Ultime recensioni

lunedì 22 dicembre 2014

Segnalazioni Made in Italy: "Feline" di Sarah Bianca + Intervista

Buon pomeriggio, amici!
Oggi voglio parlarvi di un bel romanzo fantasy, scritto da un'autrice italiana, che ho avuto il piacere di intervistare per voi. Il romanzo è disponibile in versione eBook ed è stato pubblicato dalla Fazi Editore, per la collana Lain. Si tratta di uno young adult davvero particolare, con protagonisti i mutaforma (avete capito bene, mutaforma!! Non è assolutamente incredibile?! *_*).
 La cover mi ha attirata dal primo momento e dalla trama il romanzo sembra anche molto avvincente e originale. Presto ne saprete di più, perché sì, lo sto leggendo! :) Ma prima, eccovi una piccola presentazione del romanzo e l'intervista a Sarah Bianca, che ringrazio immensamente per la sua disponibilità e gentilezza.

Feline
di Sarah Bianca


Prezzo: 4,99 euro
Pagine: 430
Genere: fantasy
Editore: Fazi Editore (collana Lain)
Data di pubblicazione: 16 Dicembre 2014

Uriel è un giovane mutaforma, che vive in Germania assieme alla gemella Stella, nell’agiatezza della tenuta che la nonna, Isolde, la reggente dotata di facoltà magiche, ha fondato generazioni addietro con lo scopo di offrire un porto sicuro a tutte le creature mutanti in cerca di asilo e in fuga dai cacciatori. Qui il giovane e sua sorella conducono una vita agiata, dedita alle esuberanti conquiste e continue avventure romantiche, un’esistenza completamente opposta a quella di Dara, una giovane ragazza di Roma, costretta ad un doppio lavoro e perseguitata da un dolore che l’accompagna da quando, qualche anno prima, ha perso la sua intera famiglia a causa di un incidente stradale. Due vite che scorrono su binari che non potrebbero mai incrociarsi, ma il futuro rivela un destino comune quando improvvisamente Isolde, vicina alla fine dei suoi giorni, apre la lotta per la successione tra le coppie leader di ciascun clan, per stabilire la nuova reggenza. Dara infatti ancora non lo sa, ma fin dalla nascita è dotata di straordinari poteri. Da un giorno all’altro, la giovane si ritroverà immersa in un mondo di cui non si sarebbe mai sognata l’esistenza, combattuta fra il desiderio di tornare alla normalità, e il fortissimo legame che la vincolerà ai suoi nuovi amici e, in particolare, a Uriel. Fra mutaforma e magia, amicizia e amore, Feline è la storia di cui ogni ragazza vorrebbe essere protagonista.


L'autrice




Sarah Bianca è una giovane scrittrice romana. Vive con due gatti di cui è la fedele benchè imperfetta servitrice, possiede un numero imprecisato di libri fantasy e da grande vorrebbe fare il drago. Gestisce un'omonima pagina su Facebook in cui ogni settimana pubblica storie che appassionano e incantano i suoi lettori. Feline è la sua opera prima.



Oggi ho preso virtualmente un caffè con Sarah Bianca, autrice di "Feline", fantasy ricco di magia, amore e suspense, pronto a sorprenderci e conquistarci. Il romanzo è il primo di una trilogia, che spero possa essere presto pubblicato anche in edizione cartacea. Scopriamo qualcosa di più sull'autrice, sulla sua esperienza personale con la pubblicazione del suo romanzo d'esordio e i fantastici personaggi che lei ha creato! Vi invito anche a visitare la Pagina Facebook dell'autrice, che ha inaugurato una serie di Giveaway, che termineranno il 26 Dicembre, nei quali potrete vincere qualche copia di "Feline"... Non perdete questa splendida occasione!... E continuate a seguire Coffee&Books, perché presto anche qui ci sarà una sorpresa per voi legata al romanzo! :)
 

1) Ciao Sarah, benvenuta su Coffee&Books! E' un immenso piacere averti qui! Comincio subito col dirti che, non appena ho letto dell'uscita di "Feline" ho desiderato immediatamente leggerlo! La storia è davvero originale, e poi si parla di mutaforma. Vuoi raccontarci come è nato il tuo romanzo, cosa ti ha ispirato?

Grazie a te per avermi invitata! Sono contenta che la storia abbia stuzzicato la tua curiosità e spero che il libro ti gratifichi nella lettura.
Per rispondere alla tua domanda, credo si possa tranquillamente dire che Feline è nato da Uriel. Ho una mente molto prolifica e come sai gestisco una pagina su Facebook in cui pubblico decine di storie diverse e il mio modo di “creare” è abbastanza peculiare. Capita che all'improvviso, durante la giornata, non importa cosa io stia facendo, delle immagini appaiano nella mia mente e richiamino la mia attenzione disponendosi come se mi stessero mostrano un piccolo spezzone di un film. Più attentamente guardo, più particolari riesco a cogliere e se l'immagine è molto potente e davvero interessante, ne scrivo. Così è stato per Feline, ho visto Uriel, mi osservava con i suoi occhi bicolore, all'improvviso è mutato in una tigre e accanto a lui è apparsa una tigre leggermente più piccola, con gli stessi occhi particolari... era Stella. Mi sono innamorata di loro all'istante, così ho continuato a osservarli e dietro di loro è apparsa Dara, piena di luce ed energia e alle sue spalle Isolde, ammantata di segreti. Insomma a me non è restato che collegarli tra loro e raccontare la storia che mi stavano mostrando.

2) Da quanto tempo scrivi?

Scrivo da quando avevo dieci anni circa, ho trovato un quaderno in cui nell'estate tra la quinta elementare e la prima media, diedi vita alla prima bozza di storia che abbia mai inventato. Una trama davvero carina, su una diavoletta e un angelo, forse la riprenderò e la completerò.

3) "Feline" è il tuo romanzo d'esordio. Avresti mai immaginato di esordire con una grande casa editrice italiana? Com'è stata questa esperienza?

Ogni giorno, in Italia, vengono pubblicati circa 170 libri, mentre una ricerca dell'anno scorso svela che sei italiani su dieci non hanno mai letto un libro se non per motivi scolastici.
Questo ti dà il quadro di quanto sia a metà tra il difficile e l'utopistico, pensare di avere fortuna o di vivere facendo lo scrittore nel nostro paese. Il mondo degli esordienti è duro e spietato.Chi c'è dentro lo sa. Non c'è praticamente nessuno disposto a credere in te e le persone con la volontà di truffarti sono sempre dietro l'angolo. Ho avuto brutte esperienze con falsi editor e presunti agenti letterari che hanno cercato di raggirarmi con la promessa di mari e di monti. Bisogna stare attentissimi e rivolgersi sempre a un consulente legale prima di firmare qualsiasi cosa. Io mi sono rifiutata di firmare e ho continuato per la mia strada solitaria, convinta che prima o poi il mio lavoro avrebbe pagato. E la mia tenacia è stata ripagata. Essere contattata dalla Fazi è stato una specie di miracolo in cui ancora fatico a credere.

4) Qual è il personaggio del tuo romanzo a cui sei più affezionata e perché?

Li amo tutti e li amo perché li conosco intimamente. So cosa hanno passato e cosa pensano e perché si comportano in un certo modo e scegliere è come chiedere a una madre quale sia il suo figlio preferito. Posso dirti che c'è un po' di me in ognuno di loro e che per certi versi mi somigliano tutti.

5) Quale personaggio pensi troveremo noi più intrigante?

Isolde, senza dubbio. Quella vecchia ragazza ha molti più assi nella manica di quanti ci si possa aspettare!

6) Il genere fantasy è decisamente il mio genere preferito. "Feline" è un fantasy a tutti gli effetti. Cosa ti piace di più di questo genere?

La libertà.
Per me il Fantasy è sinonimo di libertà creatrice.
Non c'è niente che tu non possa fare, è un genere che ti permette di creare tutto dal niente e se sei bravo, di renderlo plausibile a tutti gli effetti.
I personaggi hanno spessore e che siano umani o di qualsiasi altra razza, portano con sé un bagaglio di esperienze che ti permette di identificarti con loro e di maturare insieme, arricchendoti esattamente come faresti con un “romanzo classico”, ma divertendoti di più!

7) C'è un romanzo a cui sei più legata e che rileggi spesso?

“La Storia Infinita” di Michael Ende. Il primo libro che io abbia mai letto a nove anni. Il mio primo vero amore.

8) Nel tuo romanzo si parla, oltre che di magia e amicizia, anche d'amore. Quanto è preponderante questo elemento nella storia?

L'amor che move il sole e l'altre stelle”, diceva Dante.
Direi che è il cinquanta per cento della struttura della storia, il resto è… non ve lo dico, preferisco che lo scopriate!

9) Lo slogan del tuo romanzo è "La storia di cui ogni ragazza vorrebbe essere protagonista". Vuoi spiegarci come mai è così, secondo te?

Ho scritto il libro e sono enormemente di parte!
La mia unica risposta potrebbe essere :” Perché una volta incontrato Uriel non puoi più tornare indietro e ad un certo punto tutte vorremmo essere Dara”, ma ti rendi conto da sola che non è imparziale.
Facciamo così, ti rigiro la domanda, la tua sarà un'opinione molto più bilanciata della mia.

10) Da' ai lettori almeno tre buoni motivi per cui dovrebbero leggere "Feline".

È un buon libro, non banale.
È intenso.
Non puoi non amarne i personaggi.


Allora, che ve ne pare di questo romanzo?
Vi sembra interessante?
Con "Feline" ho inaugurato oggi la nuova rubrica tutta dedicata al Made in Italy, dai romanzi autopubblicati a quelli pubblicati per le case editrici famose. In questa rubrica troverete approfondimenti sulle opere e sugli autori italiani, interviste, mini-interviste e molto altro.
Ringrazio ancora Sarah per aver accettato questa intervista e aver chiacchierato amabilmente con me <3 Sentirete ancora parlare di "Feline", molto presto! Nel frattempo, mi auguro che molti di voi, incuriositi dall'intervista di oggi, decidano di acquistare l'ebook di questa brava autrice italiana! Sono certa che non ve ne pentirete...

A presto!
xoxo







Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)