Recensioni

domenica 25 settembre 2016

Recensione: "TVB. Ti Voglio Bene" di Kody Keplinger

Buona domenica, miei cari lettori! ^^
Oggi sono qui con una nuova recensione. Un libro letto questa estate e molto apprezzato, "TVB. Ti Voglio Bene" di Kody Keplinger, autrice di Quanto ti ho odiato. Il bello di questo romanzo è sicuramente l'irresistibile trio di protagonisti, tra cui Sonny, bugiarda di professione :) Ho avuto il piacere di ritrovare anche i protagonisti del precedente romanzo, ovvero Wesley e Bianca, in quanto lui è il fratello di Amy, la migliore amica di Sonny, del resto questo romanzo è un companion di The D.U.F.F. Un romanzo adorabile, davvero, che mi ha intrattenuta piacevolmente per delle ore e che vi consiglio sicuramente :)

TVB. Ti Voglio Bene
di Kody Keplinger


Prezzo: 9,90 euro
Pagine: 287
Genere: contemporary romance, young adult
Traduzione: A. Leoncino
Editore: Newton&Compton (collana Anagramma
Data di pubblicazione: 1 Settembre 2016


Sonny Ardmore è una bugiarda ineguagliabile. Da sempre si inventa bugie per nascondere che suo padre è in prigione, e adesso racconta in giro che sua madre l'ha cacciata di casa. Ogni notte si intrufola di nascosto in casa della sua migliore amica con la scusa di non avere altro posto dove andare a dormire. Amy Rush è l'unica persona con cui Sonny condivide segreti, vestiti e anche lo sua nemesi, all'anagrafe Ryder Cross. Ryder è appena arrivato alla Hamilton High School e ha tutta l'aria di essere uno di quegli insopportabili fighetti snob. Ma ha un punto debole: Amy. Così, quando il ragazzo scrive un'email a Amy chiedendole di uscire, le due amiche colgono lo palla al balzo per fargli uno scherzo indimenticabile. Ma senza volerlo, Sonny finisce per chattare con Ryder tutta lo notte, e arriva alla terribile conclusione che forse potrebbe addirittura piacerle. C'è solo un piccolo problema: Ryder è convinto che quella con cui sta chattando sia Amy. Sonny questa volta dovrà inventarsi un piano geniale per far capire a Ryder che è lei lo ragazza dei suoi sogni, e lo cosa si rivela davvero più complicata di quanto pensasse...

<<Io, Sonny Elizabeth Ardmore, con la presente confesso di essere un’ottima bugiarda.
Non è un traguardo a cui abbia mai aspirato, ma piuttosto un talento a cui non ho potuto sottrarmi.>>

Kody Keplinger è un’autrice davvero interessante. Le sue storie sono fresche, giovanili, attuali. Riescono a far sorridere per il tono ironico della narrazione e a far riflettere per le tematiche importanti che vi si trovano. Avevo letto volentieri "Quanto ti ho odiato" (The D.U.F.F.) arrivato in Italia grazie alla Newton, ma devo dire che TVB mi è piaciuto anche di più. 
La protagonista è Sonny, una ragazza che vive di bugie. Non è che le racconti volentieri, è che non riesce proprio a farne a meno. Quando nella sua vita sente che qualcosa va male, le bugie le permettono di mantenere il controllo della situazione. È in questo modo che si giustifica, considerando il suo un vero talento e anche molto utile. Il problema è che, dopo averne raccontate tante, non sa più smettere, non riesce mai ad essere veramente sincera, neanche con la sua migliore amica Amy, che conosce da sempre e con la quale condivide tutto. Amy, al contrario di Sonny, non solo non sa mentire, ma non riesce proprio a essere cattiva, a fare un torto. È dolce, generosa e rispettosa, un vero angelo e un’amica sincera. Sonny è grata di averla accanto, anche se pensa che per lei, bella e ricca, la vita sia solo una passeggiata. Sonny invece deve combattere per tenere nascosti i suoi segreti, segreti che riguardano la sua famiglia, su cui mente spudoratamente da sempre. Ma Amy le vuole bene, si fida e non ci pensa due volte a darle il permesso di dormire da lei, anche se di nascosto. La loro è un’amicizia folle, speciale e questo emerge forte e chiaro e non si può fare a meno di invidiare un’amicizia del genere (“Eravamo complementari. Avevamo bisogno l’una dell’altra. Lei mi calmava, mi faceva riprendere il controllo quando davo di matto”). Poi un bel giorno, un ragazzo a scuola riesce a scombinare ogni cosa. Lui è Ryder, appena trasferitosi da Washington, che vede nella nuova scuola solo difetti. È arrogante e fin troppo sicuro di sé, e per via del suo continuo lamentarsi, non è molto ben voluto a scuola, nemmeno dai professori. Sonny, che non riesce proprio a tenere la bocca chiusa, si scontra con lui quasi ogni giorno. Tra loro è tensione all’ennesima potenza. Ryder, però, è invaghito di Amy e per avvicinare la ragazza dei suoi sogni è persino disposto ad andare d’accordo con la sua rivale Sonny. Lei, nonostante tutto, è colpita da Ryder, inspiegabilmente, e una sera inizia a chattare con lui, fingendosi Amy. Questo equivoco non farà che aumentare i suoi guai e portarla a riconsiderare tutti i suoi valori e l’intera sua esistenza. 
Il romanzo è davvero carino e mi sono ritrovata a finirlo nel giro di poche ore. E’ scorrevole e ben scritto, molti dialoghi sono, poi, messaggi di chat tra Sonny e Ryder e si leggono in un baleno. L’autrice è riuscita a creare un personaggio, quello di Sonny, ricco di difetti e contraddizioni, una protagonista che potrebbe far venire l’orticaria al lettore, ma che invece riesce a conquistarlo e farlo innamorare. È davvero tenera nella sua apparente convinzione di riuscire a vivere di menzogne, di risolvere ogni cosa con le bugie. E non lo fa per ferire, ma per sentirsi bene con se stessa, per non dover pensare ai suoi problemi. Tutto ciò di cui ha bisogno è sentirsi amata e in mancanza di questo, si tiene al sicuro dietro un muro di bugie, che per lei corrispondono a sicurezza (“Avevo raccontato a me stessa così tante bugie, che non sapevo neppure a cosa credere”). Ryder è colui che sblocca la situazione, che riesce a tirar fuori la vera Sonny. In chat, lei riesce a rivelargli cose autentiche che la riguardano, ad essere più onesta di quanto non sia mai stata in tutta la vita e questo la fa riflettere. Ma ogni volta che tenta di cambiare, di dire la verità, finisce per non farlo e ferire così le persone che ama. È una situazione insostenibile, persino per lei che è sempre riuscita a cavarsela, in un modo o nell’altro.
TVB è un romanzo che fa riflettere sulle cose importanti della vita, l’amicizia, l’amore, la famiglia e a farci apprezzare tutto ciò che abbiamo, anche quando è poco. Ho amato molto i protagonisti del romanzo, il modo in cui le loro vite si intrecciano e gli equivoci divertenti che sorgono. Sonny è solare, acuta e irriverente, ma anche molto sensibile, a dispetto del suo modo di comportarsi. E Ryder non è solo arrogante e viziato come può sembrare in un primo momento, in lui c’è molto di più. Di Kody Keplinger amo che dia ai suoi protagonisti un certo spessore e riesca a farceli amare, nonostante innumerevoli difetti. E, ancora una volta, con questo romanzo dimostra di saperci davvero fare. L’unica cosa che non mi è piaciuta è il finale. Cioè, come si può interrompere un romanzo in quel modo?! Avrei voluto proseguisse per almeno un’altra serie di pagine. In realtà, credo che il lettore arrivi alla fine capendo ciò che andava capito e questo basta. TVB è una storia che sicuramente può catturare l’attenzione dei giovani, mostrando loro quanti benefici si nascondano nell’autenticità del proprio carattere, nell’essere sempre persone oneste. Ma fa anche comprendere che la vita e le persone possono riservare sorprese, basta permetterglielo.

Voto: 4 tazzine! Una lettura ironica e piacevole, molto consigliata!

A presto!
xoxo


3 commenti:

  1. Ciao Francy sai che non pensavo di leggere questo libro ma tu con la tua recensione sei proprio riuscita ad incuriosirmi? ❤️

    RispondiElimina
  2. Ho letto Quanto ti ho odiato e l'ho trovato carino. Ora vedo che anche con questo libro l'autrice non si smentisce! tnx so much baci

    RispondiElimina
  3. Quanto ti ho odiato mi era piaciuto molto; darò una possibilità anche a questo romanzo perché da come ne parli sembra meritare!

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)