Ultime recensioni

lunedì 26 marzo 2018

Recensione: "Petrademone. Il libro delle porte" di Manlio Castagna

Eccomi di nuovo qui, cari lettori caffeinomani! ^^
Vi parlo, adesso, del romanzo di Manlio Castagna, "Petrademone. Il libro delle porte", un fantasy italiano per ragazzi che sta conquistando davvero tutti e ha conquistato anche me. Sapete quanto io ami il genere fantasy, quindi non potevo non leggere questo romanzo che si è rivelato un gran bel debutto per Castagna e che sono sicura continuerà a stupirci, con l'andare avanti della serie.
Ringrazio la casa editrice per avermi concesso l'opportunità di leggere il romanzo, in cambio di una mia onesta opinione.

Petrademone. Il libro delle porte
di Manlio Castagna


Prezzo cartaceo: 17,00 euro
Prezzo eBook: 8,99 euro
Pagine: 259
Genere: fantasy
Link d'acquistoAmazon
Editore: Mondadori (collana I Grandi)
Data di pubblicazione: 20 Febbraio 2018




Frida ha appena perso genitori in un incidente del quale si sente responsabile e viene mandata a Petrademone, la tenuta degli zii, scenario di misteriosi avvenimenti: gli amati border collie di famiglia sono spariti e tutte le notti una strana nebbia avvolge i prati circostanti la casa, portando l'eco di voci inquietanti. Insieme a tre amici, la ragazza scoprirà l'esistenza di un mondo parallelo e malvagio e di essere la "prescelta" per una missione dalla quale dipenderà il destino dell'umanità intera.

Sono davvero contenta quando ho la possibilità di leggere un fantasy italiano ben scritto. Manlio Castagna si è rivelato un autore straordinario, di cui sicuramente vorrò leggere ancora altro in futuro. Petrademone mi ha tentata dal primo momento, con la sua bellissima copertina e la sua trama promettente misteri. Mi sono fiondata subito su questo libro, non appena è arrivato, e mi ha colpito immediatamente lo stile accurato dell'autore. La protagonista è Frida, una ragazzina di tredici anni che ha da poco perso i genitori, motivo per cui va a vivere a Petrademone, dagli zii Barnaba e Cat. Frida è chiusa nel suo dolore, non riesce ad affrontare la terribile perdita se non imprimendo ricordi su dei pezzi di carta che conserva in una vecchia scatola. Con tatto e perseveranza gli zii cercheranno di avvicinarsi a lei, di farla sentire a casa, di farla sentire al sicuro e amata. Petrademone è una vecchia e grande dimora. Un tempo il suo giardino era animato da tanti border collie che, adesso, misteriosamente sono scomparsi. Ma non sono gli unici. Nei dintorni tutti hanno perso i loro affezionati cani e nessuno se ne spiega la ragione. Anche i gemelli Tommy e Gerico, coetanei di Frida, sono disperati per la scomparsa del loro Pipirit. Ma qual è la causa di tutte queste scomparse? Il romanzo, seguendo il filo di questo mistero, inizia sempre più a infittirsi. Succedono strane cose a Petrademone e Frida è l'unica testimone. Sarà però quando conoscerà i gemelli che riuscirà a dare qualche risposta a tutte le sue domande, perché loro, come lei, hanno intenzione di indagare sulla scomparsa dei cani e sono pronti a credere a tutto. Del resto, bisogna davvero aprire la mente per capire esattamente cosa sta succedendo, perché la risposta sta nell'incredibile.
Comincia così la più grande avventura che Frida e i gemelli abbiano mai vissuto, un'avventura che cambierà per sempre le loro vite. La loro collaborazione li porterà a ingegnare piani astuti, a rubare un misterioso Libro delle Porte, ad affrontare - fionda in mano - nemici oscuri e inquietanti. Accanto a loro, un'altra valida compagna, Miriam, cugina muta di Frida, che nonostante la mancanza della voce, si rivela un'alleata dalle speciali qualità. Quattro ragazzi, un grande mistero da risolvere, un libro magico e pregno di enigmi, uno specchio prodigioso, una quercia che conduce a un altro mondo... sono questi solo alcuni degli elementi che vi terranno incollati alle pagine di questo romanzo fantastico e ricco di sorprese. Dopo un inizio un po' lento ma, secondo me, indispensabile per conoscere meglio i protagonisti ed entrare in sintonia con loro e con l'intera storia, la trama si farà via via più avvincente e vi ritroverete a divorarla, rapiti dai nuovi e inaspettati risvolti. Ho amato moltissimo il ritmo che il romanzo prende a un certo punto, mi ha portato a leggere fino alla fine trattenendo quasi del tutto il fiato. L'autore mescola la realtà alla fantasia in modo eccezionale, facendo vivere anche a noi un'avventura senza eguali, un'avventura che vorremmo non finisse mai. Frida, un po' come Dorothy nel Meraviglioso Mago di Oz, affronta numerosi ostacoli e pericoli insieme ai suoi amici. Sempre coraggiosa e determinata, nonostante il dolore che si porta dentro, desidererà andare fino in fondo all'assurda storia perché forse, oltre che ritrovare i cani perduti, potrà anche ritrovare ciò che lei ha perduto. Tommy e Gerico sono dei co-protagonisti che non si può fare a meno di amare. Giuro che questi due mi hanno fatto fare un sacco di risate con i loro battibecchi e le loro battutine. Due personaggi pieni di iniziativa e grinta, indispensabili per il compimento della missione che si sono preposti, e poi la loro ironia riesce sempre a smorzare la tensione dei momenti più critici. E come non innamorarsi anche della dolcissima Miriam, con la sua inseparabile lavagnetta, una ragazza a cui manca la parola ma che ha ben più di un dono da dispensare.
Questi quattro giovani eroi, apparentemente impreparati, riusciranno con le loro semplici risorse a fronteggiare anche il più oscuro avversario e ad avere accesso ad alcune risposte che li condurranno verso l'inizio di quello che sarà un lungo viaggio. Un viaggio straordinario in cui impareranno anche a conoscere meglio se stessi, un viaggio di crescita interiore ma anche di sorprese e rivelazioni. Il Male non sarà soltanto un rivale immaginario, ma qualcosa di concreto, in una realtà in cui tutto è possibile. Se amate le storie di mondi paralleli e magici, se amate le eterne lotte tra buoni e cattivi, se amate le storie in cui nulla è come sembra, allora non potete perdere Petrademone, di Manlio Castagna. Dalle ambientazioni tetre e decadenti ai personaggi intrepidi e profondi, non c'è un dettaglio che non amerete di questo romanzo. I cani, poi, non sono soltanto un espediente usato dall'autore per articolare la sua trama, ma fungono da veri e propri aiutanti dei protagonisti e non avete idea di quanto il loro contributo mi abbia più volte commossa e intenerita. Si evince chiaramente l'amore per gli animali ed ecco un altro motivo per cui vi innamorerete di Petrademone. Ai momenti più leggeri si alternano altri più inquietanti, cosa che, tra tutte, ha reso la lettura ancora più intrigante. Sebbene il momento alla IT mi abbia fatto venire la pelle d'oca (leggendo il romanzo capirete a quale momento mi riferisco), ho apprezzato i dettagli più raccapriccianti, nonché alcune affinità con Stranger Things. Insomma, questo romanzo vi riserverà davvero delle sorprese, se saprete coglierle con attenzione. Faccio i miei complimenti a Manlio Castagna per questo esordio affascinante, che promette di regalare ancora tantissime emozioni. Non vedo l'ora di leggere il seguito, la storia è entrata più che mai nel vivo adesso e non si può attendere troppo, quindi spero scopriremo presto cosa ne sarà dei nostri giovani eroi e della loro appassionante avventura.

Voto: 4,5 tazzine! Un romanzo avvincente e ricco di misteri.

A presto!
xoxo


2 commenti:

  1. Mi piacciono i libri per ragazzi e questo sembra molto promettente! Con la tua recensione mi hai davvero incuriosito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta Alisya! Vedrai che il romanzo ti piacerà un sacco, è davvero bello e avvincente :)

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)