Ultime recensioni

giovedì 4 giugno 2015

Recensione: "Origin" di Jennifer L. Armentrout

Sono di nuovo qui, stavolta per parlarvi di un libro che ho finito di leggere da qualche settimana e che aspettava solo di essere recensito. Si tratta del quarto libro della serie Lux, di Jennifer L. Armentrout, autrice che io amo particolarmente, soprattutto per il suo stile talmente accattivante capace di tenere il lettore avvinghiato alle pagine. Sebbene la serie Lux abbia oscillato tra opinioni più e meno positive, devo ammettere che questo penultimo capitolo della serie mi ha davvero entusiasmata, regalandomi momenti di tensione, ma anche momenti infinitamente teneri e romantici. Merito anche di un nuovo punto di vista, quello di Daemon, che ha dato al romanzo una luce del tutto nuova!
Ringrazio di cuore la casa editrice Giunti per la copia del libro inviatami in cambio di una recensione onesta.

Origin
di Jennifer L. Armentrout

Serie: Lux #4
Prezzo: 12,00 euro
Pagine: 336
Genere: young adult, sci-fi
Editore: Giunti (collana Y)


Sono passate trentuno ore, quarantadue minuti e venti secondi da quando le porte del quartier generale di Dedalo si sono chiuse, separando Daemon da Katy, rimasta nelle mani del nemico. E la rabbia che il giovane alieno sente bruciare dentro cresce a ogni istante, facendo tremare le pareti della cella in cui i suoi stessi compagni lo hanno rinchiuso per impedirgli di andare a salvare Katy: una follia che metterebbe a rischio la sua vita e la sicurezza dell’intera comunità dei Luxen. Ma Daemon sa che niente e nessuno potrà mai tenerlo lontano dalla ragazza che ama: anche se questo significasse radere al suolo tutto il suo mondo. Katy, intanto, può solo cercare di sopravvivere. Tenuta prigioniera e sottoposta a misteriosi test, entra in contatto con gli uomini di Dedalo, scoprendo scenari finora insospettabili che mettono in crisi tutte le sue certezze. È davvero possibile conoscere fino in fondo quelli che ami? Chi sono i cattivi? Dedalo? Gli umani? O magari gli stessi Luxen?

<<Erano passate trentuno ore, quarantadue minuti e venti secondi da quando le porte avevano iniziato a chiudersi, separandomi da Kat. Trentuno ore, quarantadue minuti e dieci secondi dall'ultima volta che l'avevo vista. Da trentuno ore e quarantuno minuti lei era nelle mani di Dedalo.
E io impazzivo, sempre di più, ogni secondo, ogni minuto, ogni ora che passava.>>

Siamo giunti al capolinea. Una delle serie più amate, discusse, ammirate e prolifiche della categoria young adult sta per arrivare alla sua conclusione. Il 24 Giugno uscirà in Italia l'attesissimo capitolo finale della saga Lux, "Opposition", sul quale non vedo l'ora di mettere le manine. Oggi, però, parliamo di Origin, il libro della svolta. Se fino ad ora le cose erano state poco movimentate, vi posso assicurare che l'autrice ha inserito in questo romanzo tante di quelle scene d'azione che annoiarsi sarà impossibile. Ho ritrovato con piacere, tra l'altro, anche quell'ironia irresistibile che la contraddistingue e che mi aveva fatto amare tantissimo i primi due libri della serie, che ne risultavano particolarmente impregnati. Come ormai sapete, Daemon Black è uno dei miei personaggi maschili preferiti e mai, come in questo libro, ho avuto modo di apprezzarlo e di constatare quanto interessante sia stato il percorso che l'autrice gli ha fatto fare nel corso della sua serie. Da "bastardo" patentato è riuscito a dimostrare di non essere solo un belloccio superficiale e senza carisma, ma di essere un ragazzo intelligente e altruista, responsabile e coraggioso, sempre pronto a dare per le persone che ama, a fare qualunque cosa. Chi ha letto il libro precedente, Opal, sa come si è concluso, con Katy alla completa mercé di Dedalo, l'organizzazione contro cui Daemon e gli altri Lux combattono, soprattutto dopo aver saputo cosa avevano fatto a Dawson e Beth. Daemon non sarà più tanto paziente e cauto, adesso. Dedalo ha preso Katy e lui non può accettarlo, non può immaginare neanche per un secondo la sua amata nelle loro mani, dovesse mettere a ferro e fuoco tutto il pianeta pur di ritrovarla. Ma non sarà facile arrivare a loro, che sanno mantenere segreta la loro posizione e hanno metodi di difesa davvero scoraggianti per lui. Più il tempo passa più aumentano le preoccupazioni di Daemon, che sembra impazzire pensando cosa possano fare a Katy. Lui le ha promesso di proteggerla, di starle sempre accanto, ma i sensi di colpa affioreranno innegabilmente, convinto che non le sarebbe successo niente di male se non si fosse innamorato di lei. Il passato, però, non si può più cambiare. Bisogna andare avanti, bisogna pensare al futuro e Daemon non riesce a immaginarne nessuno senza Katy al suo fianco. Ciò che lo spingerà ad agire in modo avventato sarà solo il suo amore per Katy e il suo immane desiderio di tirarla fuori dalla tana di Dedalo, prima che loro possano compromettere per sempre la sua salute o la sua stessa vita.
Solo, spinto da una rabbia sorda e da un'assurda voglia di farsi catturare pur di rivedere Katy e sapere che sta bene, Daemon si lancerà in un'impresa quasi suicida, alla ricerca della sua amata, disposto a sacrificare tutto per lei. C'è qualcosa di tremendamente tragico e allo stesso tempo poetico in questo suo gesto irruente, qualcosa che porta sempre più Daemon ad assomigliare al perfetto eroe romantico che le lettrici più appassionate come me non possono fare a meno di apprezzare. Se fino ad ora Daemon era stato capace di irritare con il suo caratteraccio e farsi perdonare subito dopo grazie alla sua aria da simpatico mascanzoncello, in questo libro vi farà letteralmente sciogliere il cuore, perché di fronte alla paura di perdere colei che più conta per lui, darà libero sfogo a quel lato nascosto tanto dolce e tenero che era riuscito in qualche modo a tenere a bada. Tutte le fan più affezionate a questo personaggio impazziranno di fronte alla sua romantica evoluzione, continuando ad innamorarsi di lui, che non delude neanche un po', nemmeno davanti alle decisioni più difficili. Anche Katy, in questo libro, subirà dei cambiamenti e sarà costretta a crescere, e in fretta, catapultata sempre più all'interno di un mondo che pare quasi surreale, un mondo in cui alieni e ibridi devono lottare contro un male superiore e cercare di uscirne indenni. Ma Katy, che ormai si trova tra le braccia del nemico, subirà un forte tentativo di manipolazione, perché Dedalo vuole dimostrare di avere le proprie ragioni per comportarsi in un determinato modo e ha bisogno che lei si fidi e si dimostri collaborativa. Sicuramente il suo personaggio è quello che subirà più scossoni, che verrà messo più a dura prova, prima subendo le torture di Dedalo e poi quelle di una fuga rocambolesca che non sa dove la porterà. Questo, però, nessuno dei protagonisti lo sa. Ogni scelta che faranno, ogni decisione che prenderanno, sarà assolutamente obbligata, perché più la storia va avanti meno possibilità avranno di uscirne senza problemi. E, come se tutto questo non bastasse, ci si mettono anche gli esperimenti di Dedalo su una nuova, terrificante razza, nata dall'unione tra alieni e ibridi. Esseri con una grande forza, poteri incontrollabili e, il più delle volte, incapacità a sottostare alle regole. Li chiamano Origin e hanno l'aria molto poco rassicurante...
La Armentrout non ci risparmia nulla in questo quarto libro e alterna con grande abilità momenti duri ad altri più leggeri e ironici, passando per grosse decisioni che potrebbero cambiare per sempre la vita dei protagonisti. Daemon e Katy sono sempre più uniti e, di fronte alle prospettive che li aspettano, decideranno di vivere fino in fondo quel poco di libertà che ancora riescono ad avere, prima che le cose si complichino ulteriormente. Anche per gli altri personaggi ci saranno novità interessanti, una davvero eclatante che riguarderà Dawson, ma non vi svelo nulla a riguardo, perché si tratta del finale del romanzo con cui l'autrice ha voluto lasciarci a tormentarci. Ancora una volta un finale aperto, di quelli che solo lei (insieme alla Maas :P) sa scrivere e che fa presagire mille diverse ipotesi. Cosa accadrà nell'ultimo, clamoroso libro della serie? Origin mi ha davvero sorpresa, perché tra azione, passione, romanticismo e colpi di scena, mi ha sempre tenuta incollata alle pagine, senza mai farmi intuire cosa sarebbe accaduto dopo. Nella seconda parte del romanzo tutto prende una piega assolutamente inaspettata, mostrando il lato più rivoluzionario dei Luxen e la loro irriducibile voglia di non risparmiarsi mai, nemmeno di fronte ad un nemico cento volte più cattivo di quelli con cui sono abituati a scontrarsi.
Lasciatevi sedurre dal più entusiasmante volume della serie, che ha reso me desiderosa del prossimo libro come si trattasse di qualcosa di fondamentale per sopravvivere. Se avete amato fino ad ora le avventure di Daemon e Katy, Origin vi stupirà di certo!

Voto: 4 tazzine! Un libro ricco di avvenimenti e colpi di scena! Da non perdere!

A presto!
xoxo


5 commenti:

  1. Non vedo l'ora di continuare con la serie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io Simona! Ormai manca poco all'uscita.. meno di 20 giorni! **

      Elimina
  2. Anche a me è piaciuto molto questo titolo, però c'è qualcosa di strano nella saga della Armentrout: un romanzo mi piace mentre l'altro lo trovo completamente piatto e statico, privo di dinamismo. Non è il caso di Orgin comunque. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me i libri di questa saga non hanno fatto sempre lo stesso effetto, per esempio la novella e Opal non mi hanno entusiasmato granché, ma questo è molto meno statico di quelli e mi è piaciuto di più! :)

      Elimina
  3. mi manca ancora Opal, ma voglio leggerli tutti questo mese, ripasserò a vedere questa recensione

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)