Recensioni

giovedì 4 aprile 2013

Recensione: "The Selection" di Kiera Cass+VINCI 2 segnalibri!!!

Buongiorno amici!
Finalmente, dopo qualche giorno di attesa, eccomi a parlarvi di un libro di cui se ne sono dette di cotte e di crude. Qualcuno l'ha trovato bellissimo, qualcun altro una lettura inutile... io sto decisamente in mezzo. Non vi nego che mi aspettavo qualcosina in più, ma nemmeno che non l'abbia apprezzato! E' stata una lettura veloce, fresca e piacevole.
ATTENZIONE: ALLA FINE DELLA RECENSIONE HO PREPARATO UNA PICCOLISSIMA SORPRESISNA PER VOI! 

The Selection
di Kiera Cass


Serie: The Selection #1
Prezzo: 17,90 euro
Pagine: 298
Editore: Sperling & Kupfer (collana Pandora)

Molti anni dopo la Quarta guerra mondiale, in un Paese lontano, devastato dalla miseria e dalla fame, l'erede al trono sceglie la propria moglie con un reality show. Spettacolare. Così, per trentacinque ragazze la Selezione diventa l'occasione di tutta una vita. L'opportunità di sfuggire a un destino di fatica e povertà. Di conquistare il cuore del bellissimo principe Maxon, e di sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America Singer è un incubo. A sedici anni, l'ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa tra le mura di un palazzo che non conosce ed entrare a far parte di una gara crudele. In nome di una corona - e di un uomo - che non desidera. Niente e nessuno, infatti, potrà strapparle dal cuore il ragazzo che ama in gran segreto: il coraggioso e irrequieto Aspen, l'amico di sempre, che vorrebbe sposare più di ogni altra cosa al mondo. Poi, però, America incontra il principe Maxon, e la situazione si complica. Perché Maxon è tutto ciò che Aspen non sarà mai: affascinante, gentile, premuroso e immensamente ricco. E può regalarle un'esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare...


Quando si parla di distopia, a me viene subito in mente Hunger Games, la fortunata serie di Suzanne Collins che ha conquistato il cuore di molti lettori in tutto il mondo. E non solo. Anche la versione cinematografica ne ha decretato la fortuna, grazie alla bravura del regista Gary Ross, che ha saputo trasporre sullo schermo una storia non facile da gestire, facendo luce su un genere non ancora molto conosciuto, ma di un fascino sconvolgente.
Distopia, questa arcana parola! Ancora oggi esiste qualcuno che ne ignora il significato e a costoro io consiglio di leggere, oltre la sopracitata saga, anche Delirium, Matched, Divergent, Never Sky, Schegge di me, Incarceron... tutti distopici meravigliosi, dalla trama ricca, originale e coinvolgente. Di sicuro, se devo consigliare The Selection, non riuscirei mai a dire che si tratta di un distopico. Gli elementi della distopia sono così rari che non si contano nemmeno sulle dita di una mano. Ciò che di bello c'è in questo libro, non riguarda certo il suo contesto, sul quale, fossi stata nell'autrice, avrei fatto un po' più di luce. A lettura conclusa, noto che mi sono rimasti troppi dubbi sul mondo intorno alla Selezione, il mondo in cui vivono i nostri protagonisti, di cui viene detto ben poco. Probabilmente, nel seguito verrà rivelato molto di più - lo spero - ma, intanto, mi ritrovo a storcere un po' il muso su tutto questo inutile chiamiamolo "mistero"...
Bene, dopo questa piccola premessa, posso passare a parlare della trama e di tutto ciò che ho gradito in The Selection:)

Innanzitutto, bisogna ammetterlo: un libro con una cover tanto bella attira subito l'attenzione e quindi ci si precipita ad acquistarlo, ignari di cosa ci aspetti. Io devo ringraziare la casa editrice per la copia in omaggio, che ho divorato nel giro di qualche giorno, tanto era gradevole lo stile dell'autrice. Siamo in un mondo in cui vige una netta suddivisione in caste, in ognuna rientra una determinata categoria di gente. Ovviamente alla Uno appartiene la famiglia reale, mentre, scendendo, troviamo gente via via meno benestante.
America è una Cinque (si trova in una via di mezzo), è un'artista, così come tutta la sua famiglia, e soffre spesso la fame. L'arte non ripaga quanto vorrebbero, ma con i loro sacrifici riescono a vivere abbastanza dignitosamente. L'occasione di una vita le si presenta un bel giorno con la lotteria dedicata alla selezione di una moglie per il principe Maxon. Diventare principessa è il sogno di ogni fanciulla (soprattutto di ogni madre di fanciulla:P) e poi, per chiunque vincesse la selezione, significherebbe non doversi più preoccupare di faticare per guadagnarsi da vivere, perché diventerebbe ricca in un colpo solo! Per chi appartiene alle caste più basse è davvero una ghiotta occasione! Addio stenti! Ebbene, tutto questo non attrae minimamente America, lei non vuole sottomersi al volere dei familiari, ma non perchè non ci tenga a renderli felici ma soltanto perchè... il suo cuore è già impegnato. Lei ama Aspen, suo vicino di casa,di una casta inferiore alla sua. I due si amano clandestinamente, facendo di una piccola casa
sull'albero il loro nido d'amore. Ma quando Aspen viene a sapere della Selezione e dell'opportunità che America potrebbe avere, non esita un istante a dirle di partecipare. Lo fa per il suo bene? Sinceramente non l'ho capito... Non riesco a immaginare come un fidanzato innamorato possa spingere la propria donna tra le braccia di un altro. E che altro! Un principe bellissimo e raffinato, che tra l'altro potrebbe sceglierla e sposarla! Mi sembra alquanto improbabile, ma inThe Selection succede anche questo. Dopo un po' di riflessione e dopo essere stata mollata bruscamente da Aspen solo perchè a lui vengono i complessi di inferiorità, incapace di provvedere a lei come vorrebbe, America si decide a mandare la sua candidatura per la Selezione. Soltanto 35 ragazze potranno vincere il sogno di andare a vivere a palazzo e cercare di conquistare il bel principe. America sarà una di queste.

La parte più interessante del romanzo arriva adesso. La vita di America cambia drasticamente e lei si ritrova ad essere circondata da cameriere al suo servizio, ad indossare abiti magnifici e lussuosissimi, a mangiare divinamente, ad abitare nello sfarzo e... sotto l'occhio delle telecamere! Sì, perchè tutta la storia della Selezione non è che un reality-show seguitissimo a cui assistono tutti gli abitanti del regno. Per quanto la cosa potrebbe fare pensare subito ad HG, in realtà, manca l'adrenalinica tensione creata dalle telecamere sotto cui dovevano vivere i personaggi della serie della Collins. Qui abbiamo più uno spettacolo sfarzoso, elegante e artefatto, in cui il bachelor di turno - o "tronista" nella nostra era defilippiana - deve scegliere la futura moglie attenendosi sia ai suoi gusti, ma anche a quelli del popolo, che devono apprezzare la donna che dovrà governarli, un giorno.
Maxon è una figura molto positiva, sicuramente non come me lo aspettavo. Non è irritante o pieno di sè, è tenero nella sua inesperienza con le ragazze, sa dosare egualmente gentilezza e autorità, comportandosi in maniera impeccabile con tutte (tranne entrare nel panico se una di loro versa qualche lacrima:P). Non è il classico principe borioso, ma più un principe che si avvicina a quello delle fiabe... Impossibile non amare lui, le sue speciali attenzioni, la sua dolce goffaggine e tutti quei sorrisi... *_*
Con America si instaura da subito una dolce amicizia, anche se è chiaro come la luce del sole che per lui non sia solo amicizia. Lei gli confessa di amare un altro e di non poter provare nulla per lui, ma di aver bisogno ugualmente di restare nello show... E così, stringono un patto segreto, un patto che, però, fa acqua da tutte le parti!:P
America ha un caratterino niente male, è una che non si lascia intimidire tanto facilmente, che non ha paura di dire quello che pensa, a costo di sembrare maleducata, e che ama tantissimo la sua famiglia, nonché le cameriere alle quali si affeziona presto. Il suo rapporto con loro è qualcosa di tenero e inaspettato, che sicuramente la rende molto più simpatica agli occhi del lettore. America ama cantare e godere della libertà che prova nel farlo, non è abituata all'aria e alle regole che si respirano a palazzo. In Maxon troverà un confidente con cui condividere l'afflizione di dover abitare in una simile "gabbia dorata".
Il lettore assiste con gli occhi a cuoricino alle loro scaramucce (perché c'è da dire che non vanno sempre d'accordo) e per un attimo si dimentica di Aspen... l'ex fidanzato di America, che, come per magia, ricomparirà verso la fine del libro per regalarci un finale molto aperto, che ci fa prospettare di tutto nel prossimo libro della serie.

Sebbene vi sia una trama semplice e scritta senza troppi fronzoli, la lettura di The Selection è stata molto piacevole e rilassante. I personaggi sono simpatici, alcuni molto ben delineati, altri un po' meno (i Reali, ad esempio). Ho provato un profondo affetto per la deliziosa e genuina sorellina di America... come non amare lei e le sue lettere piene di domande? :P
Come vi dicevo, mi sarei aspettata di sapere un po' di più sul regno di Illéa, della cui storia si fanno solo pochi accenni. C'è anche un momento dedicato ad un'incursione nemica da parte di ribelli, ma tutto resta abbastanza sfocato, come se l'autrice non volesse scendere - mi auguro solo momentaneamente - nel dettaglio. La storia della Selezione è davvero intrigante! Però manca un po' della competitività che ci si aspetterebbe in una "gara" di questo genere... insomma, stiamo sempre parlando di diventare una principessa, io avrei strappato i capelli  a tutte! :P Ehehehe, no, a parte gli scherzi, quello che
intendo dire è che ho notato poca rivalità e fin troppo buonismo che, per carità, ci può anche stare, ma forse rendere la storia più pepata non avrebbe fatto male. C'è una scena in cui quell'antipatica di Celeste strappa una manica al meraviglioso vestito di America per pura invidia e America non reagisce! Ecco, qui secondo voi non ci stava qualche reazione particolare? Lei invece non fa una piega e subito dopo si fa ricucire la manica da altre ragazze...

Diciamo che questo romanzo mi è piaciuto perché mi sono divertita a leggerlo, ma oltre ad essere una lettura carina, non mi ha dato ciò che mi aspettavo. Ha un grande potenziale questa saga, ne sono sicura,
riesco a captarlo... Solo vorrei che la Cass lo sfruttasse. Mi aspetto decisamente di più dai prossimi libri, un approfondimento della realtà distopica in cui è immerso il regno di Illéa, ma soprattutto un chiarimento dei sentimenti altalenanti della cara America, fino alla fine indecisa se propendere per il dolce principe o per l'amore della sua vita...

Voto: 3.5/5

Ed eccoci alla sorpresa per voi, cari lettori e amici di Leggendariamente!
Dato che insieme al libro la casa editrice mi ha inviato anche due bellissimi segnalibri/specchio, ho deciso di regalarli a voi! Chiunque commenterà la recensione parteciperà alla mini-estrazione per vincerli. SARANNO 2 I FORTUNATI!
 Quindi cosa state aspettando, fatemi sapere le vostre opinioni sul romanzo! :)
Tutto quello che dovete fare è COMMENTARE (il commento deve essere di senso compiuto) e lasciare un INDIRIZZO EMAIL al quale venire contattati in caso di vittoria! Avete tempo fino al 14 Marzo per partecipare!
Buona fortuna!^_^




20 commenti:

  1. Io concordo con tutto quello che hai scritto ^^
    Per quanto riguarda la reazione di America quando l'"odiosa" (la chiamo così) le ha strappato il vestito è stata dettata dalla regola dello show di non "alzare le mani" sulle altre concorrenti, ma detto tra noi io l'avrei fatta pentire di averlo fatto nel modo più sanguinolento possibile muahahahahhahahahahahahahahahahahahah (non è vero ma è bello pensarlo u.u)

    mysweetbook@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti! Ma non dico che doveva alzarle mani ma almeno dirgliene quattro e farla pentire amaramente di quel gesto... mah! Cmq non è strano che di realmente perfida vi sia solo una ragazza su 35?

      Elimina
    2. E' parso strano anche a me. Ma ci sarà sicuro qualche colpo di scena, alla fine le finaliste hanno tutte uno scopo, ogni ragazza (tranne America) rafforzerebbe un legame politico, e sai quanti intrighi ci saranno...... XD

      Elimina
  2. Io devo ancora leggere questo libro... come te sono stata attirata dalla copertina, stupendissima! speriamo ne valga la pena :)

    elisa.wonderlandofbooks@hotmail.it

    RispondiElimina
  3. Io ho iniziato a leggerlo un po' di giorni fa e per ora anch'io lo sto trovando molto carino, una lettura piacevole. Sono ancora al punto in cui America sta per arrivare a palazzo, quindi il bello dovrebbe venire tra poco!!;) E le cover sono davvero stupende, sia quella di The Selection che quella del seguito!! Sono curiosa di vedere se anche la terza sarà altrettanto bella, ma credo proprio dovrò aspettare un bel po'!!xD

    mari_93.p@hotmail.it

    RispondiElimina
  4. non so che genere di lettura sarà..devo cominciarlo a breve..non ho alte aspettative e credo sia meglio così..
    bella idea i segnalibri!!valeottantadue@yahoo.it

    RispondiElimina
  5. ho appena iniziato la lettura e credo che non mi aspetterò niente di più che una lettura piacevole della rivisitazione della favola di cenerentola!

    RispondiElimina
  6. Io sto cercando di procurarmelo senza spendere uno sproposito... l'indirizzo email è nasfer44-strepitosta@yahoo.it (sono troppo carini questi segnalibri)

    RispondiElimina
  7. Io voglio il segnalibro invece! Mi sa che è più carino del libro :P

    RispondiElimina
  8. Il segnalibro come la copertina del libro è meraviglioso *_* io lo devo iniziare a leggere, mi piace leggere quei libri che riescono a dividere il parere popolare, che riescono a far parlare di loro nel bene o nel male... sarà masochismo o mente malata e mancante di qualche pezzo? Siiii ;p

    RispondiElimina
  9. la copertina è stupenda, voglio il segnalibro!!!!
    incrocio le dita
    fraghi88@alice.it

    RispondiElimina
  10. Io lo sto leggendo, e devo dire che mi sta piacendo moltissimo :)
    Il segnalibro è bellissimo, spero di vincerlo *______*

    RispondiElimina
  11. Ho adorato The Selection e devo dire che al posto di America mi metterei le mani nei capelli al pensiero di scegliere uno di quei due baldi giovani. (Buttali via!) xD
    Incrocio le dita delle mani e dei piedi nella speranza di aggiudicarmi uno dei segnalibri *_*
    Grazie della chance! :)
    kaya_kuro.neko@yahoo.it

    RispondiElimina
  12. Anche io sto leggendo questo libro,sono quasi alla fine. Le prime volte che ne ho sentito parlare in giro le critiche non erano molto positive e questo mi ha un po' smontato perchè la copertina mi ha attirato alla prima occhiata,e io sono una feticista delle copertine. Ora posso dire che ho fatto bene a non ascoltare quei giudizi,mi sta piacendo davvero tantissimo. Personalmente faccio il tifo per il principe,perchè Aspen mi ha suscitato antipatia fin dalle prime pagine,non so perchè,forse perchè anche io sono appena stata lasciata dal mio grande amore e quindi sono entrata in completa sintonia con America. Maxon è così coccoloso! Forza Maxon! Non vedo l'ora di poter leggere il seguito *w*

    Lascio la mia mail :D cameron90@libero.it

    RispondiElimina
  13. Solitamente non scelgo mai un libro per la sua copertina, ma questa è davvero bellissima *.* ed è anche del mio colore preferito, perciò, come posso non amarla? La tua recensione mi ha incuriosita moltissimo, infatti ho già inserito il libro nella mia "Lista desideri" (nonostante sia già stracolma) e spero di poterlo leggere al più presto <3

    Lascio la mia e-mail: mitrya.mc@gmail.com

    RispondiElimina
  14. Ho divorato questo libro.. ma non l'ho completamente apprezzato, mi aspettavo qualcosa di diverso!!
    il segnalibro cmq è bellissimo =)
    amofranzy@yahoo.it

    ps. ho appena aperto un blog, se qualcuno ha voglia di passare mi farebbe piacere =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dimenticavo... http://ilmeravigliosoviaggiodellamente.blogspot.it/

      Elimina
  15. recensione approfondita(:
    questo libro mi ispira da troppo! credo che lo leggerò(:
    questa è la mia mail: elisamorbi@gmail.com
    molto carina quest'iniziativa!!

    RispondiElimina
  16. Una mia amica lo sta leggendo è non me ne ha parlato molto bene quindi la mia idea su questo libro non è stata molto alta. Invece leggendo la tua recensione credo che ne valga davvero la pena.
    Questa è la mia email: chiarapiccirilla@hotmail.it

    RispondiElimina
  17. Inanzitutto complimenti per la recensione Francy. Concordo su tutto ciò che hai detto e trovo la cover di questo libro semplicemente spettacolare.Sono curiosissima di poter leggere la storia di questa ragazza testarda con aspettative e desideri differenti dalle sue coetanee. La storia di una ragazza che contro la sua volontà si ritroverà a dover affrontare un mondo a lei completamente estraneo *-* Mi ha colpita sin da subito e siccome ho intenzione di leggerlo molto presto, partecipo al giveaway sperando di vincere il segnalibro ;)
    Ho condiviso qui:
    -https://www.facebook.com/simona.todaro.98/posts/462289827185304
    -https://twitter.com/Simona1488/status/322701889550561280
    email: simy-1988@libero.it

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)