Ultime recensioni

martedì 9 aprile 2013

Le recensioni di Alex: "Chaos" di Lauren Oliver

Buongiorno carissimi,
con tantissimo piacere vi posto oggi la recensione della carissima e in gambissima Alex, che ha avuto la fortuna di leggere "Chaos" di Lauren Oliver prima di me (cavolo, mi sto torturando all'idea che mi stia aspettando sullo scaffale!!!) e adesso ci regala il suo splendido punto di vista... 

Chaos
di Lauren Oliver


Titolo originale: Pandemonium
Serie: Delirium #2
Prezzo: 17,00 euro
Pagine: 317
Editore: Piemme  (collana Freeway)

Nel mondo di Lena l'amore è bollato come delirium, una terribile malattia che va estirpata da ogni ragazzo. Lena non vede l'ora di ricevere la cura, perché ha paura di innamorarsi, ma proprio il giorno dell'esame conosce Alex, un ragazzo bellissimo e ribelle. L'amore tra Lena e Alex cresce ogni giorno di più, fino a che i due innamorati non decidono di scappare nelle Terre Selvagge. Ma purtroppo i piani non vanno come previsto... Lena si ritrova sola, senza Alex, che è rimasto dall'altra parte della rete, e senza la vita che conosceva. Vuole dimenticare quello che è successo, perché ricordare fa troppo male. Adesso è il tempo di farsi nuovi amici ed è il tempo di unirsi alla ribellione: contro chi vuole estirpare la possibilità di amare dal cuore di tutti gli uomini e contro chi le ha portato via Alex...

"Mi chiamo Lena e nel mio mondo l’amore è considerato la peggiore di tutte le malattie: il Delirium porta dolore, follia e guerra".
Questo è quello che mi hanno insegnato...e fino a pochi mesi fa ci ho creduto anche io!"

Lessi Delirium l’estate scorsa e rimasi molto colpita dalla storia, dai personaggi e dalla società distopica raccontati dalla magnifica Lauren Oliver. Poche autrici riescono nel loro intento, cioè quello di ammaliare completamente il lettore e stupirlo con ingegno e stile. Se avete letto Delirium, sarete a conoscenza del finale “sadico” che ci regalò la Oliver... quindi potrete ben capire lo stato d’animo con il quale ho iniziato Chaos!

Chaos, titolo italiano che sostituisce l’originale Pandemonium, inizia proprio dove si concluse il primo, ovvero con Lena catapultata nelle Terre Selvagge... sola e ferita ad affrontare un mondo estraneo e pericoloso. Chaos è questo: un viaggio introspettivo dentro il personaggio Lena, l’ennesimo
cambiamento che la protagonista dovrà affrontare.
Lena è convinta che Alex sia morto, sacrificatosi per aiutarla a scappare e non essere “curata”, il senso di colpa unito al dolore per la mancanza di Alex sono presenti in ogni capitolo, ogni pensiero, ogni dejavù rievocano momenti che entrambi hanno condiviso. Ma allo stesso tempo rappresentano l’unico appiglio di Lena per andare avanti e non mollare! 
Accolta da una comunità di “invalidi”, riesce con molta fatica ad integrasi perchè le Terre Selvagge sono un universo a lei completamente sconosciuto... Impara poco alla volta a sopravvivere in un mondo ostile e pieno di difficoltà. Diventa una spia degli Invalidi nel suo vecchio mondo, il mondo che riteneva giusto e sicuro, un mondo che oramai è al collasso!
Durante la sua missione, Lena viene rapita e sarà costretta a condividere questa terribile esperienza, proprio con il suo nemico Julian Fineman, figlio del capo dell’organizzazione che mira a debellare definitivamente il Delirium. Portland è assediata come non mai dalle guardie che tentano di fronteggiare gli attacchi della Resistenza, la cura sembra l’unica soluzione...al chaos.
Lena e Julian nello spazio di una cella sotterranea, impareranno a invadere l’una il confine dell’altro, scopriranno che la verità è stata sepolta sotto strati di menzogne ben architettate e che il Delirium è l’ultimo dei loro problemi.
Quando tutto scorre verso la fine, sembra che ogni tassello vada al suo posto, ma la “cara Oliver”, sadica come sempre, riesce a ribaltare le situazioni e nell’ultima riga tira fuori il suo asso nella manica...

Chaos è senza alcun dubbio, l’ennesima conferma della bravura di Lauren Oliver, un libro completamente diverso da Delirium e da come lo avevo immaginato, ma bello in egual maniera.
La trama è interessante, ma è lo stile inconfondibile della Oliver ad incantarmi totalmente, il suo modo di trascinare dentro la storia con descrizioni vivide e dettagliate, luoghi, situazioni e stati d’animo raccontati con una maestria tale da incollare il lettore alle pagine senza scampo!
Intenso e introspettivo il percorso di Lena, viene mostrata vulnerabile come non mai, il vuoto che Alex ha lasciato in lei è un’emozione tangibile, la forza che scopre in sé per lottare e aprire gli occhi a Julian riesce a sorprendermi.
Non c’è nulla da fare lo stile della Oliver è impeccabile: adrenalinico, intenso e meravigliosamente crudele!
Lei è la regista delle mie emozioni, impone un percorso emotivo che il lettore è costretto a percorrere, amando e odiando questo o quel personaggio.
Alex, indubbiamente, mi è mancato, ma Julian ha attenuato un pò tale mancanza, forse dipende dal fatto che
mi ha ricordato Lena all’inizio...
Lena gli ha mostrato la verità... lei è stata la sua Alex ;)
Personaggi vecchi e nuovi e situazioni rocambolesche, daranno alla storia molteplici sfaccettature, confermando il fatto che questa trilogia sia una delle mie preferite!
Aspettare l’uscita di Requiem, dopo il colpo di scena finale, sarà una tortura, ma adoro la Oliver anche per questo... la sua perfidia è assolutamente incantevole!

Non esitate ad infliggervi questa deliziosa sofferenza, assolutamente consigliato!

Voto: 4/5


7 commenti:

  1. Come dire di no a una deliziosa sofferenza? Potrei decidermi di leggerlo al più presto! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nym,leggilo al più presto...è un distopico che merita,poi la Oliver è una garanzia di perfidia,degna quasi della Clare ;)

      Elimina
  2. Stupenda recensione! :D Mi viene semre più voglia di leggerla questa saga...ma se i finali sono così sconcertanti penso ke aspetterò l'uscita dell'ultimo altrimenti mi sento male :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Milly,dopo aver letto Chaos non posso che darti ragione...aspettare Requiem sarà dura, ma allo stesso tempo,lo stile e la storia di questa trilogia,sono una trappola splendida trappola!

      Elimina
  3. Bellissima recensione!!!
    Io devo ancora leggere Chaos!!Delirium mi ha lasciato perplessa, vediamo se riesce a conquistarmi del tutto!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Mary,sbrigati a leggerlo così potremmo fare congetture su Requiem ;)

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)