Recensioni

sabato 11 gennaio 2014

Recensione a cura di Alex: "Il frutto proibito" di S.C. Stephens

Buongiorno, amici!
Oggi in programma per voi la recensione della mia socia Alex di un new adult pubblicato da poco, "Il frutto proibito" di S.C. Stephens. Sto cercando di far tornare il blog al vecchio ritmo, ma in questi giorni il lavoro mi porta via tantissimo tempo, dovete avere pazienza ancora per un paio di settimane. Ho tante recensioni abbozzate e tante anteprime da postare, spero di riuscire poco alla volta a pubblicarle tutte entro la prossima settimana. A presto, baci!

Il frutto proibito
di S.C. Stephens

Titolo originale: Thounghtless
Serie: Thounghtless #1
Prezzo: 14,00 euro
Pagine: 637
Genere: new adult
Editore: Leggereditore


Per quasi due anni, il fidanzato di Kiera, Denny, è stato tutto quello che lei ha sempre desiderato: amorevole, tenero, completamente dedito a lei. Quando si trasferiscono in una nuova città per iniziare la loro vita insieme e per seguire il lavoro di Denny, tutto sembra perfetto, persino il coinquilino con cui dividono la casa: una rock star locale, Kellan Kyle. Ma poi un imprevisto trasferimento di Denny a Tucson costringe la coppia felice a separarsi. Sentendosi sola, confusa e bisognosa di conforto, Kiera trova una spalla su cui piangere in Kellan. Dietro la sua facciata di bello e impossibile, scopre l'animo sensibile di un ragazzo con un passato complicato alle spalle e così, pian piano, quella che era nata come una semplice amicizia si trasformerà in qualcosa di più profondo, qualcosa che costringerà Kiera a scegliere tra passione e sicurezza, amore e affetto, certezza e ignoto. Una notte tutto cambierà, e nessuno di loro sarà più lo stesso...

Ho da poco terminato questa lettura e sto cercando, senza successo, di trovare qualcosa che mi sia piaciuto... Avrei tante di quelle cose negative da dire... e credo sia meglio andare per gradi. La fama che precede un libro è senza ombra di dubbio un'arma a doppio taglio; il fatto che abbia spopolato oltreoceano, non da alcuna certezza che esso sia realmente meritevole... Se aggiungiamo a questo, l'orrenda cover con la quale viene presentato e il pessimo titolo che gli é stato affibbiato, ecco che questo infelice connubio non rappresenta un bell'inizio!
La trama non brilla certo per originalità, lo so, piena zeppa dei classici cliché, ma io cercavo una lettura leggera e romantica, per dimenticare il tumulto di emozioni che "Il trono di ghiaccio" ha lasciato nella mia mente... Infatti questa sembrava potenzialmente perfetta.
Lo stile della Stephens è giovane, abbastanza scorrevole anche se a volte risulta un po' troppo descrittivo; ma nonostante tutto ciò è accattivante ed incuriosisce quel tanto che basta per macinare i capitoli in maniera spedita. Detto questo ho esaurito le flebili note positive.
Inizio con il dire che detesto la protagonista femminile: Keira é l'apoteosi dell'incoerenza, dell'egoismo e della falsità... sessualmente spregiudicata ed emotivamente instabile, insomma perennemente indecisa. È stata una dei soggetti verso i quali, non solo non ho avuto la minima empatia sin dall'inizio, ma che ho progressivamente detesto sempre di più man mano procedevo nella lettura.
La storia inizia con un viaggio, Denny e Keira, stanno per dare una svolta alle loro vite: innamorati e pieni di progetti alla volta di Seattle, nuovo lavoro per lui e università per lei, convivenza e sogni condivisi. Un idillio di amore in tutto e per tutto, che non durerà molto, perché il loro coinquilino Kellan, nonché amico di Denny, é uno di quei tizi che ti scombussola gli ormoni solo a sentirlo respirare! Moro, occhi azzurri, fisico da urlo e come se non bastasse, leader di un gruppo rock. Diedi del deficiente a Denny sin da qui... (Metti la pecorella in bocca al lupo e ti lamenti?). Perché, diciamocelo, avere un soggetto del genere, che gira per casa e strimpella con la sua chitarra, canta, ed in più ha tutto l'armamentario per fare sbarellare persino un educanda... Ditemi voi se la "povera" Keira non ha tutti i torti a fantasticare su di lui!
Se poi aggiungiamo il fatto che il fidanzato dolce, perfetto, ceco e tardo, si trasferisce a diverse miglia di distanza per lavoro, per un periodo di tempo indeterminato, e lascia questa meraviglia di maschio con la sua fidanzatina... Ditemi voi se non ha già decretato la sua cornificazione a priori!
Sola, triste, malinconia e bisognosa di attenzioni Keira, la furbastra, inizia a flirtare in maniera innocente e via via sempre più sfacciata con Kellan, che ha la fama di saltare da una groupie all'altra senza alcuna remora!
Attrazione, passione, senso di colpa e qualche shottino dopo... Bla bla bla ed ecco che i due iniziano una tresca e la trascinano fra tira e molla, con un "ti lascio ma ti voglio, sono gelosa ma amo Denny" per quasi l'intero libro. Ad un certo punto il tardo, ops Denny, ritorna e lei spasima d'amore e piange due litri di lacrime al minuto... Per poi infilarsi nel letto dell'altro e giurare che senza di lui non può vivere!
Nonostante lei sia l'emblema della falsità e non brilli in bellezza o per altro... Ecco che il fidanzato devoto la adora, e cosa più assurda il figo stratosferico abbandona la sua vita dissoluta, per metterla su un piedistallo e amarla follemente!
Wtf?
*poker face*
Cuori spezzati, lacrime come se piovesse, e un triangolo che peggio non poteva essere gestito, unite questi improbabili ingredienti e mischiateli con un passato drammatico e un po' di sesso buttato li a condire il tutto ed avrete ottenuto 530 pagine di prevedibilità assoluta.
Profondamente delusa da questo libro, che non ha saputo gestire adeguatamente il suo punto di forza, ovvero il triangolo. Perché fondamentalmente il personaggio di Denny non è risultato più interessante di una paletta senza manico... Mentre Kellan è sempre apparso un ragazzo sexy, spregiudicato, ma infinitamente dolce e sensibile.
Unite la pessima caratterizzazione della protagonista femminile, le azioni prive di logica che compie e le decisioni avventate che prende... ed avrete Keira!
Questo libro fa parte di una trilogia, che io sicuramente non prevedo di continuare a leggere.



Voto: 2,5 tazzine, concesse solo per il personaggio di Kellan!

Alla prossima!;)



7 commenti:

  1. Alex sei fenomenale, le tue recensioni mi fanno impazzire!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graxie Morgana, so essere esilarante quando mi impegno!
      Peccato per gran pezzo di Kellan

      Elimina
    2. La nostra strepitosa Alex... ;)

      Elimina
  2. Io l'ho amato xD sarò strana io xD Kellan è troppo un amorino <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Susi sai quanto io abbia adorato Kellan, ma keira ed il tonto erano assurdi!
      Kellan e chitarra in tutti i luoghi e laghi ❤️

      Elimina
    2. A me questo libro ispira molto invece, spero di poterlo leggere presto, sono curiosa di vedere cosa ne penso...

      Elimina
  3. La parola triangolo ha già ucciso la mia curiosità su questo romanzo :) odio i triangoli se poi peggio gestiti... via!

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)