coffee_books

Ultime Recensioni

lunedì 4 dicembre 2017

Pensieri di Dramanti: "Goblin"

Buongiorno, carissimi lettori e dramanti! ^^
Si comincia questa nuova settimana con la recensione di un drama meraviglioso, uno dei più belli degli ultimi tempi, forse di sempre: Goblin. La scorsa settimana Gina ci ha parlato del toccante Uncontrollably Fond, mentre io oggi ho l'onore di recensire questo piccolo capolavoro sudcoreano, che ha fatto innamorare il mondo. Vi consiglio, se volete iniziare a guardare drama, di dare subito una possibilità a Goblin perché, tra tutti, è quello più unico, poetico e romantico e vi trascinerà irrimediabilmente nel drama-tunnel.

Goblin. The Lonely and Great God


Episodi: 16
Anno: 2016/2017
Cast principale: Gong Yoo, Lee Dong-Wook, Kim Go-Eun, Yoo In-Na
Genere: fantasy, romance, soprannaturale
Regia: Lee Eun-Bok
Network: tvN
Paese d'origine: Corea del Sud
Disponibile su: Viki


I drama sono tutti bellissimi, difficilmente se ne trova uno che non sia speciale. Tra tutti quelli visti fino ad ora, Goblin è quello che mi ha preso di più il cuore, quello che ho adorato dal primo momento e che al solo sentirlo nominare mi vengono gli occhi a cuoricino. Mi è bastato davvero poco per capire che questo drama mi avrebbe completamente stregata. La trama, le bellissime atmosfere, i meravigliosi protagonisti, le musiche da brivido, non c'è una cosa che sia mediocre in Goblin, è tutto assolutamente superbo, a partire dalla sigla iniziale, che una volta ascoltata non riuscirete a fare altro che metterla in loop e ascoltarla ancora. E ancora. E ancora (la trovate alla fine della recensione, provare per credere!) É una storia veramente commovente quella che ci viene raccontata in questo drama, la storia di un uomo leggendario, il generale Kim Shin (Gong Yoo), che ha dedicato la vita al servizio del suo re e del suo popolo, ma la sua fama gli costerà il tradimento da parte di quello stesso re che credeva amico, il quale condannerà lui e tutti i suoi cari a morte. Le preghiere della sua gente, però, verranno ascoltate da Dio che punirà Kim Shin con una vita eterna, nel ruolo di Goblin, un essere con il compito di proteggere le anime. Una benedizione e una maledizione allo stesso tempo, perché in tutti gli anni che vivrà ricorderà la morte di tutte le persone a lui vicine.
Solo la sposa del Goblin riuscirà a liberarlo dalla maledizione, consentendogli di riposare in pace. A lei toccherà estrarre la spada che lui porta nel petto e che gli ricorda costantemente quanto dolore ha inflitto durante la sua esistenza. Gli anni passano e il Goblin non ha ancora trovato la sua sposa. Vive un'esistenza solitaria e triste, usando i suoi poteri per fare del bene. Un giorno ascolta la preghiera di una donna morente incinta, salvando la vita a lei e alla sua bambina, un piccolo miracolo in una notte fredda e nevosa. Lui non sa che la bambina che ha salvato altri non è che la sua sposa. Eun Tak (Kim Go-Eun) è sempre stata speciale. Fin da piccola riesce a vedere e comunicare con i morti. Saranno loro a dirle che è la sposa del Goblin, ma lei non sa esattamente cosa significhi. Cresce sognando di incontrare quest'uomo e di sposarlo, un giorno... finché non lo incontra davvero. Capirà che è sufficiente soffiare su una fiamma, per farlo materializzare davanti a lei. Un desiderio e il suo destino le si presenta innanzi nei panni di un bell'uomo dall'aria triste ma dal sorriso dolce. Dovrebbe provare soggezione, stupore, ma Eun Tak è pronta a seguirlo, a fidarsi. Ha aspettato quel momento da tutta la vita.
Lui non è sicuro che lei sia sincera, quando gli dice di essere la sua sposa, ma in fondo sente che è la verità. Cè qualcosa di veramente unico in Eun Tak, che lo colpisce dal primo momento. Eun Tak gli starà sempre attaccata, anche per fuggire da una vita che detesta, da una famiglia che non la ama e che non la rispetta. Lei lo seguirà dappertutto, anche attraverso un portale per il Canada, e in questo luogo suggestivo e romantico impareranno a conoscersi un po' meglio. Questo attaccamento porterà entrambi ad affezionarsi e anche se lei frequenta le superiori e lui ha quasi mille anni (ma dall'aspetto ne dimostra una trentina), nascerà dell'affetto tenero, puro e sincero. Il cuore di Kim Shin sarà diviso tra la costante voglia di pace, che solo la vera sposa può dargli, e il desiderio che non sia realmente Eun Tak colei destinata a dargli quella pace, perché significherebbe morire e perderla per sempre. Si godrà fino all'ultimo momento il tempo che gli viene concesso con lei, ma prima o poi la verità dovrà venire fuori, Eun Tak dovrà sapere quello che il Goblin non ha il coraggio di dirle e dovrà compiere la scelta giusta, perché l'equilibrio della vita e della morte potrebbe essere messo a repentaglio se le cose non andranno come devono andare.
A regolare questo equilibrio ci pensa il Cupo Mietitore, interpretato da un perfetto Lee Dong-Wook, in abiti scuri e cappello a falda larga, che ha reso il suo personaggio davvero caratteristico, con la sua aria triste, il suo broncio e il suo humor nero. Il Cupo Mietitore è colui che raccoglie le anime dei morti per mandarle nell'Aldilà (e qui abbiamo delle metafore bellissime, con lui che, durante dei brevi colloqui prima del trapasso, fa bere alle anime un thè per eliminare ogni ricordo della vita e procedere sereni nella morte). Il Cupo Mietitore si ritroverà a dividere la casa con il Goblin, ma i due si detestano da sempre e non mancheranno momenti esilaranti con le loro scaramucce, a colpi di magia e battute geniali. Il personaggio del Cupo Mietitore è veramente meraviglioso e commovente, capace di sorprendere fino alla fine. Al contrario del Goblin, lui non ricorda nulla del suo passato, non sa per quale peccato sia stato condannato a quella vita, non ricorda nemmeno il suo nome. E questo non gli sarà d'aiuto quando, un giorno, incontrerà una donna bellissima e sentirà, per la prima volta, delle forti e incontenibili emozioni. Questa donna, Sunny (Yoo In-Na), resterà incuriosita da lui, vorrà conoscerlo, ma ovviamente lui non potrà dirle chi è davvero. La loro sarà una storia sospirata, che si scoprirà anche essere voluta dal destino.
Un destino che ha messo tutti e quattro i personaggi sulla stessa strada per un motivo. Le loro vite si intrecceranno, vita, amore e morte faranno a lotta, finché il volere di Dio non si compirà. O tutto si risolverà con il libero arbitrio, il dono più grande che Lui ci ha donato. É una storia intensa e suggestiva, che secondo me non ha eguali. Goblin è un drama che resta nel cuore,  uno di quelli che vorresti rivedere cento volte e non ti stancheresti mai. Il modo in cui ci vengono raccontate le storie dei protagonisti, tra presente e passato, la poesia delle parole e delle musiche, dei paesaggi e di ogni scena che vedrete, vi incanteranno come non mai. Eun Tak, la bambina che non sarebbe dovuta nascere, è alla ricerca del suo posto nel mondo, del suo scopo. Il suo personaggio, solare e positivo, rappresenterà un contrasto perfetto nelle vite annoiate del Goblin e del Cupo Mietitore, ai quali si legherà come a una vera famiglia, la famiglia che le è sempre mancata.
Ho adorato il loro rapporto, la loro amicizia, ma soprattutto l'evoluzione della bromance tra i due protagonisti maschili, che non mancheranno mai di stuzzicarsi e di regalarci i momenti più divertenti e ironici di tutta la serie. Un'ironia intelligente e sempre perfetta per smorzare la crescente tensione del drama e i momenti più drammatici, che negli ultimi episodi terranno con il fiato sospeso e faranno versare un mare di lacrime. Ci sarebbe davvero tanto altro da dire su Goblin, ma non mi basterebbe un solo post per parlarvene, perché è davvero la cosa migliore che mi sia mai capitata di vedere in tutta la vita. Spero solo di avervi incuriosito almeno un po' e convinto a guardare questo bellissimo drama. Amore, morte, magia, peccati, reincarnazioni... Goblin è tutto questo e molto di più! É poesia, è qualcosa che raggiunge i livelli alti del cinema, ogni fotogramma è un tocco di classe, ogni dettaglio è perfezione assoluta. Una storia meravigliosa, EPICA, indimenticabile, che non potrete fare a meno di amare. Guardate il video che segue per farvi una piccola idea di quello che è Goblin e poi ditemi se solo a sentire la musica e vedere certe scene non vi scoppia il cuore nel petto! Goblin è quel drama che tutti dovrebbero vedere, anche le non addicted, quindi correte a recuperarlo e parliamo di più di questo piccolo grande capolavoro.



A presto!
xoxo

6 commenti:

  1. Gli occhi mi si illuminano e si riempiono di lacrime nel leggere questa recensione. Quando ho iniziato questo drama non sapevo cosa aspettarmi, non ero preparata al tornado di emozioni che avrebbe suscitato. E' tutto perfetto, tutto: musiche, fotografia, story line e personaggi. Non cambierei una virgola.
    Questo drama si è posizionato saldamente al primo posto e non mi aspetto che venga sclazato presto, intanto voglio cercare i DVD perché merita di essere rivisto ancora e ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è al primo posto e difficilmente un altro lo scalzerà, è assolutamente perfetto. Se trovi i DVD avvisami, li cerco anch'io da tempo!

      Elimina
  2. Straordinaria recensione come è straordinario il drama.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona <3 Drama incredibile comunque, in assoluto il mio preferito! <3

      Elimina
  3. Avevo già previsto di guardare questa serie, dopo questa recensione...beh, inizio subito!! Una cosa che ho notato dei drama coreani è che le colonne sonore sono sempre molto coinvolgenti...al momento ho visto 2 serie e di entrambe ho scaricato qualche canzone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì, le colonne sonore sono davvero belle! Non c'è un drama che ne abbia una insignificante, hai notato bene! Buona visione con Goblin, lo amerai follemente <3

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...