Palumbo, anche se, mi dispiace dirlo, la seconda lettura sto andando sempre più escludendola.

E' illegibile, è una sorta di Moccia-story ma con i vampiri protagonisti, dei vampiri "pappemolli", tra l'altro, perché non avete idea di quanto piangano. Si è mai letto di  vampiri che piangono, che voi sappiate? Per me è la prima volta, ed è veramente insopportabile dover leggere in ogni capitolo che piangono, piangono, piangono. Mamma mia che depressione! Per non parlare della fin troppa somiglianza con "Twilight", col quale, diciamocelo chiaro, il confronto non regge. La protagonista poi che non si capisce ancora, fino all'ultimo, chi vuole dei due fratelli..Mah!
Sono tentata di abbandonare Damned, mi credete? Penso però che ormai, dato che mi manca poco per finire, sebbene non ne abbia affatto voglia, lo finirò. E poi scriverò il mio parere che, fino ad ora, come avrete capito, è piuttosto negativo, e non credo migliorerà. Ma cmq, staremo a vedere.

Blood Magic, invece... che cosa non è?! E' una lettura davvero davvero davvero incredibile. Si legge d'un fiato e poi la magia del sangue o qualunque altro incantesimo compia la protagonista a me fa venire i brividi, per la vividezza con cui è narrato. Silla è un personaggio che mi sta piacendo molto, tutti la considerano pazza, dopo che ha assistito alla scena di morte dei genitori, e lei è... forte, ama il teatro, non demorde e vuole scoprire il segreto che si nasconde dietro quella morte. E' molto ben delineato, insomma. E anche quello del co-protagonista, Nicholas.
Veramente una bella storia, almeno fino a dove sono arrivata a leggere. La mole del libro è notevole, devo dire, ma si legge con piacere.

Vi terrò aggiornati!
xoxo




Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)