Recensioni

mercoledì 8 aprile 2015

Recensione: "Cancella il giorno che mi hai incontrato" di Leisa Rayven

Buon pomeriggio, amici! ^^
Oggi sono qui per parlarvi di un nuovo romanzo, finito di leggere sul treno, mentre tornavo da Bologna. Si tratta di "Cancella il giorno che mi hai incontrato" di Leisa Raven, un new adult pubblicato da Fabbri Editori, del quale ho letto molti pareri contrastanti. C'è chi lo ha amato molto e chi, invece, l'ha detestato. Io credo di inserirmi nel mezzo, perché seppure non lo abbia trovato questo gran capolavoro, mi ha fatto trascorrere qualche ora spensierata e piacevole.
Ringrazio la casa editrice per la copia ebook inviatami, in cambio di una recensione onesta.

Cancella il giorno che mi hai incontrato
di Leisa Rayven


Titolo originale: Bad Romeo #1
Prezzo: 15,90 euro
Pagine: 421
Genere: new adult, romance
Editore: Fabbri Editori (collana Life)
Data di pubblicazione: 26 Febbraio 2015


Cassandra e Ethan. Quando sono sul palco insieme, a nessuno sfugge l’attrazione e la potente alchimia che si sprigiona tra loro appena si sfiorano o si guardano negli occhi. Una passione che toglie il respiro, davanti alla quale è impossibile restare indifferenti. Tanto che all’Accademia d’Arte di New York vengono scelti come protagonisti per lo spettacolo di fine anno, Romeo e Giulietta, la storia d’amore più famosa di tutti i tempi. Però, una volta calato il sipario e smessi gli abiti di scena, il rapporto tra Ethan e Cassandra si rivela complicato e ingestibile. Lei è la classica brava studentessa, timida, ingenua e sempre pronta ad assecondare il prossimo pur di farsi accettare. Ethan invece è bello e dannato, con un volto da angelo ribelle a cui nessuna ragazza può resistere. Lasciarsi sembra l’unica soluzione per continuare a sopravvivere, anche se il dolore è devastante, soprattutto per Cassandra. Rimasta sola a New York deve ricominciare da zero partendo proprio da se stessa e dal suo cuore tradito. Mentre Ethan, baciato dal successo, è in tournée in giro per l’Europa. Anni dopo, scritturati di nuovo per interpretare una coppia di amanti, Cassandra e Ethan si ritrovano sul palco ad affrontare i demoni del loro passato e il fuoco di quella passione che, nonostante il tempo, non ha mai smesso di ardere. Ma può un amore così intenso e lacerante finire davvero?

<<Sono consapevole che il mondo che abbiamo creato insieme era sbagliato, ma tutte queste sensazioni non possono che essere giuste.>>

Se dovessi definire questo romanzo con un aggettivo, sceglierei, di sicuro, ECCITANTE. Cancella il giorno che mi hai incontrato - titolo sgrammaticato che faccio davvero fatica a usare - è il romanzo d'esordio di Leisa Rayven, autrice che è riuscita a distinguersi grazie a un tocco di originalità che ha reso la sua storia particolarmente attraente. Il mondo da lei descritto è quello del palcoscenico, mondo che l'autrice conosce fin troppo bene, e che ha contribuito a dare un'impronta decisamente nuova e affascinante al romanzo. I due protagonisti, Ethan Holt e Cassandra Taylor, sono accomunati da una grande passione, quella per la recitazione. Entrambi si conoscono ai provini per entrare in una famosa Accademia d'Arte di New York e, da quel momento, è subito attrazione. L'alchimia che sentono è, qualcosa che va al di là della sola attrazione fisica, è qualcosa di potente, di imprescindibile, che neanche loro riescono talvolta a concepire, né tanto meno a controllare. Ethan fa un immane sforzo per nascondere i suoi sentimenti, per contenere i suoi desideri. Non vuole lasciarsi andare, non vuole provare nulla per quella ragazza che continua a cercarlo, a desiderare un contatto con lui, a desiderare lui, in ogni momento. E' un'anima solitaria, abituato a tenere lontana la gente, per paura di soffrire o di restare deluso (per colpa di una brutta esperienza passata), ma Cassie riesce, in qualche modo, a tirar fuori una parte che lui neanche credeva di avere, spronandolo a lasciarsi andare e a non rinchiudersi nel suo mondo solitario, fatto di rancore e autocommiserazione. Per lei Ethan rappresenta l'unico ragazzo che l'abbia mai fatta sentire viva, lui le ha insegnato a non compiacere sempre gli altri, come è solita fare da tutta la vita, ma a formulare opinioni proprie e ad essere semplicemente se stessa. E sarà questo insegnamento che darà a Cassie la consapevolezza di quanti errori abbia fatto fino a quel momento, di quanto lui abbia ragione e di quanto lei senta l'esigenza di gravitargli intorno, quasi ne andasse della sua stessa vita. Nonostante il suo essere freddo e scostante - metodo col quale tenta di tenere alla larga chiunque, soprattutto Cassie - Ethan è un ragazzo dolce, che non ha mai smesso di lottare per ciò in cui crede, anche se ciò significa scontrarsi con un padre che per lui ha in mente un futuro ben più brillante di ciò che può dargli il mondo della recitazione. Anche i genitori di Cassie non amano le sue scelte e non riescono mai a farle sentire il vero calore e appoggio familiare. Ecco perché lei li evita il più possibile. Quello che si può sicuramente dire di lei è che non riesce a nascondere il suo bisogno di essere amata e approvata, arrivando anche a livelli eccessivi, quasi fosse un'ossessione per lei. Lo vediamo nel suo interesse per Ethan e in molti dei suoi comportamenti maniacali. Questo la rende, a mio avviso, un personaggio negativo, con tante paranoie e difetti incorreggibili, salvo poi risultare appianati, nella parte in cui la narrazione fa un salto in avanti negli anni, quando Cassie ha volontariamente messo da parte la sua ossessione per Ethan (anche se non fino in fondo).
Quello che scaturisce in maniera forte da tutto il romanzo è l'attrazione irresistibile che provano i due protagonisti, un sentimento esplosivo, capace di infiammare il cuore del lettore. Mettendo da parte gli atteggiamenti infantili di Cassie, ho trovato davvero notevole il modo in cui l'autrice è riuscita a trasporre una realtà tanto bella quanto quella teatrale e a farci sospirare per una storia d'amore fatta di alti e bassi, un tira e molla frenetico, tra passato e presente, capace di tenere incollati alle pagine. Nonostante tutto (ovvio). Ethan è sicuramente un bel protagonista, sexy e disinvolto, uno che ha le sue idee e che non si lascia condizionare da nessuno. Solo Cassie riuscirà a minare in parte la sua imperturbabilità, a sconvolgerlo, a mettere a soqquadro la sua vita. Quella con lei sarà una relazione contorta, alla quale tenterà, in un primo momento di sfuggire, spaventato dall'enormità dei sentimenti che vuole a tutti i costi reprimere. Dopo la rottura con Cassie e, trascorsi ormai degli anni, sarà tutto diverso tra loro. Non sarà più Cassie ad inseguire Ethan, ma Ethan a cercare disperatamente Cassie, consapevole degli errori fatti in passato e pronto a farsi perdonare ad ogni costo, anche rivelando quei sentimenti che per tanto tempo ha tenuto nascosti. Ma Cassie, sarà disposta a perdonarlo? Sarà pronta a fidarsi di lui, dopo aver sofferto tanto?
Il romanzo della Rayven risente senz'altro delle tipiche lacune da romanzo d'esordio, ma non posso dire che non mi sia piaciuto.  Ho apprezzato lo stile fluido della narrazione e la passione travolgente tra i due protagonisti, passione che a stento riescono a trattenere e che quando scaturisce è capace di farti sospirare e languire a lungo, in attesa di un nuovo "incontro ravvicinato". Tra palco e realtà, si alternano scene di vita vera ad altre fittizie, nelle quali si mescolano sentimenti autentici che non riescono mai a risultare artefatti, nemmeno quando si tratta di esigenze di copione. Romeo e Giulietta torneranno a rivivere in questi due protagonisti, che daranno loro nuova, implacabile linfa, regalandoci indescrivibili ed esaltanti emozioni.
 La tensione sessuale è sempre molto alta e i dialoghi sono accesi e impetuosi, impossibile non apprezzarli. Sono, senza ombra di dubbio, uno degli elementi migliori da evidenziare, perché sempre nuovi, avvincenti, capaci di darti il dolce e l'amaro, di concederti anche momenti infinitamente romantici, tutti da gustare. Il mondo narrato dalla Rayven è un mondo straordinario, variegato, ed è stato bello vedere come i suoi protagonisti ci si muovevano. Il lettore vive insieme a loro l'adrenalina del palcoscenico, l'ansia da dietro le quinte e tutto ciò che comporta mettere in scena un lavoro teatrale, la preparazione, la concentrazione, la sfida con se stessi. Purtroppo, tra le pecche del romanzo vi sono il finale apertissimo, di quelli che riescono solo a irritarti, e delle domande che restano senza risposte, le quali spero verranno date nel seguito, Broken Juliet. Una serie intrigante, questa, che sicuramente continuerò a leggere, perché è riuscita a mantenere sempre vivo il mio interesse e a regalarmi piacevoli momenti di relax, in compagnia di una storia d'amore a tratti complessa e molto accattivante. Il mio voto, però, tiene in considerazione ogni aspetto del romanzo e, avendomi la protagonista irritata per gran parte del tempo, concedo un voto intermedio, nell'attesa di trovare qualche sensibile miglioramento nel seguito.

Voto: 3 tazzine! Un romanzo molto, molto sensuale...

A presto!
xoxo





2 commenti:

  1. Bello Bad Romeo. Bello! Io l'ho letto per NetGalley e mi è piaciuto un sacco. Non vedo l'ora di leggere il seguito.

    RispondiElimina
  2. Ciao, bella recensione *-*
    Io avevo tanto sentito parlare di questo libro, ma alla fine non è che mi sia piaciuto particolarmente (trovi la mia recensione qui c: ) … Non so, l’ho trovato abbastanza gnocco e poco originale, anche se per fortuna Cassandra è finalmente una protagonista un po’ tosta e diversa dalle solite sovreccitate a cui siamo abituati ahah
    Un libro carino, insomma, ma non direi il capolavoro che mi aspettavo, purtroppo.
    Un saluto :3,
    Rainy

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)