Recensioni

venerdì 6 dicembre 2013

Recensione: "Legend" di Marie Lu

Buongiorno, miei cari lettori!
Oggi approfitto di una fredda e noiosa giornata in casa per postare una nuova recensione.
Il libro di cui vi parlo l'ho finito di leggere da una decina di giorni, ma il pensiero è ancora vivido in me. E' stata una lettura inaspettata e molto piacevole, talmente bella che non vedo l'ora di avere il seguito tra le mani! Ringrazio la casa editrice per avermi inviato una copia del libro, in cambio di una recensione onesta.

Legend
di Marie Lu


Titolo originale: Legend
Serie: Legend #1
Prezzo: 16,50 euro
Pagine: 262
Genere: distopico, young adult
Editore: Piemme (collana Freeway)

Los Angeles, Stati Uniti. Il Nord America è spaccato in due parti, la Repubblica e le Colonie, e la guerra sembra destinata a non finire mai. A quindici anni, June è già una promessa della Repubblica. Nata in una famiglia ricca e prestigiosa, oltre a una bella casa, un mucchio di soldi e la possibilità di frequentare le scuole migliori, possiede anche un vero talento nel cacciarsi nei guai e senza l'intervento di Metias, il fratello maggiore, probabilmente qualcuna delle sue bravate all'accademia militare sarebbe già finita male. Dalla morte dei genitori, Metias è l'unico su cui può contare, almeno fino al giorno in cui viene ucciso in circostanze misteriose. Il primo sospettato è Day, un ragazzo della stessa età di June, ma nato e cresciuto nei bassifondi della Repubblica. Ed è anche il criminale più ricercato del paese. Da quel giorno, June ha un unico desiderio: vendicare Metias. Ma per lei e Day il destino ha altri piani.

Ti darò la caccia. Batterò le strade di Los Angeles palmo a palmo. Perlustrerò ogni strada della Repubblica se sarà necessario. Ti ingannerò e ti illuderò, mentirò, barerò e ruberò per trovarti, ti spingerò a uscire dal tuo nascondiglio e ti inseguirò finché non ti rimarrà più neanche un buco per nasconderti. Ti prometto questo: ora la tua vita appartiene a me.

La prima sensazione dopo aver letto Legend è stata di piena soddisfazione. Non mi sentivo così da parecchio tempo, soprattutto dopo che un altro distopico, negli ultimi tempi, mi aveva parecchio delusa (Reached, Ally Condie). Non è facile scrivere una distopia originale, eppure Marie Lu è riuscita a creare una storia talmente appassionante, bella e nuova che mi ha stupita ed entusiasmata. Quando ho letto che l'autrice si è ispirata a "I Miserabili" per creare il suo romanzo, la mia curiosità è balzata alle stelle, considerando il mio amore sconfinato per il capolavoro di Victor Hugo. E così non mi sono lasciata sfuggire l'occasione e mi sono tuffata in questa lettura, pronta a scoprire che relazione poteva esserci con uno dei classici più famosi. L'unica nota dolente è che l'ho finito troppo presto ed è subentrato subito lo sconforto. Come vi dicevo nell'introduzione sopra, non vedo l'ora, adesso, di avere il seguito tra le mani, mi sono talmente affezionata ai protagonisti che non so se posso aspettare ancora per sapere che ne sarà di loro. Lo voglio sapere ORA!
Legend è uno dei migliori distopici che abbia mai letto, ricco di colpi di scena e molto toccante. Il genere è uno dei miei preferiti, ma giuro che non sono di parte quando affermo che è uno dei migliori in circolazione. Non solo è scritto benissimo, ma la storia riesce ad essere al contempo tragica e romantica, aspetto che mi ha letteralmente conquistata. E poi i protagonisti sono meravigliosi, entrambi sono riusciti a farmi provare empatia per le loro storie personali e, fino alla fine, mi hanno tenuta col fiato sospeso, incapace di immaginare come sarebbe andata a finire.
June e Day non potrebbero essere più diversi. Lei, ragazza prodigio, nata in una famiglia ricca e prestigiosa, grande scommessa della Repubblica. Lui, povero, ribelle e criminale super ricercato. Da sempre dà del filo da torcere alla Repubblica con i suoi piccoli e intollerabili crimini e nessuno è mai riuscito ad acciuffarlo. E' furbo, veloce, allenato. Intrepido. Una vera spina nel fianco per chiunque.
June e Day conducono due vite completamente diverse e, sebbene June sia a conoscenza dell'esistenza di Day (e in segreto un po' lo ammiri), lui non sa chi sia lei. La guerra in corso tra Repubblica e Colonie, mette in risalto il contrasto tra i ruoli dei due protagonisti. Mentre June studia all'accademia militare per diventare un soldato della Repubblica, ligio ad dovere e a regole ferree, Day è un ribelle delle Colonie che lotta contro la Repubblica e le sue immense ingiustizie, aiutato solamente da una ragazzina tenera e in gamba che ha preso con sé quando non aveva nessun altro al mondo. Day e Tess vivono di espedienti, sempre nascosti, ma all'erta e pronti ad affrontare qualunque evenienza. Sono impavidi e svegli e, nelle loro limitate possibilità, cercano di fare il meglio che possono per sopravvivere e far stare bene anche la famiglia di Day, che sorvegliano da lontano. Ma quando il morbo colpisce uno dei membri, Day è costretto a correre qualche rischio in più, a intrufolarsi nell'ospedale della Repubblica per rubare dei medicinali contro la malattia del fratellino. Sarà proprio durante questa missione che inizieranno a cambiare le cose per lui. La sua segreta identità, la sua relativa sicurezza, subiranno un drastico stravolgimento, poiché un soldato, Metias, fratello di June, verrà ucciso e la colpa ricadrà proprio su Day. Le indagini verranno affidate a June, intelligente e intuitiva, che per ragioni non solo personali si impegnerà a trovare il criminale e consegnarlo alla Repubblica. Si infiltrerà nei bassifondi, vivrà come vivono in quei luoghi, si avvicinerà ai peggiori elementi, fino quasi a rischiare la vita... Ma un misterioso ragazzo, dai tratti orientali e gli occhi azzurrissimi, la salverà e la porterà nel suo covo, la rimetterà in sesto e le insegnerà a sopravvivere a modo suo. June si lascerà conquistare da lui, cedendo quasi ai suoi modi di fare, al suo altruismo, agli sguardi che le rivolge. Un giorno, però, seguendolo di nascosto, scoprirà che si tratta del suo peggior nemico e dovrà adempiere alla promessa fatta: consegnare l'assassino di suo fratello alla giustizia. Riuscirà a mettere da parte il suo affetto per lui e tradirlo? VINCERA' IL DOVERE O L'AMORE?
In realtà, per June, la morte di Metias è stata un duro colpo. Lui era tutto ciò che lei aveva, la sua unica famiglia, sempre pronta a proteggerla e a tirarla fuori dai guai. Ma potrà mai la vendetta darle appagamento?
Non voglio dirvi altro riguardo la trama per non rovinarvi il piacere della lettura, anche perché questo romanzo riserva molte sorprese e colpi di scena che sarebbe ingiusto vi svelassi io.
Proprio come ne I Miserabili, anche in Legend abbiamo un astuto investigatore che affida tutto se stesso alla ricerca di un famoso criminale, un criminale che però si rivelerà diverso dai soliti criminali, perché si tratta di un ragazzo con un grande cuore e delle importanti ragioni che lo spingono ad agire in una determinata maniera. June imparerà a conoscerlo, conoscerà queste ragioni e la sua fermezza vacillerà. Perché Day non è, in realtà, il ragazzo sfortunato e pezzente che si può immaginare. Non è ciò che la Repubblica vuol fa credere che sia. In lui c'è molto di più. E quando June se ne renderà finalmente conto, forse, sarà troppo tardi per rimediare. O forse no? Sensi di colpa e rispetto si mescoleranno nel cuore di June, senza darle tregua, fino a quando una nuova scoperta non l'aiuterà a indirizzarsi verso la soluzione più giusta, verso quella che anche il cuore le suggerisce. Perché lei non è altro che una pedina inconsapevole in una guerra fatta da persone senza scrupoli e dovrà essere più astuta che mai se vorrà riuscire a cambiare le sorti di Day e la sua.
Questo romanzo dal ritmo serrato e dallo stile asciutto, fluido e scorrevole, promette di
conquistare molti lettori, con la sua storia d'amore e vendetta, di odio e redenzione, di tradimenti e perdono, di segreti e intrighi. La prima parte funge da presentazione. Attraverso i pov alternati dei due protagonisti, conosciamo il loro mondo, la realtà in cui vivono. Conosciamo stralci del loro passato e idealistiche prospettive del loro futuro. June e Day si raccontano e davanti ai nostri occhi si delineano questi due protagonisti così diversi, contrapposti, tanto da non riuscire nemmeno a immaginare cosa potrà mai succedere se si incontrassero! Di pagina in pagina aumenta la tensione, fino al momento del loro incontro, per poi aumentare ancora di più e trascinarci verso la fine con il cuore letteralmente in gola.
In un susseguirsi di eventi tragici per Day e di indagini per June, riusciamo a scoprire che le apparenze ingannano, che non tutti sono ciò che sembrano e che persino la morte di Metias nasconde dei segreti. Ho letto tutto d'un fiato Legend, immergendomi completamente nella storia, grazie ad una trama avvincente e ben costruita, ad un contesto convincente e dettagliato al punto giusto, e alla capacità dell'autrice di rendere vivi i suoi personaggi, di renderli intensi e interessanti, di caratterizzarli alla perfezione. Anche quelli secondari li ho trovati perfetti, nessuno escluso. Tess è magnifica, dolce, sensibile, premurosa, davvero speciale. L'ho immaginata come una piccola sorellina da tenere sempre al sicuro. Adorabile! <3 Thomas, invece, mi ha sempre fatto una pessima impressione e direi che ho avuto le mie buoni ragioni per dubitarne. E poi Metias, un personaggio fantastico che riserva sorprese anche dopo la sua scomparsa e di cui mi sono immediatamente invaghita! *_* Cito anche John, il fratello maggiore di Day, perché, sebbene non compaia moltissimo, ha un ruolo fondamentale nel romanzo e anche lui saprà sorprendere il lettore (più che altro scioccarlo, come nel mio caso).
Marie Lu ci ha regalato una storia formidabile e ricca di fascino. E' impossibile restare indifferenti di fronte alle prove dei due protagonisti, di fronte al loro destino, di fronte al loro rapporto controverso. Lacrime e sorrisi si alterneranno sul vostro viso, dandovi in ogni momento l'impressione di stare leggendo un libro davvero bello, unico e appassionante. Ho avuto qualche remora quando l'ho finito, così come ultimamente ce l'ho tutte le volte che comincio a leggere una nuova serie. Ho paura di legarmici troppo e poi venire delusa se non dovessero essere pubblicati i seguiti. Spero proprio che non sia il caso di Legend. Questa serie merita davvero di andare avanti, di essere letta, conosciuta e amata. Il primo libro l'ho trovato splendido, ho passato delle ore piacevolissime in compagnia di un'avventura originale e di protagonisti prodigiosi, intelligenti e speciali. Vi consiglio sinceramente di leggere questo distopico, sono certa che non vi deluderà!;)


Voto: 5 tazzine, un romanzo che mi ha tolto il respiro!









8 commenti:

  1. Okay okay, tra tutte queste recensioni così positive ora non vedo l'ora di acquistarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ilenia, fallo! Se ti piacciono i distopici, questo non ti deluderà ;)

      Elimina
  2. Anche io ho adorato questo libro! Ammetto di averlo iniziato con le aspettative alle stelle ma non mi sarei mai immaginata che mi coinvolgesse così tanto.. oltre ai protagonisti altri due personaggi che ho amato (e per i quali ho versato fiumi di lacrime) sono stati i rispettivi fratelli dei due :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io li ho amati, Valy, infatti li ho citati nella recensione... Cmq questo libro me lo aspettavo bello, ma ha superato di gran lunga le mie aspettative, mi ha presa totalmente!

      Elimina
  3. Non ho letto molti distopici, e nessuno che mi sia piaciuto. Su questo però aleggia una magia particolare. E quasi quasi ci riprovo. Complimenti per la recensione, bella come sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bianca ma che distopici hai letto? Perché io non faccio che amarli (a parte quello che ho citato nella recensione, che mi ha un po' deluso)... Cmq fidati di me, Legend è stupendo, prova a leggerlo e poi dimmi se la magia particolare c'era! un bacione.. e grazie di tutto, come sempre ;)

      Elimina
  4. Purtroppo, non mi è piaciuto granché :(... anzi, diciamo pure che è stata una delle mie delusioni dell'anno, a parte forse un bruscolino di ammirazione nei confronti della capacità della Lu di costruire un'ambientazione un filino interessante! XD Spero però di cambiare opinione leggendo i successivi volumi della serie: mai dire mai, tengo le dita incrociate! ;D

    RispondiElimina
  5. Ne parlate tutti così bene che ormai non vedo l'ora di leggerlo *__* spero non mi deluderà!

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)