Recensioni

venerdì 23 settembre 2016

Recensione: "Rogue. I ribelli di Talon" di Julie Kagawa

Ho atteso questo mese per poter leggere Rogue, perché conosco i finali di Julie Kagawa e immaginavo cosa mi aspettasse. Ovviamente non mi sbagliavo. Proprio come prospettato, l'autrice è stata capace di creare un finale clamoroso e di regalare un secondo capitolo talmente bello, da superare anche il primo romanzo della serie. Sarà comunque dura attendere il mese di novembre, quando uscirà Soldier, cercherò di prepararmi al meglio ad un romanzo in cui sicuramente ne vedremo delle belle. Attenzione: per chi non ha letto il primo libro, la recensione che segue potrebbe contenere SPOILER. 
Ringrazio immensamente la casa editrice per avermi dato l'opportunità di leggere il romanzo, in cambio di una mia onesta opinione.

Rogue. I ribelli di Talon
di Julie Kagawa


Titolo originale: Rogue
Serie: Talon #2
Prezzo: 16,00 euro
Pagine: 425
Genere: fantasy, young adult
Editore: Harper Collins Italia
Data di pubblicazione: 9 Giugno 2016


Ember Hill è fuggita dall'organizzazione di Talon per unirsi a Cobalt, drago disertore, e alla sua banda di ribelli. Non riesce però a dimenticare il sacrificio che Garret Xavier Sebastian - cavaliere dell'Ordine di San Giorgio - ha fatto per lei, salvandole la vita pur sapendo che con quel gesto avrebbe firmato la propria condanna a morte. Ember è determinata ad aiutarlo a tutti i costi, ma per riuscirci dovrà convincere Cobalt ad entrare con lei di nascosto nel quartier generale dell'Ordine. Con i sicari di Talon sulle loro tracce e il fratello di Ember che li aiuta nella loro caccia, i ribelli trovano un alleato inaspettato in Garret. Subito la battaglia tra Talon e l'Ordine assume una prospettiva tutta diversa. Si prepara dunque la resa dei conti mentre entrambi i fronti nascono segreti scioccanti e mortali. Presto Ember dovrà decidere: battere in ritirata per combattere un altro giorno, o iniziare una guerra all'ultimo sangue?

Era da un pezzo che Rogue mi ammiccava dalla libreria e dopo una serie di romance più o meno tutti uguali, avevo proprio bisogno di leggere un buon fantasy. La mia scelta è ricaduta subito su Rogue e sulla Kagawa, che per me è un'autentica garanzia. Il primo libro, Talon, mi aveva entusiasmato parecchio, anche se ammetto di avere un debole per i romanzi che parlano di draghi. Se poi a scriverli è una delle autrici più talentuose del panorama young adult, ancora meglio, no? Con Talon abbiamo avuto modo di conoscere personaggi e realtà contrapposte. L'autrice ha creato un meraviglioso worldbuilding, in cui si perpetra una guerra secolare e segreta tra un'Organizzazione chiamata Talon, costituita per lo più da draghi capaci di assumere forma umana, che tentano con ogni mezzo di evitare l'estinzione, e l'Ordine di San Giorgio, soldati umani addestrati a cacciare e uccidere i draghi. Ember Hill è un drago di Talon, che dopo un'esperienza da umana a Crescent Beach, si è resa conto di non voler combattere la guerra dei suoi simili contro quella razza che ha imparato a conoscere e apprezzare. Inoltre, non vuol essere controllata da Talon e diventare ciò che loro desiderano: una spietata assassina, una Vipera. Così fugge insieme al disertore Cobalt, un drago che un tempo lavorava per Talon, ma che adesso cerca di mettere in salvo più cuccioli di drago possibile, dal destino che Talon ha in serbo per loro. Ma la scelta di Ember è stata dettata anche dal suo cuore. Non avrebbe mai voluto combattere contro San Giorgio, dal momento che ha iniziato a provare dei sentimenti per uno di loro. Garret è sorpreso quanto lei dei suoi sentimenti. Lui è un soldato integerrimo, il Soldato Perfetto, e non si sarebbe mai aspettato di poter tradire il suo Ordine, in cui è cresciuto e ha imparato tutto ciò che sa.
Ma Ember è un drago, e dopo quella scoperta, lui non riesce più a guardarli allo stesso modo. Non può più combattere e uccidere quelle creature, che non sono esattamente come l'Ordine gli ha fatto credere per anni, non sono tutte spietate e prive di sentimenti umani. Ma tra Ember e Garret non può funzionare. Appartengono a due razze diverse, a due mondi opposti. Nonostante tutto, però, si difendono a vicenda e neppure per salvarsi la vita riusciranno a tradirsi. In Rogue, dopo aver assistito all'allontanamento necessario tra i due, avremo modo di rivederli insieme. Ember non può sopportare che Garret muoia per averle salvato la vita ed è intenzionata a tirarlo fuori dai guai. Ma prima dovrà convincere Cobalt, quel drago testardo e impetuoso che l'ha salvata da Talon e che per lei è disposto a tutto. Sarà anche disposto a mettere in pericolo la sua vita per salvare quella di un suo nemico mortale, un soldato di San Giorgio? Dimentichiamo Crescent Beach. la spiaggia e le avventure adolescenziali del primo romanzo, perché stavolta la Kagawa ci regala un romanzo più intenso, più maturo e ancora più ricco di azione e colpi di scena. Tra fughe, inseguimenti, segreti, combattimenti e trappole mortali, Rogue si legge tutto d'un fiato. Non disturba, tra l'altro, il triangolo amoroso presente nel libro. Ember si sente davvero viva tra le braccia di Garret, con lui sta bene e sente di poter essere se stessa. Lui la capisce e prova per lei dei forti sentimenti, nonostante la sua natura. La sua parte umana è innamorata di questo ragazzo con una naturalezza devastante. Ma il drago che è dentro di lei, la sua vera natura, scalpita per Cobalt. Lui riesce a risvegliare tutti i suoi sensi e a farla ardere di desiderio. La Kagawa è bravissima ad approfondire i loro sentimenti, a farci capire costantemente ciò che sentono, a farci vivere le loro battaglie interiori, i loro dubbi e dilemmi. Ember che fugge da Talon ma che pensa costantemente al gemello Dante, su cui Talon ha ormai piantato i suoi artigli, e divisa tra due grandi passioni. Garret che non si capacita del perché un drago continui a salvargli la vita, visto ciò che lui rappresenta e cosa ha fatto in passato come soldato di San Giorgio. Cobalt che vuole proteggere i suoi draghi, ma soprattutto Ember, così coraggiosa e testarda da avergli fatto perdere la testa. Infine Dante, che medita di riacciuffare la sorella e farla rinsavire. Attraverso i vari pov dei protagonisti, abbiamo modo di conoscere ogni aspetto di questa storia e ci aiutano anche dei capitoli dedicati al passato di Cobalt, come Basilisco di Talon, in cui emergono i motivi che lo hanno portato a diventare un disertore. Non voglio essere di parte, perché giuro che sarebbe difficilissimo per me scegliere un personaggio preferito, ma devo confessare che Cobalt mi ha davvero sorpreso. Si è rivelato sempre all'altezza di ogni situazione, riuscendo a gestire anche quelle più impossibili. Sempre coerente con il suo personaggio, capace di provare irrefrenabili impulsi e farli provare al lettore. Un drago dalla personalità forte e ammaliante, che spero continuerà a regalare ancora ottime prove di sé.
Sullo sfondo di una guerra che non ha intenzione di cessare, in cui due diverse fazioni si danno battaglia fino allo stremo, assistiamo al cambiamento, alla crescita e alla presa di coscienza di due personaggi emblematici di queste fazioni, un drago e un soldato di San Giorgio, che scopriranno cose che non sapevano dei loro due mondi, dai quali fuggiranno senza voltarsi indietro. Il romanzo è interamente dedicato alla fuga, la resa dei conti è ancora lontana, ma già in Rogue abbiamo modo di assistere a qualche decisiva battaglia, nulla in confronto a ciò che ci aspetta ancora, immagino. E' una storia che non annoia mai, che tiene il lettore incollato alle pagine, 425 pagine intrise di avventura, magia, sentimento, mistero e meraviglia, ma anche tradimenti, incomprensioni e dolore. Ho adorato tutto di questa storia, era proprio il genere di fantasy di cui avevo bisogno. La bravura della Kagawa viene ancora una volta confermata con un romanzo che supera le aspettative e che regala emozioni indimenticabili. La guerra tra draghi e umani non è mai stata tanto eccitante. Se poi c'è di mezzo anche l'amore, è di sicuro qualcosa di imperdibile. Manca poco ormai all'uscita del terzo libro della serie (che non è l'ultimo, badate bene! Sono previsti 5 libri! *_*) e io non sto più nella pelle. L'autrice ci lascia in una situazione che è un atroce tormento. Non mi resta che attendere Soldier e sperare che le cose vadano per il meglio, ma sono certa che l'autrice abbia intenzione di farmi venire qualche altro infarto. Se non avete letto questa saga, vi consiglio di cominciare, siete ancora in tempo. Preparatevi a qualcosa di grande e sconvolgente, ad una guerra senza esclusione di colpi. Preparatevi a delle incredibili sorprese, a dei voli che vi lasceranno senza fiato, a delle scelte che vi faranno commuovere, a dei personaggi insieme ai quali crescerete e ai quali vi affezionerete. Preparatevi ad amarne molti e ad odiarne altrettanti. Preparatevi ad una delle saghe fantasy più belle mai scritte.

Voto: 5 tazzine! Un romanzo stupendo e ricco di colpi di scena, che fanno battere il cuore!

A presto!
xoxo


Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)