Ultime recensioni

lunedì 27 maggio 2013

Recensione: "La maledizione di Ondine" di Valentina Barbieri + GIVEAWAY

Buondì caffeinomani!
Oggi è un giorno davvero speciale per ben due motivi: innanzitutto, la mia carissima amica Alex, nonché splendida collaboratrice del blog, compie gli anni! (Auguri tesoroooooooooooooooooo!!!) E secondo, perché ho deciso di festeggiarlo con voi organizzando un bel GIVEAWAY!
Ho finito da qualche giorno di leggere il romanzo di una giovane esordiente che mi ha davvero colpito e sono certa che apprezzerete tantissimo anche voi, soprattutto dopo che ve ne avrò parlato nella mia recensione. Si tratta de "La maledizione di Ondine", un paranormal in grado di stupire e avvincere il lettore con la sua trama ricca di azione e colpi di scena!

La maledizione di Ondine
di Valentina Barbieri

Prezzo eBook: 1,99 euro
Prezzo cartaceo: 12,00 euro
Pagine: 282
Genere: Paranormal, Gothic, Fantasy
Linksito ufficiale "La maledizione di Ondine"
Editore: Youcantprint self-publishig
Autopubblicato

Ondine è una giovane sensitiva in grado di percepire una dimensione in cui gli spiriti vagano, anelando il modo per tornare nel mondo dei vivi. Cercando una spiegazione razionale e scientifica, Ondine, insieme all'amico Francesco, indaga su eventi paranormali. La verità inizia a venire allo scoperto quando a Londra incontra Benjamin Law, un giovane e affascinante prete in grado di passare dall'Altra Parte. Grazie a lui, Ondine viene a conoscenza di oggetti posseduti e assiste a un terribile esorcismo. Le informazioni su un antico Ordine dei Guardiani portano Ondine e Benjamin a Praga, alla disperata ricerca di Lysandra Novacek, l'ultima discendente della famiglia a capo dell'Ordine. Tra spiriti e luoghi antichi, Ondine viaggerà per l'Europa, affrontando le sue più grandi paure, compresa quella di un amore così forte quanto impossibile.

Se c'è una cosa che non amo particolarmente sono tutte quelle storie in cui si ha a che fare con il mondo degli spiriti. Ne ho lette un paio ultimamente, ma sono risultate incredibilmente deludenti e noiose. Ricordo che l'autrice, Valentina Barbieri, prima di propormi la lettura del suo libro, mi disse che mi sarebbe piaciuto perché c'era anche molta azione e devo dire che aveva ragione! Non solo il romanzo mi è piaciuto molto, ma l'ho trovato intrigante e convincente sotto numerosi aspetti. Finalmente un mondo degli spiriti che merita di essere letto ed esplorato!
Ondine è una ragazza di diciannove anni che deve il suo nome alla sindrome di Ondina, una malattia genetica che porta il bambino ad apnee notturne, cianosi e convulsioni. Ma non è esattamente quello che le tocca vivere da sempre. Lei, in realtà, è vittima di una maledizione, una maledizione che si porta dietro da tutta la vita e con la quale deve fare continuamente i conti. Ondine è capace, semplicemente rallentando i battiti del proprio cuore, di varcare una diversa dimensione, una dimensione ultraterrena, abitata da coloro che lei definisce Inconsci. Riesce a mettersi in contatto con gli spiriti, ma non è una medium qualunque. Lei ha delle capacità uniche, di cui ancora non ne sa abbastanza ma che, durante il corso del romanzo, riuscirà pian piano a scoprire e a utilizzare al meglio. Convive con il migliore amico Francesco e frequenta l'università, è apparentemente una ragazza come tante altre, ma il suo segreto è qualcosa che le pesa e la contraddistingue. Una sua apparizione in un programma televisivo attira su di sé diverse attenzioni. E quando viene contattata da una misteriosa utente che le fa aprire gli occhi su numerosi altri individui con il suo stesso dono - o maledizione - Ondine parte alla ricerca di risposte. La prima tappa del suo viaggio di scoperta la porterà a Londra. Qui Ondine conoscerà padre Benjamin, un uomo che la metterà al corrente di molte cose che ignorava, come l'Ordine dei Guardiani, ma è difficile entrare in sintonia con Benjamin, le cui idee e interpretazioni cozzano con le sue, esclusivamente di matrice scientifica. Eppure, nonostante le divergenze, Ondine troverà in lui un ottimo alleato e  insieme cercheranno di indagare tutti i misteri che si presenteranno lungo la loro strada...  Una coppia, Ondine e Benjamin che ricorda un po' padre Gabriel e Claudia Munari della fiction televisiva Il Tredicesimo Apostolo, per chi lo seguiva. Entrambi sulle tracce di una verità oscura, di una spiegazione per i loro "poteri extrasensoriali", i due protagonisti di questo romanzo
sapranno trascinarvi con loro in un viaggio ai limiti dell'impossibile, dove realtà e incubo si mescolano...
Amanti dell'occulto e del paranormale, fatevi sotto: questo è pane per i vostri denti! Valentina Barbieri è stata capace, in meno di 300 pagine, di raccontare una storia dall'atmosfera intrigante e suggestiva, una storia che mescola sapientemente due mondi, due realtà completamente diverse, facendoci stupire di fronte alla descrizione che ne fa di essi. Ho letto questo romanzo con una voracità incredibile, terminandolo in pochissimo tempo. Oltre che essere molto leggibile, grazie ad uno stile adeguato dell'autrice, è anche decisamente appassionante! Tutte le teorie espresse nel romanzo vengono spiegate in maniera chiara e approfondita e vengono proposte al lettore sotto diverse chiavi di interpretazione: scientifica, religiosa, addirittura fantascientifica (la teoria degli alieni di Pierre mi ha fatto morire dal ridere). E' come se l'autrice volesse dare al lettore la possibilità di scegliere in quale più confidare. Tutte vengono dimostrate in maniera efficace, prova dell'ottimo lavoro di ricerca e documentazione dell'autrice. La storia esprime così un lato  estremamente persuasivo che coinvolge il lettore e lo diletta. Insieme ai vari protagonisti esploreremo una dimensione paranormale tanto affascinante quanto inquietante e pericolosa. Attraverseremo i confini della realtà per varcare un mondo che riserva un mucchio di sorprese e di sfide...
Ondine giungerà ad una conoscenza più profonda di sé, ma ha ancora molte cose da scoprire e, sebbene questo romanzo sia autoconclusivo, lascia aperto qualche piccolo spiraglio per il seguito. Sicuramente vorrò saperne di più sui nuovi misteri da indagare, come il brusio di Taos, di cui si accenna alla fine, e sono curiosa di leggere ancora delle avventure di questa giovane e intraprendente eroina che, sciabola in mano, affronta gli spiriti malvagi e li annienta uno dopo l'altro! In effetti, parlando di scene d'azione, sono sicuramente quelle più riuscite e che mi hanno entusiasmato maggiormente. Ognuno così diversa e originale, tutte adrenaliniche ed eccitanti, capaci di non fare mai annoiare il lettore. L'autrice è stata brava anche in questo! E poi vogliamo parlare del personaggio che inaspettatamente compare verso la fine, giusto per chiudere in bellezza? Come potrei non apprezzare un romanzo che riesce con sapienza a tirare in ballo anche la famosa "contessa sanguinaria" Erzsébet Bàthory? Direi che è un colpo di classe, oltre che un colpo di genio!
Non aspettatevi da La maledizione di Ondine il solito romanzetto young adult perché non lo è. Questo è un romanzo che vi trascinerà nelle viscere più tenebrose di voi stessi, che vi esalterà con i suoi gotici e visionari scenari, che vi sorprenderà e vi spiazzerà con le sue rivelazioni e i suoi riti estremi (eh sì, ci sono anche gli esorcismi in questo interessantissimo debutto!). La maledizione di Ondine è un romanzo da leggere tutto d'un fiato, così come i romanzi più attesi...

Una lettura spasmodica e intrigante. Da non perdere!


E adesso veniamo al Giveaway de "La maledizione di Ondine"! Sono davvero felice che Valentina abbia deciso di regalare a uno dei lettori di "Coffee&Books" una copia cartacea del suo fantastico romanzo e la ringrazio di cuore! :)
Ciò che vi proponiamo oggi, oltre il meccanico riempimento del form in tutte le sue parti (lo trovate sotto), è di "giocare" con noi! In che modo? Ve lo spiego subito!

Lasciate andare la vostra fantasia, datele libero sfogo, e create un personaggio per il sequel de "La maledizione di Ondine". Il migliore verrà inserito nel romanzo di Valentina Barbieri! Può essere un umano oppure un fantasma, descrivetelo brevemente nell'aspetto (se fantasma, indicate l'epoca da cui proviene). Niente di più semplice e divertente!
Il Giveaway scade il 10 giugno 2013!

Vi riassumo brevemente tutte le regole del GIVEAWAY:

1) COMPILARE IL FORM SOTTOSTANTE

2) SCRIVERE NEI COMMENTI UNA BREVE DESCRIZIONE DI UN PERSONAGGIO INVENTATO DA VOI (Il migliore verrà inserito da Valentina Barbieri nel sequel de "La maledizione di Ondine"). Non dimenticate di lasciare il vostro indirizzo email!

3) CONDIVIDERE IL POST E IL BANNER SOTTOSTANTE


4) PASSARE PAROLA AGLI AMICI!

5) FARE GLI AUGURI AD ALEX PER IL SUO COMPLEANNO :PPPPPPPPPP



Allora, contenti per questo bel Giveaway?
E del romanzo che ve ne pare?
 Lo vorreste leggere?



9 commenti:

  1. ma che carina come idea..io non partecipo perchè l'ho acquistato tempo fa..mam faccio il tifo per chi lo farà

    RispondiElimina
  2. Sembra un bellissimo libro e non vedo l'ora di leggerlo! Grazie per questa opportunità di vincerlo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oops! Ho dimenticato di descrivere il personaggio inventato :/ Spero vada bene lo stesso se rispondo al mio precedente commento, così non creo confusione ;)
      Dunque... secondo me, un personaggio da aggiungere, sarebbe qualche spirito/fantasma spaventoso, sul genere di qualcuno, matto in vita, che, una volta morto, torna sotto forma di fantasma e compie azioni inspiegabili, vestito della camicia di forza, magari, o comunque di uno di quei camici che si utilizzavano per vestire i pazienti dei manicomi. Spaventa qualcuno o qualche popolazione con rumori sinistri, sangue che appare dal nulla, membra di uomo che ritrovano casualmente, senza sapere a chi appartengano. Insomma, non so se sono riuscita a spiegarmi bene, ma qualcuno di poco definito, come personaggio, di cui non si sa nulla, se non, appunto, che fu trattenuto in un istituto mentale; non si conoscono il suo nome, né la sua età, un "fantasma" nel vero senso della parola, in pratica.
      Bah, forse la mia idea è qualcosa che va' più sull'horror che sullo young adult, ma, insomma, ci ho provato xD

      La mia mail è: mitrya.mc@gmail.com

      Elimina
  3. Favoloso, non vedevo l'ora di trovare un Giveaway su questo libro, non vedevo l'ora seriamente. Grazie per l'immane opportunità.
    Ora passiamo a qualcosa di più 'serio', XD
    Il personaggio che aggiungerei a mio parere è quello di una bambina fantasma, di nome.. Clare..e di epoca vittoriana. La piccola, una bimba magrissima, biondissima, con occhi verdi, viso di porcellana e immacolato e con indosso un vestito elegante, ma tutto strappato in più parti, era una futura regina del regno di Danimarca (?), ma a causa di guerre interne, il suo trono (retto dallo zio, Madcid, fino alla sua maggior età, di 16 anni) fu esurpato per ricadere nelle mani di un tiranno tremendo e crudele e che la fece imprigionare. A nulla valsero le lacrime e le urla, la bambina (che aveva 14 anni) non fu più trovata, se non il suo cadavere esile che si cingeva con le mani la pancia. Infatti, secondo le leggende, dopo che ebbe urlato fino a perderla la voce e non accettando di sposare il figlio del tiranno, così da rendere in maniera effettivamente leggitima il potere al trono, fu privata del cibo, e rimase sola in compagnia di insetti ed erbe selvatiche, di cui per alcuni mesi si nutrì, fino a quando non incappò in una velenosa e morì. Il suo fantasma, non chiede vendetta, non chiede pietà, chiede solo libertà.
    Questo è il piccolo personaggio, spero vada bene, :D
    La mia e-mail è demisa1996@libero.it

    Ps. Auguri Alex, ;)

    RispondiElimina
  4. Intanto...Auguroni Ale..
    Sicuramente aggiungerei Luca..fantasma di un ragazzo di circa 13 anni, ombra nella vita, come nella morte del nonno di Ondine. Luca era l'altro figlio..il fratello mai conosciuto di Daniela . Un'avventura da ragazzo che il nonno aveva vissuto prima di incontrare il grande amore della sua vita. Luca vive la sua vita alla ricerca del padre e, solo una volta gli arriva così vicino da poterlo sfiorare... Lo segue a quella festa dove incontra Virginia.. ma lui è un poveraccio che vive di espedienti e proprio quella sera va incontro al suo assassino.Luca desidera così tanto avere un padre che la sua anima non si stacca nemmeno di fronte alla morte..seguirà il nonno e aiuterà Ondine a capirlo un pò meglio. perchè nessuno meglio di lui lo ha osservato così tanto.Immagino la presenza di Luca come una rivalsa della mamma di Ondine..e si incontreranno, un giorno. questo ragazzino sarà l'anello mancante ad una famiglia che, in vita terrena, non ha mai avuto modo di essere unita

    RispondiElimina
  5. Auguri ale!

    diciamo che la recensione di questo romanzo mi ha colpito molto e sembra sia davvero valida lettura!
    mia mail fraghi88@alice.it
    diamo sfogo alla fantasia, sarà difficile cmq entrare nel romanzo, visto che nn l'ho letto....vorrei dare però semplicemente un seguito al romanzo, con una piccola idea, prendendo le tracce di un personaggio...

    Lucy, lo spirito fantasma di una bambina di 6 anni che tormenta l'anima di Ondine, visto il suo potere paranormale.....la bambina chiede vendetta, perchè desidera una degna sepoltura, cosa che in vita al momento della sua tragica e improvvisa morte non ha mai avuto.....racconta ad Ondine attraverso mistici e terrificanti messaggi dall'aldilà alcuni episodi della sua vita ....lei è nata alla fine del 1500 dal ventre di una madre snaturata e omicida che la uccise barbaramente e la murò viva fra le mura della stanza del suo castello. La bambina ha un cuore buono, ma disperato e nei suoi occhi si legge una chiara voglia di vendetta, hanno un colore grigio scuro che quando si illumina diventa un improvviso laser rosso e repentino. I suoi capelli sono rosso fiamma e la sua pelle diafana e piena di lentiggini....
    piano piano teletrasporterà Ondine fino al momento della sua tragica morte e la protagonista scoprirà che quella bambina non era altro che la figlia mai voluta della temibile contessa sanguinaria Erzsebet Bathory, che sposatasi molto giovane fu costretta dal marito a darle subito un figlio, ma purtroppo la nascita di una bambina non poteva darle un erede maschio, così quando la bambina ebbe sei anni all'improvviso il suo istinto omicida si rivolse anche sulla stessa creatura che aveva dato alla luce, visto che le continue lamentele del marito, la facevano sentire in colpa per non avergli dato un maschio.
    La contessa, ovviamente già sapendo le numerosissime vittime che ha fatto nel corso della sua vita, sulla coscienza ha anche quella della figlia...Ondine libererà l'anima della povera Lucy dandole alla fine una degna sepoltura, riuscendo a teletrasportare la sua anima, il suo cuore e la sua mente sul luogo del delitto.... troverà il piccolo corpo e le darà una degna sepoltura....ma chissà se nel sequel ci sarà anche uno scontro diretto o soltanto temporale fra Ondine e la Contessa Sanguinaria? chi può dirlo?.....

    RispondiElimina
  6. Uhh come mi ispira questo libro!
    E complimentissimi per la recensione, proprio bella bella. :))
    Partecipo sicuramente, ecco la mia email: haryonred@gmail.com

    Il personaggio:
    Ci provo ma non ho mai scritto nulla di questo genere e la mia fantasia al momento è un po' annebbiata da declinazioni di latino ed esercizi di matematica!
    Allora, si potrebbe aggiungere lo spettro di un ragazzo, Gio, che poi si scoprirà essere nato nello stesso giorno di Ondine e nello stesso ospedale della medesima città. La cosa risulterà un po' strana all'inizio ma poi le coincidenze saranno troppe e i due vorranno indagare. Dopo qualche ricerca scoprono di essere gemelli separati da molto piccoli perchè i genitori di Ondine non riuscivano a gestire anche suo fratello, a causa dei molteplici problemi dovuti alla sindrome della figlia. Il fratello però non è veramente morto ma solo intrappolato dall'Altra Parte e così i due, conoscendosi fra battibecchi e affetto fraterno, cercheranno un modo per riuscire a salvarlo.

    Grazie mille sia a te che all'autrice per questa splendida possibilità!! :)

    RispondiElimina
  7. Abbiamo pubblicizzato i vostri giveaway sul blog :-)
    Non partecipiamo perché abbiamo già uno dei romanzi e perché preferiamo lasciare agli altri lettori la possibilità di vincere una copia.
    Complimenti per il blog, vi seguiremo!

    RispondiElimina
  8. Carissima Alex tantissimi auguri, anche se in ritardo! Grazie infinite di questa opportunità!
    E' davvero il genere di libro che cercavo. Non avendolo letto per me sarà dura trovarne uno che possa essere compatibile con la trama ma farò del mio meglio, sperando non esista già un personaggio simile.
    La mia mail: stephanie__93@hotmail.it

    Stando in tema sindrome, vi presento Meniere, un giovane umano finlandese di 22 anni. Il suo nome come la protagonista deriva dalla sindrome omonima da cui è affetto, anche se solitamente viene contratto dai 45 anni in su lui ne è l'eccezione. Però di questa, oltre ai ricorrenti attacchi di sordità è colpito anche dal nistagmo. Difatti per questi scatti incontrollabili degli occhi è consigliato assoluto riposo in un luogo buio e silenzioso. In un certo senso grazie al potere di Ondine, attraversando i portali ultraterreni, riuscirebbe a raggirare la sindrome. esteticamente è un bel ragazzo con degli occhi grigi molto espressivi e i capelli biondo cenere. Essendo stato pescatore in passato, incontrando Ondine durante il viaggio di lei in Europa, lui la riconosce come appunto la creatura mitologica acquatica (undine), rimanendone incantato.

    Poi potrebbe diventare uno dei compagni di avventura della protagonista o da cosa nasce cosa :) ahahah

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)