Recensioni

lunedì 22 maggio 2017

Review Party: "Noi siamo tutto" di Nicola Yoon

Buon pomeriggio, miei cari lettori caffeinomani! ^^
Oggi partecipo ad un fantastico Review Party dedicato al romanzo "Noi siamo tutto", di NicolaYoon. Si tratta di uno young adult uscito per Sperling&Kupfer, una storia molto particolare, che mi ha sorpresa per più di un motivo. Presto potremo vederla anche al cinema e non vi nego la mia curiosità, ma intanto ecco la mia opinione sul romanzo della Yoon, a mio avviso un'autentica rivelazione.
Ringrazio Claudia per avermi coinvolta in questo Review Party e per la splendida grafica realizzata, e un grazie anche alle altre blogger partecipanti e a Sperling&Kupfer.

Noi siamo tutto
di Nicola Yoon

Titolo originale: Everything, Everything
Prezzo: 17,90 euro
Pagine: 307
Genere: young adult, contemporary
Editore: Sperling&Kupfer (collana Pandora)
Data di pubblicazione: 16 Maggio 2017


Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l'ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d'aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede... lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi: maglietta nera, jeans neri, scarpe da ginnastica nere e un berretto nero di maglia che gli nasconde completamente i capelli. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

Mi sono bastate un paio di pagine per capire che avrei amato il romanzo di Nicola Yoon, Noi siamo tutto, così toccante e particolare, esattamente nelle mie corde. L'ho letto praticamente d'un fiato e quando l'ho terminato avrei voluto urlare perché non mi andava bene che finisse tanto presto, passando il testimone alla mia immaginazione. Avrei da dire tante cose su questo romanzo, che mi ha colpito in una maniera inaspettata e si è rivelato uno dei più interessanti che abbia letto negli ultimi tempi e cercherò di fare del mio meglio per farvi capire quanto bello sia, ma credo davvero che dovreste leggerlo per rendervi conto, sul serio, della sua unicità. Una storia intensa e commovente, scritta in modo originale da un'autrice al suo esordio, con un talento eccezionale e una fantasia fuori dal comune. Una fiaba moderna, condita da forti emozioni e colpi di scena che sono certa vi lasceranno a bocca aperta. O, almeno, è questo l'effetto che ha fatto a me.
Madeline ha diciassette anni ed è affetta da SCID, una malattia che le è stata diagnosticata da piccola e non le permette di stare all'aperto. Qualunque cosa potrebbe infettarla e farla star male, se non addirittura morire. Ecco perché la madre, dottoressa, ha preso tutte le precauzioni possibili e la tiene segregata in una casa che è come un castello di vetro, con aria rigorosamente filtrata, piante finte e pareti immacolate. L'unico tocco di colore sono i libri, unico passatempo di Madeline, che trascorre le sue giornate praticamente in solitudine. Il padre e il fratellino sono morti che lei era ancora piccola, non ne ha nemmeno ricordo. Ha soltanto un'infermiera a tenerle compagnia, assunta dalla madre per tenere costantemente sotto controllo i suoi parametri. Le giornate trascorrono tutte uguali e guai a cambiare qualche abitudine, potrebbe essere estremamente pericoloso. Ma quando arrivano dei nuovi vicini, Madeline è troppo curiosa per restarsene in disparte e non farsi coinvolgere, e così inizia a spiarli con parsimonia. Quello che trova più interessante è sicuramente Olly, un ragazzo della sua età, che veste di nero dalla testa ai piedi e porta sempre un berretto in testa. Ciò che la colpisce di lui è la vitalità che esprime, il suo essere sempre in continuo movimento, esattamente l'opposto di lei. Anche Olly la nota, una bella ragazza bruna che lo spia da dietro il vetro di una finestra. Vorrebbe conoscerla, ma la madre di Madeline non lo permette - non permette a nessuno di avvicinarsi alla figlia, specie a ragazzi carini che potrebbero illuderla e spezzarle il cuore - e così iniziano a comunicare a distanza, dalle loro rispettive finestre, per poi passare alle email. Basta poco per entrare in sintonia e diventare amici, hanno gusti diversi ma si divertono a confrontarsi. E quando le cose si fanno più serie e Madeline confessa della sua malattia, Olly non si spaventa e non intende starle lontano, solo ancora più vicino
Ho veramente adorato il rapporto che si instaura tra i due ragazzi e il loro modo di comunicare, di conoscersi. Sono entrambi ragazzi intelligenti, ognuno con le sue passioni e ambizioni, ognuno con il suo modo di vedere e affrontare la vita. Madeline, chiusa nella sua perfetta e salutare bolla, si sente al sicuro e protetta ed è immensamente grata alla madre per tutto ciò che fa per lei. Solo che le manca qualcosa e se ne rende conto quando conosce Olly. Da quel momento in poi inizia a dubitare di ogni cosa, spinta solo dalla voglia di vivere più esperienze possibili e di viverle con Olly. Vuole vedere l'oceano, vuole vedere il mondo intero, vuole semplicemente vivere. E quando ha l'opportunità di evadere e assaporare un po' di quello che le è sempre mancato, comprende di non essere stata nulla prima e di essere tutto ora. E che il suo Olly è tutto. In un susseguirsi di teneri messaggi e piccoli momenti magici, di esperienze totalizzanti e colpi di scena incredibili, il romanzo di Nicola Yoon ci permette di assaporare un'infinità di emozioni, emozioni vere che toccano il cuore
Noi siamo tutto è una storia davvero speciale, dedicata alla vita e all'amore, con dei protagonisti unici che non si può far a meno di amare. Ma unica è anche l'esperienza di lettura che regala la Yoon, che si distingue per originalità (vi basterà sfogliare qualche pagina del libro per capirlo) e poeticità. Il suo stile, fresco e giovanile, corredato da disegnini e grafici accattivanti che mi hanno strappato ben più di un sorriso, ben si adatta ad un romanzo moderno e un po' fiabesco, in cui due adolescenti imparano a conoscere insieme il segreto per assaporare la felicità, fosse anche per un solo attimo. Dolce, spiazzante, romantico, Noi siamo tutto è questo e molto di più. Forse l'unico difetto che riesco a trovargli è nel finale, lasciato un po' in sospeso, che costringe il lettore a porsi domande e fantasticarci su da solo, ma non posso assolutamente negare di aver trovato perfetto tutto il resto. Nicola Yoon ha scritto il romanzo che ho sempre voluto leggere. Una storia d'amore bellissima, ostacolata dalla paura e da drammi del passato, ma salvata dalla vita. Vi consiglio caldamente questo romanzo, saprà farvi vedere le cose in modo diverso e colorarvi il cuore di emozioni e sensazioni nuove.

Voto: 5 tazzine, per un romanzo originale e bello come pochi.


A presto!
xoxo

4 commenti:

  1. Spero mi arrivi presto, non vedo l'ora di leggerlo. :)

    RispondiElimina
  2. Ciao! Non sapevo che questo libro fosse già stato tradotto in italiano! Io l'ho letto in inglese qualche giorno fa e l'ho adorato. È stata senza dubbi una delle migliori letture dell'anno per me. Hai ragione nel dire che sembra una fiaba ma allo stesso tempo è stata per me un'esperienza di lettura "profonda", sono contenta sia piaciuto anche a te!

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)