Recensioni

giovedì 1 settembre 2016

Recensione: "Il segreto di Helena" di Lucinda Riley

Buon pomeriggio, miei carissimi lettori! ^^
Dopo un'assenza obbligata estiva, eccomi di nuovo sul blog a parlare di libri. Tra i vari libri letti e da recensire, oggi scelgo di parlarvi di una proposta Giunti, dell'autrice Lucinda Riley. Non ho mai letto nulla di suo e, se la casa editrice non me ne avesse inviato una copia a Luglio probabilmente non l'avrei mai letta, perché, confesso, non è il mio genere, ma non si è rivelata poi tanto male. Lo stile dell'autrice è piacevole e raffinato e la bellezza del luogo descritto vale sicuramente la lettura.

Il segreto di Helena
di Lucinda Riley


Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 544
Genere: romance, contemporary, narrativa rosa
Editore: Giunti
Data di pubblicazione: 13 Luglio 2016


Sono passati più di vent'anni da quando Helena, allora quindicenne, trascorse un'indimenticabile estate nell'isola di Cipro, dove, circondata da distese di olivi e da un mare color smeraldo, si innamorò per la prima volta. Dopo una carriera di ballerina classica, Helena vive a Londra con il marito William e tre figli, e non può certo immaginare che il suo padrino, alla morte, le ha lasciato in eredità "Pandora", la grande, magnifica tenuta sulle colline cipriote. Helena non resiste alla tentazione di tornare sull'isola con la famiglia, pur sapendo che i molti segreti custoditi da quel luogo potrebbero, proprio come il vaso della leggenda, scatenare una tempesta su tutti loro. In particolare sul figlio tredicenne Alex, sensibile e ribelle, sul cui passato ha sempre preferito tacere...

<<Nella vita tutto è collegato, come se fosse un lungo domino. Si dice che si può dimenticare il passato, ma non è vero, perché fa parte di quello che sei e di quello che diventerai.>>

Mi sono accostata a questo romanzo un po' titubante, perché ammetto di non aver mai letto nulla della Riley ma nemmeno di narrativa femminile. Di solito mi oriento su young adult e fantasy, ma la Giunti questa estate mi ha inviato questo titolo, insieme ad un altro di cui vi parlerò in un'altra recensione, ed eccomi qui a recensirlo. Sicuramente è andata meglio di come immaginavo. L'autrice è riuscita a coinvolgermi dopo pochi capitoli e a tenermi incollata alle pagine, alla scoperta del famigerato "segreto" riportato nel titolo. E' una storia inaspettatamente intrigante, con bei personaggi, ma soprattutto con una bellissima ambientazione. Mi sono innamorata di Cipro, delle sue colline, dei suoi colori, delle sensazioni che la Riley è stata capace di trasmettere con le parole. E, naturalmente, anche di Pandora, l'affascinante dimora che la  nostra protagonista riceve in eredità dal padrino. Helena è un'ex ballerina e una donna molto amata. Ha una bella vita e una bella famiglia. Quando il padrino Angus muore e le lascia la casa in cui è cresciuta, decide di trascorrervi una bella e rilassante vacanza con la famiglia. Fa del suo meglio per rimetterla in sesto e renderla il più accogliente possibile, ma proprio quelle mura le ricordano troppo dei segreti che lei custodisce gelosamente. William, il marito di Helena è un uomo premuroso e molto innamorato, che ha pieno rispetto della moglie e si fida ciecamente di lei, ma non può negare che, in fondo, non la conosce poi così bene come crede. Non sa, per esempio, chi sia il padre di suo figlio, al quale lui vuol bene come fosse suo, e il più delle volte la donna sembra essere molto misteriosa, soprattutto quando si parla del passato e di Pandora. Sono molti i segreti di Helena, tante le sue paure a rivelarli, come se dovesse aprire il famoso vaso di Pandora e liberare tutti i mali del mondo. Certa che sia troppo tardi per parlarne e che nessuno capirebbe, si porta dietro questo peso. Nessuno sa. Nessuno deve sapere. Ma dei segreti tanto grandi non possono restare nascosti a lungo. Il figlio tredicenne Alex, dotato di un quoziente intellettivo superiore alla media, non perde occasione di scoprire chi sia il suo padre biologico ed è convinto che alla fine della vacanza a Pandora lo scoprirà. In questo romanzo abbiamo modo di conoscere anche i suoi pensieri, sotto forma di diario, un elemento che ho notevolmente apprezzato, non solo perché smorza i toni più seri (talvolta un po' noiosi) della narrazione, ma anche perché è in grado di catturare un pubblico più giovane, grazie alla sua voce fresca e ironica, alle sue battute e al suo modo di vedere le cose e di raccontarle. Dalle sue traversie d'amore ai metodi adottati per carpire alla madre quel segreto che non ha mai rivelato a nessuno ma che per lui è fondamentale conoscere. Alex è davvero un personaggio vincente del romanzo e l'autrice non manca di dargli spazio, permettendoci di esplorarlo a fondo in un'età molto delicata, ma anche più avanti, alle prese con altri problemi e altre emozioni. 
L'autrice ci trasporta in una dimensione paradisiaca, in un luogo che sembra un sogno. In questo contesto talmente bello e suggestivo inserisce la sua storia, che principalmente parla d'amore, di scelte sbagliate e di bugie, ma anche di perdono e grandi scoperte. Helena è una donna straordinaria e appassionata, un vero collante in una famiglia che ha tanto bisogno di lei. Oltre ad essere una buona moglie e madre, è anche un'amica generosa. Ecco perché non esita a invitare la sua migliore amica a Pandora, quando questa vede naufragare la sua storia d'amore. Ma a Pandora giungeranno anche altri ospiti, tra cui il migliore amico di William e la sua famiglia, e infine la figlia avuta da una relazione precedente. Helena si rivelerà una perfetta padrona di casa, ma mentre tutti cercheranno di godersi il più possibile la vacanza, le loro vite si intrecceranno e piano piano anche il più intimo dei segreti verrà a galla. Ci vengono raccontate storie diverse, di famiglie in crisi, di tradimenti, di vecchi ricordi e infine un mistero da risolvere. Pandora opererà ovunque la sua magia. In questo luogo incantato e sperduto, inondato da uno splendido sole, ogni protagonista ritroverà se stesso e la strada perduta. Lucinda Riley ha uno stile davvero elegante e i suoi personaggi hanno un fascino senza tempo. Alexis, per dirne uno. Amico di vecchia data di Helena e suo primo amore. Ammetto di aver voluto leggere molto di più su questo personaggio, ma mi è piaciuto come l'autrice abbia gestito la relazione tra lui ed Helena, così come quelle tra Helena e gli altri personaggi. Pandora è un po' la stessa Helena. Il suo cuore è un luogo accogliente e amorevole, ma anche un vaso colmo di misteri. Un'ottima lettura da portare al mare, da assaporare con calma e da apprezzare fino in fondo, non solo per le splendide atmosfere, ma anche per le riflessioni capace di suscitare e per la raffinatezza e la poesia della penna dell'autrice.

Voto: 3,5 tazzine. Una storia intrigante e piacevole, perfetta come lettura estiva.

A presto!
xoxo


2 commenti:

  1. Ciao Francy ❤️ Sai che anche se di recente leggo molti distopici fantasy e paranormal mi piacciono anche i libri di questo genere? Penso proprio che lo leggeró, mi hai convinta, ti faro' sapere la mia opinione ^_^ un abbraccione

    RispondiElimina
  2. ciao, un'autrice che ancora non conosco ma di cui sento parlare bene, anche se continuo a non decidermi

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)