Recensioni

sabato 27 ottobre 2012

Scrittori in erba: "La Bestia" di Silvia Daveri


Ben ritrovati followers!^_^
E' da un po' che non curo la rubrica "Scrittori in erba", dedicata agli autori esordienti. Oggi ho deciso finalmente di riprenderla e partire col presentarvi, giorno dopo giorno, gli ultimi autori che ho scoperto e di cui leggerò presto le opere inviatemi;)

Ecco l'opera di oggi:

La Bestia
di Silvia Daveri

Prezzo: 12 euro
Pagine: 181
Editore: Reverie (collana For Teen)


Francia, novembre 1764. Tra la nebbia e le ombre del fitto bosco nero che circonda Le Malzieu, nella regione del Gèvaudan, si aggira una Bestia. <<... E' talmente veloce che è impossibile raggiungerla nella corsa... una Bestia enorme, simile a un lupo, ma troppo grande per esserlo>> si legge nella Gazzette de France. 
Misteriose morti si succedono nel bosco, riaffiorano antiche leggende, supposizioni e sospetti dividono la popolazione. 
La quindicenne Marie è una ragazza diversa dalle altre, è curiosa e, unica persona nel paese, ama leggere e sa scrivere. Quando i suoi amici cominciano a sparire nel bosco, è decisa a scoprire perché. Che cos'è la Bestia?
Nella ricerca della verità, Marie si troverà alle prese con dicerie e menzogne e, faccia a faccia con realtà insospettabili, capirà di non potersi fidare di nessuno, nemmeno di suo padre. Intanto la Bestia li osserva, li bracca e non risparmia anima viva sul suo percorso. 
Ma il pericolo più grande per Marie saranno due occhi d'ambra venati d'amaranto che racchiudono un segreto...

L'autore

Silvia Daveri a 7 anni ha scritto la prima storia "Il tulipano nel deserto", a 30 ha pubblicato il primo romanzo "La Bestia", ed. Reverie. Tra i 7 e i 30 anni ha letto molti libri con gusto e soddisfazione. E da quando Steve Jobs ha chiuso la linea dei suoi puntini creando l'I-mondo, ha iniziato a congiungere i suoi con la passione per il Social Media Marketing. SMM, scrittura e lettura sono i giganti sulle cui spalle l'autrice si appoggia.
Silvia Daveri ha creato un Autorialblog, che potete visitare cliccando QUI.

Le illustrazioni ispirate al romanzo "La Bestia" sono di Marco BregolatoQUESTO il sito del bravissimo illustratore.


Un'estratto dall'Incipit

Solo le voci dei mercanti sovrastavano, con offerte incredibili, i pettegolezzi domenicali. Mi avvicinai a un banco rapita dal blu cobalto della lana. - Josephine, quanto lo fai un gomitolo? - Due franchi al chilo, Marie. Contavo le monete che avevo in tasca, dovevo prendere del pane per pranzo prima del resto, quando la mercante sussurrò: - Hai sentito cos’è successo in altura? - No, un altro gregge perso? - Magari, Amélie, la figlia di Patrik il vaccaro, è stata attaccata. - Da chi? - Una Bestia. - A quindici anni i ragazzi non credono più ai mostri - disse papà raggiungendomi al banco. Quella mattina era uscito presto di casa. Lo salutai con la testa. Persi interesse alla conversazione quando mi accorsi che i paesani ammutolivano. Mi voltai e vidi un ragazzo. L’intero paese lo stava osservando. Il giovane camminava al centro della piazza e la gente si faceva da parte, notai che i volti esprimevano timore e disprezzo. Il ragazzo era diretto al pane, passando mi sfiorò e alzò il volto. I suoi occhi erano del colore della terra in autunno. Il viso spigoloso messo in risalto dalla pelle bianca e dai capelli lunghi e ramati. Faticavo a togliergli gli occhi di dosso. - Perché siete tornati? Non vogliamo i Chastel qui! - gridò qualcuno tra la folla. - Vattene via! - insistette un coro. Il ragazzo si avvicinò al banco e qualche vigliacco gli tirò delle patate. Andai su tutte le furie e reagii frapponendomi fra lui e la folla. - Basta, lasciatelo in pace! - gridai.
Non fu abbastanza per fermarli e un paio di lanci mi colpirono. Le donne risero di me e papà mi strattonò via. - Cosa diavolo credi di fare? - Perché fanno così? Quel ragazzo sta comprando come tutti.  - Marie, tu non sai niente. Sei solo una ragazzina. Se sapessi chi è... - È un ragazzo poco più grande di me. - No, è Antoine Chastel. La sua famiglia è stata esiliata ne le bois noirche non eri nata. Ascoltami bene, sono pericolosi, devi stare lontana da lui, promettimelo. - Ma, ma... non capisco. - Non c’è niente da capire, è così e basta! Promettimelo! - Va bene, prometto. Le promesse, non ero brava a mantenere le promesse; mentre papà mi portava via dal mercato non potei fare a meno di voltarmi e incontrai i suoi occhi. Antoine Chastel mi stava osservando di soppiatto. Sentii il cuore nascondersi in fondo allo stomaco: «che figura», pensai. Ero stata portata via come una mocciosa davanti al ragazzo più bello che avessi mai visto.   


Allora, cosa pensate di questo romanzo?
Io trovo sia davvero carinissimo, inoltre l'autrice è davvero in gamba... ma avete visto il suo blog?*_*
Cercherò di leggere "La Bestia" il prima possibile e regalarvi anche una bella recensione, intanto se siete interessati anche voi, potete trovarlo su Amazon e sugli altri principali Bookstore online o chiedere direttamente all'autrice!

Baci!




6 commenti:

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)