Recensioni

mercoledì 5 giugno 2013

In libreria: "Di me diranno che ho ucciso un angelo" di Gisella Laterza

Cari amici,
sono in arrivo delle belle recensioni per voi, tra cui  "Il trono di ghiaccio" di Sarah J. Maas, che ho adorato, come ben sapete! Ma oggi ho da farvi qualche importante segnalazione ;)

E' uscito il 15 maggio un romanzo, edito Rizzoli, che mi sembra molto carino e promettente. L'autrice è molto giovane ed è al suo esordio. Per scrivere questo romanzo dice di essersi ispirata a Calvino, come riporta l'articolo uscito su l'Eco di Bergamo il 21Maggio scorso. E' un romanzo che parla di crescita, ma che ricorda tantissimo le più dolci fiabe...

Di me diranno che ho ucciso un angelo
di Gisella Laterza


Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 192
Genere: fantasy, romance, formazione
Editore: Rizzoli (collana Narrativa Ragazzi)
Data di pubblicazione: 15 Maggio 2013

E' quasi l’alba. Aurora, di ritorno da una festa, sta per addormentarsi sul tram che la porta a casa. Forse è stanca e stordita, forse sta solo fantasticando, ma lo sconosciuto che all’improvviso le rivolge la parola ha un fascino così misterioso da non sembrare umano. In un’atmosfera sospesa tra sogno e realtà, Aurora ascolta la sua storia. La storia di un angelo caduto sulla terra per amore di una demone, deciso a compiere un lungo viaggio alla scoperta dei sentimenti umani per divenire mortale. Un’avventura che forse non è soltanto una fiaba, perché raccontare una storia – e ascoltarla – è il primo passo per farla diventare reale.

Estratto

«La donna aprì il libro, indicò qualcosa e disse: “A” poi lo guardò. L’angelo non capì. Lei indicò di nuovo il segno e disse: “A” e lo guardò ancora. Lui riuscì a capire. Aprì la bocca e riuscì a ripetere: «A.»
Gli occhi della donna si illuminarono: “La tua voce. È così bella. È musica. Ti prego, parlami ancora.”
L’angelo non capì, ma capì quando gli indicò la lettera b e gli fece dire: “B” e quando gli indicò la parola “porta”, gli indicò la porta della propria casa e gli fece dire: “Porta.”
Prima di imparare a vivere, l’angelo capì che avrebbe dovuto imparare a leggere.
Forse qualcuno potrebbe sorridere di questo.»

L'autore


Gisella Laterza ha 21 anni, studia Lettere Moderne all'Università di Pavia e coltiva la scrittura da sempre. A sedici anni ha scritto la prima redazione di questo romanzo, su cui ha poi lavorato fino alla sua pubblicazione. 

La presentazione di Mario Lodi

Di me diranno che ho ucciso un angelo è la metafora della ricerca del senso della vita, che gli adolescenti vivono con difficoltà.
E' un romanzo pieno di emozioni e di personaggi, che certamente riuscirà a "svegliare" i giovani. Gisella Laterza è già una scrittrice capace di esprimere con uno stile personale la sua visione dell'esistenza. Gisella deve continuare così, con sincerità, il racconto della sua esperienza. Grazie per il dono di una bella e vera lettura. [Mario Lodi]


Allora, cosa ne pensate?
Vi incuriosisce questo bel romanzo?
Sinceramente, non vedo l'ora di leggerlo :)


1 commento:

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)