Ultime recensioni

venerdì 15 maggio 2015

Recensione: "Il mio sbaglio preferito" di Chelsea M. Cameron

Come vi avevo annunciato qualche post fa, ho diverse recensioni da pubblicare in questi giorni. Uno dei romanzi che ho terminato e che ho trovato particolarmente carino è il primo libro della serie My Favorite Mistake di Chelsea M. Cameron, pubblicato da Harlequin Mondadori e di cui è da poco uscito anche il seguito. Si tratta di un new adult molto frizzante, ma che riserva anche momenti più seri, per via di argomenti particolarmente delicati. Una lettura scorrevole, piacevolissima, che mi ha fatto trascorrere delle ore spensierate e che spero di replicare con il seguito!
Ringrazio la Harlequin Mondadori per la copia del romanzo inviatami, in cambio della mia onesta opinione.

Il mio sbaglio preferito
di Chelsea M. Cameron


Titolo originale: My Favorite Mistake
Serie: My Favorite Mistake #1
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 344
Genere: new adult, contemporary romance
Editore: Harlequin Mondadori



Due segreti. Una scommessa. Chi cederà per primo? Fin dal loro primo incontro, Taylor Caldwell non sa se desidera baciare o prendere a pugni Hunter Zaccadelli, il suo nuovo coinquilino. Da una parte Hunter è un affascinante ragazzo dagli occhi blu, irresistibile e pieno di charme. Dall'altra è il tipico bad boy, con la chitarra sempre in mano e il corpo coperto di tatuaggi. Forse è per questo motivo che Taylor ha paura di innamorarsi di lui, non vuole restare scottata e quindi è necessario che Hunter se ne vada... prima che sia troppo tardi. Anche Hunter ha avuto le sue delusioni e i suoi dolori nel passato, ma Taylor ha una risata così sexy e inoltre non gliene fa passare una liscia! Insomma non può darsi per vinto facilmente e le propone una scommessa: se lei riuscirà a convincerlo che lo odia o lo ama sul serio, lui se ne andrà dall'appartamento, lasciandola finalmente in pace. Ma quando il passato riemerge all'improvviso Taylor deve decidere: fidarsi di Hunter confidandogli il suo segreto più nascosto o fare tutto il possibile per vincere la scommessa e allontanarlo per sempre.

<<Era nato senza freni inibitori, di questo ero convinta. E io non avevo filtri alla rabbia. A mettere insieme le due cose, chissà cosa sarebbe successo.>>

Il mio sbaglio preferito è una lettura che ho rimandato a lungo ma che volevo davvero concedermi, fino a quando non ho deciso di prendere il libro in mano e iniziarlo una volta per tutte. E, a quel punto, non sono più riuscita a metterlo giù. Ironia e romanticismo sono gli ingredienti principali di questo romanzo che, grazie alla sua freschezza e a due protagonisti irresistibili, è riuscito a farsi amare immediatamente. Per quanto abbia maggiormente apprezzato la prima metà del libro, divertente e leggera come poche, mi sento comunque di consigliarlo a chi ha voglia di rilassarsi e farsi due risate. Questo libro saprà sicuramente essere un'ottima distrazione.
La storia è quella di Taylor, la quale si ritrova, un giorno, a dover condividere l'appartamento del college con Hunter Zaccadelli, un ragazzo che, solo a guardarlo, comprende le porterà un sacco di guai. Ma ciò che turba di più Taylor è proprio il pensiero che sia un ragazzo il nuovo coinquilino e non la ragazza che lei e le sue due compagne si aspettavano. Taylor ha un rapporto piuttosto conflittuale con l'altro sesso, per via di una traumatica esperienza passata e si porta dietro un peso enorme, che la costringe a mostrarsi fredda e scostante verso tutti i ragazzi che le dimostrano un minimo d'interesse. Non riesce a gestire la rabbia, non controlla i modi quando qualcuno la sfiora e dà in escandescenze se le si fa una battuta di troppo. Ecco perché con Hunter è da subito guerra aperta. Lui è bello, divertente e sexy, ha dei tatuaggi che parlano di sé e un'incredibile voglia di provocare. Soprattutto Taylor, per la quale ha un'istantanea attrazione e alla quale non riesce a resistere, neanche quando lei dà il peggio di sé. Ma Taylor non ha nessuna intenzione di cedere alle sue provocazioni e, nonostante sia costretta a condividere con lui l'appartamento e anche la camera da letto, è decisa a trovare il modo per buttarlo fuori. Hunter , a questo punto, gioca d'anticipo e lancia una scommessa: se lei riuscirà a fargli capire che lo odia veramente o lo ama veramente allora se ne andrà. Taylor, in mancanza di alternative, accetta la scommessa, convinta sia un gioco da ragazzi vincerla. Sa di detestarlo, odia le sue battutine, odia quando fa lo stronzo, odia il suo modo di guardarla... e odia, più di tutto, il modo in cui si sente quando lo fa. Hunter deve uscire al più presto da quella casa e dalla sua vita. Ma più sta vicino a lui, più si accorge di quanto sia sensibile e dolce dietro quella facciata da ragazzo impertinente. Vorrebbe prenderlo a pugni dalla mattina alla sera, ma ha anche una voglia matta di baciarlo e scoprire cosa si prova a lasciarsi andare con uno come lui. Hunter ha un fascino innegabile e il suo sarcasmo è irresistibile. Piano piano Taylor se ne renderà conto e si ritroverà persa per quel ragazzo che con la sua chitarra, con le sue attenzioni, con la sua inaspettata tenerezza riuscirà a regalarle momenti e sensazioni indimenticabili. Hunter Zaccadelli potrebbe essere davvero il ragazzo giusto, quello con il potere di liberarla da tutte le sue paure e sbloccarla. Perché anche lui nasconde dei segreti e un terribile trauma e proprio per questo riuscirebbe a capirla meglio di chiunque altro e ad amarla come mai nessuno ne è stato capace.
Devo dire che questa lettura è stata davvero terapeutica, era da tanto che non mi concedevo un new adult così dolce e ironico. Ho amato alla follia quel birbante di Hunter Zaccadelli, col suo fascino da bello e maledetto, dietro cui si nasconde un animo incredibilmente romantico. E, sebbene questo suo animo abbia inondato di zucchero molte pagine da metà libro in poi, l'ho trovato comunque un personaggio interessante e ben strutturato, con il suo bel caratterino, con il suo bagaglio di esperienze dolorose che ha imparato a gestire in modo maturo, con le sue piccole ossessioni e manie (i simboli della fortuna e altri piccoli rituali). Un ragazzo che ha perso tutto e ha deciso di ricominciare, ma con le sue sole forze. Un po' eccessive mi sono sembrate, al contrario, le paure di Taylor, che si scaglia sugli uomini, su Hunter in particolar modo, con un astio assurdo sin dal primo istante in cui lo vede. Capisco che provi per gli uomini una sfiducia di dimensioni stratosferiche, ma talvolta le sue reazioni erano decisamente inappropriate. Nonostante tutto, ho trovato i due personaggi molto simpatici, una coppia scoppiettante e sempre più affiatata. Anche i personaggi secondari sono riusciti a farsi apprezzare, soprattutto la sorella di Taylor, una ragazza saggia e spiritosa capace di grande affetto.
L'autrice sfoggia una notevole disinvoltura narrativa, regalandoci momenti spassosi e altri più intensi e cupi, senza mancare, però, di condire il tutto con del buon romanticismo. La tensione emotiva e sessuale che si respira sin dalle prime pagine è davvero intrigante e fa venir voglia di divorare una pagina dopo l'altra, ma non ho amato particolarmente le scene di sesso che, secondo me, hanno lasciato parecchio a desiderare. Le ambientazioni, invece, tra lezioni universitarie, campus e biblioteca, hanno contribuito a farmi apprezzare ancora di più il romanzo, forse proprio perché ho un debole per le realtà dei college americani, specie quando vengono narrate con cura, così come ha fatto la Cameron. Adesso non mi resta che leggere "La mia fuga più dolce" e scoprire se anche il seguito sarà una sorpresa come questo!
Per concludere, non posso che dare un giudizio positivo a Il mio sbaglio preferito, romanzo che si è rivelato più piacevole del previsto e che mi ha fatta molto divertire.

Voto: 4 tazzine! Una lettura leggera e molto intrigante!


A presto!
xoxo


2 commenti:

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)