Recensioni

venerdì 30 settembre 2016

Blogtour "Clover" di Francesca Bufera - Prima tappa

Buongiorno, miei carissimi lettori!
Oggi ho il piacere di lanciare un fantastico blogtour, organizzato da Centauria Libri in occasione dell'uscita del nuovo romanzo della collana Talent, dal titolo Clover. Questa collana, di cui si è già parlato sul blog e che sicuramente ormai conoscerete bene, sforna ogni mese titoli interessanti, romanzi scritti da autrici italiane davvero talentuose, che ho avuto l'onore di conoscere e apprezzare. Questa volta tocca a Francesca Bufera e alla sua storia dalle tinte dark e paranormali. Clover è un romanzo molto particolare, con quattro bei protagonisti maschili. Ho trovato molto interessante il legame tra loro, ma ancora di più il lato fantasy della storia, che l'autrice ha trattato con originalità. È proprio questo aspetto ad aver attirato la mia curiosità e, da brava amante del genere fantasy e simili, non potevo lasciarmi sfuggire l'occasione di approfondire. Sarà proprio questo l'argomento trattato oggi, nella tappa di apertura: scopriremo qualcosa in più sulle fonti di ispirazione dell'autrice, sulle creature di cui si narra in Clover, degli "spiriti" con una caratterizzazione davvero particolare. Francesca Bufera ha ripercorso nella memoria il processo che l'ha portata a creare questi spiriti per la sua storia, un processo lungo e lento. Vi lascerò leggere direttamente le sue parole, perché sarebbe stato impossibile per me sintetizzare. Del resto, trovo che sia tutto importante e indispensabile per comprendere a fondo il mondo di Clover.
Il romanzo è disponibile già da ieri, in tutte le librerie e store online. Non perdetelo!

Clover
di Francesca Bufera


Prezzo: 9,90 euro
Pagine: 368
Genere: paranormal, fantasy
Editore: Centauria Libri (collana Talent)
Data di pubblicazione: 29 Settembre 2016



Tre uomini sono nel destino di Christian Airman: Will, un poliziotto dagli occhi di ghiaccio, Tyler, un chitarrista rock dalla sorprendente tenerezza, e Harry, un giovane che vive di espedienti e della sua pessima reputazione. Per un ragazzo timido, inesperto e appena trasferito da un’altra città, la situazione è inquietante ma a suo modo promettente, se non fosse per il segreto che Christian non può confessare: un potere che da sempre gli scorre nel sangue. Nessuno può davvero capire il suo «problema», nessuno può aiutarlo, ed è una vita che fugge. Ma a Cardenal, California, sembra che i suoi guai siano destinati solo ad aumentare: la città è infestata da spiriti predatori e lui è tra i pochi che sa come vadano affrontati. Mentre la rete di amicizia, ostilità e passione che lo lega a Will, Tyler e Harry si fa sempre più intricata, e il locale che frequentano, il Clover, diventa il centro di una guerra fra mondi, Christian dovrà scegliere da che parte stare. In più di un senso. Gli spiriti vivono attorno a noi e dentro di noi. Scegliere e scegliersi sono le battaglie più importanti che possiamo ingaggiare. Questo romanzo magico e straordinariamente autentico, che divampa di avventura, sensualità, divertimento e tensione, è una grande storia di formazione, d’amore e di amicizia intrisa dell’unico vero potere: quello di credere in se stessi.

L'autrice

Francesca Bufera nasce nel 1986 a Genova dove oggi lavora tra sale affrescate e cimiteri monumentali. Ama la focaccia intinta nel cappuccino – senza macchiare il libro aperto davanti. Sue fonti di ispirazione sono state l’Inferno di Dante, i romanzi di Philip Pullman, i telefilm america …


CLOVER, SPIRITI, E FONTI D'ISPIRAZIONE

"L'idea base, penso, fosse quella di non attingere a qualche creatura già presente in letteratura, come i vampiri, gli zombie, i fantasmi, ma assemblare qualcosa di nuovo (e comunque affine).
I vampiri si nutrono del sangue, gli zombie si nutrono di cervelli, dunque ho pensato che il nutrimento potesse venire dall'energia umana: emozioni, paure, etc., ma, soprattutto, l'energia sessuale.
Quindi i miei principali riferimenti di ispirazione sono stati quattro:

- Le storie della mitologia classica di divinità, ninfe e altre creature sovrannaturali che intrattenevano rapporti amorosi e sessuali con gli esseri umani. La caratteristica di queste entità era 1) di essere molto legate alla natura (erano ninfe dei fiumi, divinità che regolavano i fulmini, l'acqua, il fuoco); 2) di riuscire a unirsi agli esseri umani nelle forme più disparate. Zeus, per esempio, ha assunto ogni tipo di sembianza per "rimorchiare": toro, cigno, pioggia d'oro... Io nasco come storica dell'arte e mi vengono subito in mente i dipinti di Correggio con gli amori di Giove, come quello con Io in cui la divinità bacia la donna sotto la forma più impalpabile possibile, quella di nebbia (immagino gli spiriti così, prima che diventino Raspidi) o quello in cui, sotto forma di aquila, rapisce il giovane Ganimede.


Fonte primaria di questi "amori" sono proprio le Metamorfosi di Ovidio, che descrivono questa realtà in cui non solo il mondo è pervaso da entità superiori legate alla natura, ma a differenza delle divinità a cui siamo abituate, esse fanno spesso visita alla terra e hanno relazioni con gli umani.

- La seconda fonte di ispirazione è quella delle fate dei boschi, degli spiritelli dispettosi, e a questo proposito ho attinto principalmente proprio a Sogno di una notte di mezza estate, la commedia di Shakespeare in cui l'elemento fantasy è più forte in assoluto. In particolare la principale fonte di ispirazione è stata il folletto Puck, le cui bravate vengono descritte nel testo quando compare per la prima volta:
(dipinto, olio su tela di J.N. Paton)
Non sei tu quel bizzoso spiritello
che al villaggio spaventa le ragazze,
che fa cagliare il latte dentro i secchi,
che armeggia tra le pale del mulino,
e si rende molesto alle massaie
vanificando la loro fatica
a sbattere la crema nella zangola?
Ed altre volte a far schiumar la birra,
o a far smarrire il cammino ai viandanti
di notte, e ridere del loro disagio?
E t’adoperi, invece, premuroso,
ad aiutare nel loro lavoro,
ed a portar fortuna
a quelli che ti chiaman vezzeggiandoti, “mio caro diavoletto” e “dolce Puck”

Sicuramente Puck è ispirazione per il personaggio di Sky, altrettanto minuto, agile e "dispettoso". :)
Graficamente, una grossa ispirazione sono stati i dipinti di Fussli (che infatti si ispirò molto a "Sogno di una notte di mezza estate"), come il famosissimo Incubo.

Nella sospensione della realtà dentro Clover, sia la mitologia classica delle Metamorfosi, sia quella legata alle fate, sono elaborazioni letterarie umane rispetto agli spiriti dell'Oltremondo in visita sulla Terra.
Gli spiriti di cui parlo, infatti, sanno suscitare l'attrazione negli esseri umani, ma questa attrazione a lungo andare diventa un'ossessione. Di questo parliamo nel punto 4.

- Gli spiriti di Clover provengono dall'Oltremondo, una realtà parallela da cui originano tutte le creature ed energie soprannaturali. Quando riescono a passare sulla Terra, assorbire le energie umane (sessuali, soprattutto) subiscono a una lenta mutazione, per cui possono volere secoli: è così che diventano Raspidi, assumono un corpo e delle fattezze attraenti - Sky e River sono Raspidi, per esempio.
Per l'iconografia del Raspide, mi sono ispirata proprio ai vampiri, facendo però l'esatto contrario: se i vampiri sono bellissimi ma hanno un'aria anemica e notturna, scura (solitamente), i Raspidi sono invece caratterizzati da colori accesi, da una pelle rosea e invitante oltre che liscia e priva di imperfezione alcuna, da un'aria generalmente "in salute" (anche troppo), dalla loro vicinanza alla natura - ognuno ha un potere specifico. Alcuni, a seconda del tipo di potere, sono dotati di ali (il cui aspetto può variare). E invece che succhiare il sangue, assorbono l'energia emozionale e sessuale - soprattutto dal rapporto sessuale diretto con gli esseri umani, ma anche dal sesso che gli umani fanno tra loro - Sky, per esempio, usa le sostanze che crea per disinibirli e assorbire così le energie che sprigionano.
Quando gli spiriti diventano Raspidi, con un corpo fisico, assumono fattezze maschili o femminili, a seconda della propria inclinazione caratteriale; sono praticamente sempre bisessuali; adorano la bellezza e la gioventù e sono potenzialmente biocompatibili con gli esseri umani: è raro, ma una Raspide femmina potrebbe generare un figlio con un umano maschio, o viceversa. Non possono invece generare figli tra loro.
Come i vampiri, si possono paragonare a piante carnivore: belle, invitanti, finiscono per attirarti e nutrirsi di te.

- L'ultima fonte di ispirazione sono le sostanze psicotrope. Tutto ciò che dapprima dà benessere e poi crea dipendenza: nicotina, alcool, droghe. 
Gli spiriti, e i Raspidi, vedono gli esseri umani come prede. In principio, gli esseri umani non si rendono conto della loro presenza, se loro non vogliono... 
Se il Raspide adocchia un essere umano che vuole per sé, si manifesta a lui e lo attira pian piano nella rete. In principio, l'umano istintivamente diffida di un Raspide. Questi però gioca a dare all'umano ciò che vuole (riempirlo di regali, prevenire i suoi bisogni) e ogni singola cosa che l'umano accetta di fare (dirgli il proprio nome, dargli un oggetto, accettare un dono) lo lega a lui. L'umano finisce per esserne attratto. Diventa la sua preda, il suo amante, il suo schiavo. Lo spirito e il Raspide a quel punto sa controllare desiderio della preda, sintonizzarsi sui suoi sensi e dargli tutto ciò che vuole - è come fare sesso con qualcuno totalmente settato sui nostri bisogni XD Alla fine, l'umano-preda è totalmente intossicato dal Raspide, lo ama, non può più vivere senza di lui. Se staccato dal suo "padrone", può arrivare a farsi del male o commettere pazzie, anche uccidersi. È come l'astinenza da eroina.

CALENDARIO BLOGTOUR
Ed ecco le tappe del mitico blogtour di Clover. Sotto trovate i link ai blog. Vi assicuro che ogni tappa sarà bella e appassionante.

30 Settembre - Coffee&Books
1 Ottobre - Wonderful Monster
3 Ottobre - Please Another Book
4 Ottobre - M/M&Dintorni


GIVEAWAY

Ho davvero apprezzato quanto l'autrice, dietro una mia semplice domanda, sia stata capace di raccontare e la mia curiosità è stata ampiamente ripagata. Spero anche voi abbiate trovato interessanti i suoi spunti. Sono certa che dopo aver letto questa e le altre tappe del blogtour, vorrete correre a comprare questo libro!
Intanto, per chi volesse partecipare, c'è uno splendido Giveaway legato al BT che vi permetterà di vincere una copia cartacea di Clover.
Non vi resta che compilare il form sottostante e incrociare le dita! ;)

FORM DA COMPILARE

a Rafflecopter giveaway

Il Giveaway terminerà giorno 8 Ottobre 2016 e il 10 Ottobre verrà annunciato il vincitore.


Ringrazio immensamente la casa editrice Centauria Libri, Raffaele e lo Studio Dispari per l'organizzazione come sempre impeccabile dell'evento e per avermi coinvolta. Sono stata davvero felice di partecipare. Un grazie anche alle mie splendide colleghe blogger, che ospiteranno meravigliose tappe (non perdetene nemmeno una) e un grazie immenso a Francesca Bufera, per la disponibilità e il suo preziosissimo contributo.

Buon Blogtour a tutti e buone letture! ^^
A presto!
xoxo


10 commenti:

  1. Questo libro sembra interessantissimo. Poi adoro la mitologia greca e ritengo le opere i cui autori hanno tratto ispirazione da essa meritevoli di molta attenzioni. E anche le storie sugli spiritelli dei boschi mi hanno sempre affascinata. Quindi partecipo volentieri a questo blogtour con giveaway.
    Indirizzo e-mail: hotstorm403@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Il libro mi incuriosisce così tanto soprattutto perché ci troviamo di fronte a creature completamente nuove e la cosa oltre ad essere originale è anche molto rara perché nonostante gli autori danno il loro tocco personali ai vari vampiri/zombie/fantasmi, pochi decidono di creare qualcosa dal nulla.
    Comunque è stato molto interessante scoprire a chi/cosa si è ispirata l'autrice!
    Seguirò molto volentieri il resto del Blogtour ^^ se serve la mia email è doryang10@hotmail.com

    RispondiElimina
  3. Il libro mi ispira tantissimo!!
    Partecipo al blog tour e al giveaway (email: marco.smeraldi8@gmail.com)

    RispondiElimina
  4. Non vedo l'ora di poter leggere la storia in formato cartaceo, e poter gustare a pieno le avventure di questo libro eccezionale! La mail è iaia86@gmail.com

    RispondiElimina
  5. Wow meraviglioso*_* mi piace tantissimo, una trama che incuriosisce non mi rimane che continuare a scoprire questo bellissimo Bg *_*

    RispondiElimina
  6. Sono felicissima che Clover sia stato pubblicato e non vedo l'ora di leggerlo **
    É stato molto interessante scoprire le basi che hanno dato forma ai Raspidi, e la mitologia che li ha ispirati.

    RispondiElimina
  7. Splendido non vedo l'ora di poterlo leggere *.*

    RispondiElimina
  8. Appena preso con Kobo ,pensate che ho il Kindle, ma niente paura ho scaricato l'applicazione sul tablet,cosa non si fa per leggere un buon libro

    RispondiElimina
  9. che lavoro che c'è dietro a questa storia, sono ancora più curiosa ora

    RispondiElimina
  10. Sono molto contenta che "four" sia diventato un libro che tutti possano apprezzare, non solo gli utenti di siti per fanfiction. È fantastico vedere quanto lavoro e fantasia ci sia dietro un libro.

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)