Recensioni

venerdì 29 marzo 2013

Anteprima: "Garden. Il giardino alla fine del mondo" di Emma Romero

Sono particolarmente elettrizzata nell'annunciarvi un'altra bellissima uscita. 
E' prevista per il 2 Aprile (tra l'altro giorno del mio onomastico:P) la pubblicazione di un distopico tutto italiano, dal sapore internazionale. Un'eroina in lotta per la libertà in un mondo in cui le arti e le scienze sono vietate.
L'autrice è al suo esordio, ma il romanzo sembra davvero promettente! Sono davvero curiosa di leggere questo nuovo distopico, essendo un'amante del genere non ne avrò mai abbastanza!:P 

Garden. Il giardino alla fine del mondo
di Emma Romero

<<Un ammasso di automi, questo siamo diventati. Non credo fosse ciò che intendevano i nostri padri, quando dicevano che un giorno saremmo tornati grandi.>>

Prezzo: 17,00 euro
Pagine: 300
Editore: Mondadori (collana Chrysalide)
Data di pubblicazione: 2 Aprile 2013

Italia, Rinascimento del futuro. Maite ha 16 anni ed è la lavoratrice più efficiente nella sua Fabbrica. Ha una passione segreta per il canto e un grande sogno: raggiungere il leggendario Giardino alla Fine del mondo, dove si mormora che vivano dei Ribelli in totale libertà. Perché il mondo di Maite è una prigione. Dopo una lunga guerra, infatti, l’Italia è stata divisa in 8 Granducati e la vita degli uomini è stata riformulata: la musica, la danza, il teatro sono proibiti, se non nella Città del Governo. Non resta che il lavoro durissimo, un sistema di controllo micidiale, la morte certa per ogni infrazione. Tranne che in occasione della Grande Cerimonia annuale, la sfarzosa celebrazione per l’anniversario della Rinascita, a cui tutti sono obbligati ad assistere. Per Maite, quello, diventa il giorno del riscatto: dopo il sequestro della sua migliore amica Erika, decide di far sentire la sua voce al mondo, anche a costo della sua stessa vita. Ad aiutarla nel viaggio verso la libertà, ci saranno il fidato amico Josh, e l’enigmatico Einar, figlio del Governatore.

L'autore

Emma Romero è uno pseudonimo. Nata nel 1978, è appassionata dei romanzi di Philip K. Dick e di film dell'orrore. Crea storie chiusa nel suo studio, ricolmo di edizioni vintage dei suoi libri preferiti, ma quando non trova l'ispirazione esce a passeggiare con il suo cane, un levriero di nome Kiwi. Dopo aver tentato inutilmente di diventare una musicista professionista, ha appeso la chitarra al chiodo e ha iniziato a scrivere questo libro, che è il suo primo romanzo. Vive e lavora in Italia, nella città di Milano.


Allora, vi piace?
A me davvero tantissimoooooooo! E poi la cover è proprio bella, un delicato fiore in una piccola gabbia... davvero significativa! *_*
Aspetterò con ansia la data di uscita di questo bel romanzo...


Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)